Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Brothers Karamazov

By Fyodor M. Dostoevsky

(11)

| Paperback | 9780393092141

Like The Brothers Karamazov ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

The Brothers Karamazov, Dostoevsky's crowning achievement, is a tale of patricide and family rivalry that embodies the moral and spiritual dissolution of an entire society (Russia in the 1870s). It created a national furor comparable only to the exci Continue

The Brothers Karamazov, Dostoevsky's crowning achievement, is a tale of patricide and family rivalry that embodies the moral and spiritual dissolution of an entire society (Russia in the 1870s). It created a national furor comparable only to the excitement stirred by the publication, in 1866, of Crime and Punishment. To Dostoevsky, The Brothers Karamazov captured the quintessence of Russian character in all its exaltation, compassion, and profligacy. Significantly, the book was on Tolstoy's bedside table when he died. Readers in every language have since accepted Dostoevsky's own evaluation of this work and have gone further by proclaiming it one of the few great novels of all ages and countries.

575 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    mi hanno spaventato le 1.009 pagine del libro e mi sono sfidato a leggerlo. Dopo poche pagine ho dimenticato della sfida con me stesso e sono arrivato all'ultima pagina con lo stesso entusiasmo con il quale ho affrontato la prima.

    Is this helpful?

    Steve 63 said on Sep 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il migliore - a mio parere - fra i libri di Dostoevskij. A prima vista può sembrare un mattone indigeribile: niente di più sbagliato.
    Il libro, infatti, si legge con semplicità (eccettuati alcuni capitoli in cui si parla del rapporto fra Dio e l'uomo ...(continue)

    Il migliore - a mio parere - fra i libri di Dostoevskij. A prima vista può sembrare un mattone indigeribile: niente di più sbagliato.
    Il libro, infatti, si legge con semplicità (eccettuati alcuni capitoli in cui si parla del rapporto fra Dio e l'uomo, ad esempio, ma che sono al massimo due o tre) e con facilità ci si affeziona ai numerosi personaggi, tutti ugualmente ben caratterizzati, di spessore, con le loro motivazioni, i loro vizi, i loro desideri.
    L'unica pecca è, come ho già avuto modo di notare in libri di Dostoevskij, il finale, che ti lascia come un senso d'incompiutezza, non specificando per bene cosa accade ai protagonisti.
    Molto commovente il discorso del macigno in chiusura.

    Is this helpful?

    citizen erased said on Sep 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Piu' rileggo D. piu' capisco che non e' il mio autore. Granguignolesco ed esagerato. Personaggi sempre sopra le righe, nel bene e nel male. L'esito sempre lo stesso : panslavismo evangelico spinto al parossismo. Pregiudiziale condanna di ogni forma ...(continue)

    Piu' rileggo D. piu' capisco che non e' il mio autore. Granguignolesco ed esagerato. Personaggi sempre sopra le righe, nel bene e nel male. L'esito sempre lo stesso : panslavismo evangelico spinto al parossismo. Pregiudiziale condanna di ogni forma di pensiero che tenti strade meno fideistiche, che sia la scienza, o il isocialismo ( sempre destinato a risolversi nel terrorismo ottuso e feroce). Claustrofobico e cupo, antisemita e lacrimoso. Grandi pagine geniali e personaggi che concentrano in se' , con forza narrativa impetuosa, i grandi problemi dell'esistenza umana, accanto a tiritere pseudo-filosofiche, a ripetizioni e lungaggini insopportabili.

    Is this helpful?

    Romeomuratori said on Sep 1, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Fedor, contadinotto volgare e poco avvezzo a gesti gentili, ha avuto diversi figli da diverse donne: Dmitrij, Ivan, Alesa e l'illegittimo Smerdjakov. Il libro narra le vicessitudini dei fratelli e di come i loro rapporti, in alcuni casi logori e guid ...(continue)

    Fedor, contadinotto volgare e poco avvezzo a gesti gentili, ha avuto diversi figli da diverse donne: Dmitrij, Ivan, Alesa e l'illegittimo Smerdjakov. Il libro narra le vicessitudini dei fratelli e di come i loro rapporti, in alcuni casi logori e guidati da rabbia e sete di vendetta, si evolvano tramite eventi tragici e discutibili.
    Incontreremo così Katerina Ivanovna, la prima fidanzata di Dmitrij, che verrà lasciata da quest'ultimo per una più bella Grusenka, che a sua volta lo tradirà proprio con il padre Fedor; lo starec Zosima, che assisterà ad uno scontro verbale molto forte tra Dmitrij ed il padre; Iljusa, figlio di un capitano offeso da Dmitrji, che si confiderà con Alesa sulle avversità della vita; il servitore Grigorij, genitore putativo di Smerdiakov.
    Il tutto condito da un giallo spettacolare, un omicidio che sconvolgerà in modo definitivo le vite dei quattro fratelli.

    Ammetto una cosa: all'inizio ho fatto molta, molta fatica a farmelo piacere. Proseguivo nella lettura solo perchè ormai avevo accettato la sfida del GdL, ma non ero così concentrata ed appassionata come avrei voluto. Se la scrittura lo rendeva comunque molto scorrevole, e la grande presenza di dialoghi iniziali in teoria faceva scorrere le pagine velocemente - al contrario de I miserabili dove le descrizioni iniziali farebbero perdere la voglia a chiunque - le diversioni teologiche prima e sociali dopo inserite dall'autore me lo hanno fatto mal sopportare. Pagine e pagine di spiegazione della vita dello starec Zosima inserite dopo la sua morte non rendono certo questa una lettura allegra.

    Ma.
    C'è un ma in tutta questa lettura: l'omicidio di Fedor.
    Ecco, da quel punto in avanti la storia è scivolata molto più velocemente tra le mia mani tanto che sono arrivata alla fine praticamente senza accorgermene. I dubbi dei fratelli, le accuse alla persona sbagliata, le indagini degli avvocati, il processo, le testimonianze, tutti elementi che hanno reso attuale la trama ottocentesca.

    Voto finale: 3/5.
    L'inizio è stato, per me, decisamente influente in questa votazione, ma ammetto che i colpi di scena finali lo hanno reso decisamente intrigante!

    Is this helpful?

    Katiu said on Aug 26, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book