The Assassin's Curse

By

Publisher: Strange Chemistry

3.8
(8)

Language: English | Number of Pages: 298 | Format: Paperback

Isbn-10: 1908844019 | Isbn-13: 9781908844019 | Publish date: 

Also available as: Others

Do you like The Assassin's Curse ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Ananna of the Tanarau abandons ship when her parents try to marry her off to an allying pirate clan: she wants to captain her own boat, not serve as second-in-command to her handsome yet clueless fiance.
Sorting by
  • 4

    Per una maledizione impossibile ci vuole una coppia impossibile

    Mi è davvvero piaciuto molto questo libro, più di quanto mi aspettassi.
    Ero affascinata dalla sua descrizione, dai pirati e dagli assassini, dalla sua copertina da Mille e una notte.
    E il mondo che de ...continue

    Mi è davvvero piaciuto molto questo libro, più di quanto mi aspettassi.
    Ero affascinata dalla sua descrizione, dai pirati e dagli assassini, dalla sua copertina da Mille e una notte.
    E il mondo che descrive è davvero ben concepito.
    Soprattutto mi è piaciuto che non ci fossero mappe o descrizioni perché così mi è sembrato più reale.
    Come se fosse lo stesso posto in cui viviamo e che ben conosciamo.
    Non vedo l'ora di leggere il secondo adesso.

    said on 

  • 4

    Finalmente i... pirati!

    The Assassin's Curse inizia con il botto. La protagonista, Ananna, sta per essere data in sposa dai propri genitori a un affascinante ma poco intraprendente giovane, decisione che la "condannerà" a pa ...continue

    The Assassin's Curse inizia con il botto. La protagonista, Ananna, sta per essere data in sposa dai propri genitori a un affascinante ma poco intraprendente giovane, decisione che la "condannerà" a passare il resto della sua vita come seconda in comando sulla nave del futuro marito. Inutile a dirsi, ad Ananna questo non piace perché lei vuole avere una nave propria e distinguersi, e non vuole farsi mettere i piedi in testa da nessuno - motivo per cui l'unica soluzione è la fuga dalla sua nuova famiglia... e dagli assassini che quest'ultima le spedirà contro.

    La storia della pirata Ananna e dell'assassino Naji è una storia dal sapore fiabesco. Per essere chiari, in questo primo volume non c'è stato alcun momento di vera tensione e la trama ha seguito una direzione molto lineare e scontata, che però in questo caso si è rivelata stranamente piacevole. I primi capitoli del romanzo si sono evoluti troppo velocemente, come se il lettore avesse già avuto modo di conoscere tutti i protagonisti in precedenza, ma questo piccolo difetto è riuscito a non farsi notare dopo qualche pagina grazie alle varie avventure che i due ragazzi si ritrovano ad affrontare. Altra particolarità che dopo un poco si è fatta spazio nel mio cuoricino è la somiglianza alla serie manga One Piece. Infatti diverse situazioni mi hanno ricordato le fantastiche avventure di Rufy e i suoi amici, in particolare tutte quelle ambientate a Skypiea... come non amare TAC solo per questo?

    Per quanto riguarda i personaggi, la storia ruota essenzialmente intorno ai due protagonisti principali con l'aggiunta di poche altre comparse, e se da un lato ho apprezzato la maturazione descritta dall'autrice, dall'altro non ho trovato davvero credibile il modo in cui sono stati presentati. Ananna è la migliore tra i due, anche se nelle prime pagine poteva apparire antipatica, mentre Naji è uno di quei protagonisti maschili e interessi amorosi a cui le autrici sono così tanto affezionate: il bello e dannato riuscito però male, che più che affascinare è riuscito ad apparire ai miei occhi come un uomo infantile che non credo meriti le attenzioni ricevute ma che spero riuscirà a redimersi nel prossimo romanzo.
    Passando invece alla scrittura dell'autrice, la Clarke preferisce in TAC una prima persona, che ho adorato, e una costruzione del mondo in cui vivono i personaggi abbastanza intrigante: anche se non veniamo mai introdotti davvero alla loro realtà, si capisce dai riferimenti che Ananna è consapevole di ciò che la circonda, cosa che non sempre gli autori ricordano di verificare.

    Insomma, The Assassin's Curse è una di quelle letture che nonostante l'inizio con il piede sbagliato è riuscita a coinvolgermi ugualmente e di cui certamente leggerò il prossimo romanzo, che si prospetta molto più appassionante del primo!
    Consiglio TAC a qualsiasi fan di One Piece, dei pirati e delle storie fantastiche divertenti ma non troppo pesanti.

    said on