Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Book of Disquiet

By

Publisher: Allen Lane

4.4
(3207)

Language:English | Number of Pages: 544 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Spanish , Chi simplified , Portuguese , Chi traditional , Italian , German , French , Catalan , Dutch , Hungarian

Isbn-10: 0713995270 | Isbn-13: 9780713995275 | Publish date:  | Edition New Ed

Translator: Richard Zenith

Also available as: Paperback , Softcover and Stapled , Others , eBook

Category: Fiction & Literature , Philosophy , Travel

Do you like The Book of Disquiet ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Fernando Pessoa was many writers in one. The Portuguese author attributed his work to literary alter egos that he called "heteronyms," each of which had a fully developed identity. When Pessoa died, he left behind a trunk filled with disorderly scraps of unpublished poems and unfinished works, among which was The Book of Disquiet. Published for the first time some fifty years after his death, this unique collection of short, aphoristic paragraphs comprises the "autobiography" of Bernardo Soares, one of Pessoa's alternate selves. Part intimate diary, part prose poetry, part descriptive narrative, captivatingly translated by Richard Zenith, The Book of Disquiet is one of the greatest works of the twentieth century.

Edited and Translated with an Introduction by Richard Zenith
Sorting by
  • 5

    Ne parla molto bene Andrea Inglese in questo articolo che consiglio http://www.nazioneindiana.com/2011/09/29/l%E2%80%99ambigua-familiarita-del-libro-dell%E2%80%99inquietudine/

    said on 

  • 4

    La più alta Poesia in questo romanzo prende la forma di prosa. Pessoa traccia la mappa interiore del sentire di Bernardo Soares, una mappa discontinua e confusa, eppure a tratti persino troppo razionale e logica.
    La depressione e l'inquietudine di un uomo che scrive un diario di non-memorie ...continue

    La più alta Poesia in questo romanzo prende la forma di prosa. Pessoa traccia la mappa interiore del sentire di Bernardo Soares, una mappa discontinua e confusa, eppure a tratti persino troppo razionale e logica.
    La depressione e l'inquietudine di un uomo che scrive un diario di non-memorie, in quanto la sua marginalità nel mondo e agli eventi rendono la sua esistenza una non-vita, diventano protagoniste del romanzo in un universo solipsista, a discapito del personaggio principale che è semplice strumento stilistico.
    Elegante, raffinato, pulito (se si può usare come termine per descrivere un romanzo).
    Piacevole e malinconico quanto solo un'uggiosa domenica novembrina può essere.

    said on 

  • 5

    Sono per caso entrata in libreria e questo libro mi è per caso finito tra le mani. Non avevo intenzione di comprarlo, ma l'ho fatto, e mai scelta fu più giusta. Chi si aspetta un libro dalla trama avvincente ne rimarrà deluso perchè, effettivamente,una trama non c'è. Ma le riflessioni che vi sono ...continue

    Sono per caso entrata in libreria e questo libro mi è per caso finito tra le mani. Non avevo intenzione di comprarlo, ma l'ho fatto, e mai scelta fu più giusta. Chi si aspetta un libro dalla trama avvincente ne rimarrà deluso perchè, effettivamente,una trama non c'è. Ma le riflessioni che vi sono contenute meritano assolutamente di essere lette, almeno una volta. Mi è capitato rarissime volte di immedesimarmi con i pensieri di un autore,quindi in questo caso sono rimasta piacevolmente sorpresa,dato che tutto quello che c'è scritto lo penso anche io. Purtroppo è un libro alquanto triste,(ci sarebbe bisogno di una dose di adrenalina ad ogni pagina) che mette in luce il pessimismo, l'apatia e l'"incapacità" del protagonista di riuscire a trovare un vero e proprio senso alla quotidianità e ,in generale, alla vita. Sarà che è ormai da troppo tempo che anche io mi ritrovo in questo stato, sarà che anche io provo un perenne ed infinito pessimismo, ma, in queste pagine, mi ci sono rivista completamente,(purtroppo). Perciò, cinque stelline meritatissime.

    said on 

  • 5

    Esistenzialismo come piovesse

    Accattivante...non direi, una lettura sublime questo si. Accondiscendente per chi nell'inquietudine sguazza; bizzarro, forse, per gli altri, faticoso un pò per tutti, ma ne vale sicuramente la pena. A piccole dosi, penso sia il modo migliore di assumere questo capolavoro.

    said on 

  • 2

    eretico

    mi prendere per eretico, ma questo libro non rientra tra le mie corde. per me le riflessioni devono nascere dalle azioni, dalla vita vissuta, non immaginata. altrimenti sono elucubrazioni, e qui ce ne sono tante, nonostante qualche buon aforisma.

    said on 

  • 0

    Sono un'anima inquieta...

    E' il romanzo più famoso di Pessoa, eppure, non esiste. Sì, perché Fernando, che morì a 47 anni, lasciò solo molti fogli sparsi con appuntati i suoi pensieri e le sue riflessioni espresse attraverso Bernardo Soares. Non ci ha lasciato un'opera unitaria. Sono stati poi i curatori successivamente a ...continue

    E' il romanzo più famoso di Pessoa, eppure, non esiste. Sì, perché Fernando, che morì a 47 anni, lasciò solo molti fogli sparsi con appuntati i suoi pensieri e le sue riflessioni espresse attraverso Bernardo Soares. Non ci ha lasciato un'opera unitaria. Sono stati poi i curatori successivamente a creare il libro che noi oggi leggiamo, un libro ipotetico, che proprio come preannuncia al lettore la stessa prefazione può essere letto e interpretato come si vuole.</p><p>Sono solo a pagina 35, eppure ho l'impressione che se mi mettessi a leggere una pagina a caso, un pensiero qualsiasi, l'opera renderebbe meglio che leggerla nell'ordine del curatore. <br />In fondo anche i miei pensieri da anima inquieta sono sparsi...</p><p>[in progress...]

    said on 

  • 5

    Libro "in lettura" perenne. Non sposterò mai la crocetta su "finito", perché questo libro mi accompagnerà in tutti i viaggi che farò, che siano reali o immaginari. Soprattutto in quelli immaginari, i più autentici. Anche se, a due passi da Rua das Douradores, o sulle rive dell'estuario del Tejo, ...continue

    Libro "in lettura" perenne. Non sposterò mai la crocetta su "finito", perché questo libro mi accompagnerà in tutti i viaggi che farò, che siano reali o immaginari. Soprattutto in quelli immaginari, i più autentici. Anche se, a due passi da Rua das Douradores, o sulle rive dell'estuario del Tejo, è stato emozionante immaginare Bernardo Soares affacciarsi da un balcone che dà sulla strada ma al contempo si protende verso il mare in una crociera infinita.

    said on 

  • 5

    "arriverà il giorno, ma sarà tardi, come sempre."

    Un libro fantastico, che più che altro è una raccolta di pensieri, di quelli che vengono passeggiando o in fila per l'autobus; pensieri senza un filo logico preciso ma incredibilmente potenti: i pensieri di un sognatore. Da non leggere tutto d'un fiato, ma negli spazi di tempo tra una giornata e ...continue

    Un libro fantastico, che più che altro è una raccolta di pensieri, di quelli che vengono passeggiando o in fila per l'autobus; pensieri senza un filo logico preciso ma incredibilmente potenti: i pensieri di un sognatore. Da non leggere tutto d'un fiato, ma negli spazi di tempo tra una giornata e l'altra.

    said on 

Sorting by