Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Catcher in the Rye

By

Publisher: Penguin

4.0
(24451)

Language:English | Number of Pages: 218 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Spanish , German , Japanese , Portuguese , Chi simplified , Catalan , French , Italian , Russian , Finnish , Dutch , Swedish , Galego , Turkish , Polish , Czech , Romanian , Greek , Basque , Hungarian

Isbn-10: 0140012486 | Isbn-13: 9780140012484 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , Hardcover , School & Library Binding , Softcover and Stapled , Library Binding , Audio Cassette , Unbound , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Teens

Do you like The Catcher in the Rye ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
A 16-year old American boy relates in his own words the experiences he goes through at school and after, and reveals with unusual candour the workings of his own mind. What does a boy in his teens think and feel about his teachers, parents, friends and acquaintances?
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    0

    La nuova efficace traduzione italiana del giovane Holden

    Premetto che questa recensione si riferisce alla nuova traduzione de "Il giovane Holden", curata da Matteo Colombo, letta e commentata in alcuni passi salienti da Baricco a "La Repubblica delle idee" presso il teatro San Carlo di Napoli. Non avevo purtroppo mai letto la precedente traduzione, ma ...continue

    Premetto che questa recensione si riferisce alla nuova traduzione de "Il giovane Holden", curata da Matteo Colombo, letta e commentata in alcuni passi salienti da Baricco a "La Repubblica delle idee" presso il teatro San Carlo di Napoli. Non avevo purtroppo mai letto la precedente traduzione, ma mi preme sottolineare che con gran probabilità la nuova restituisce freschezza al testo, in quanto, al contrario di altre recensioni lette, è difficile affermare che il romanzo sia caratterizzato da un linguaggio un po' datato. Ma, al di là del linguaggio, ciò che conta è il testo, di cui sorprende l'efficacia della struttura narrativa nonostante la sua lineare semplicità, forse perché tale semplicità va direttamente al nocciolo dei pensieri e delle emozioni del giovane protagonista. Holden è un adolescente che soffre dell'ipocrisia delle persone che lo circondano, descrivendone le loro brutture, a volte quasi comiche, e manifestando al contempo il suo stupore per la bellezza e la naturalezza del mondo dei bambini, che vorrebbe tutti salvare dalla rovinosa caduta nel dirupo della maturità, perché noi tutti cambiamo e solo i personaggi del Museo di storia naturale restano immutabili nel tempo. Eppure, nonostante i suoi disagi, Holden porta dentro di sé un profondo affetto, ricambiato, per la saggia sorellina Phoebe e per i due fratelli, di cui uno costantemente presente nella sua vita, anche se scomparso. "Il giovane Holden" è in sintesi il racconto di un percorso di pochi giorni, per certi versi allucinato, in una New York che fa solo da sfondo anonimo, un viaggio che va dai giorni natalizi dell'espulsione dal Pencey, ennesimo college a cui il ragazzo è stato iscritto dopo i precedenti abbandoni, a quello del tentativo finale di fuga verso un posto isolato e lontano dal caos della metropoli; viaggio intervallato, nel suo evolversi, dall'incontro con amici, mentori, brutti figuri ed altre persone che non aiuteranno certo il giovane ad uscire dal suo isolamento depressivo. Non siamo di fronte ad un capolavoro della letteratura mondiale, ma si tratta pur sempre di un testo caratterizzato da alcuni momenti di riflessione esistenziale che sfiorano il poetico, un testo che indubbiamente lascia un segno. Consigliatissimo a tutti, soprattutto a chi non lo ha mai letto: definirlo romanzo di formazione pare riduttivo.

    said on 

  • 3

    Ma le anitre del laghetto di Central Park che fine fanno quando gela?

    Come ben noto, il protagonista di questa storia è Holden Caufield: un adolescente impetuoso, incosciente, istintivo, annoiato e anticonformista nell’America degli anni ’50.
    Nel libro Holden ci narra in prima persona le sue vicissitudini, comprese in un lasso di tempo molto breve, corrispondente a ...continue

    Come ben noto, il protagonista di questa storia è Holden Caufield: un adolescente impetuoso, incosciente, istintivo, annoiato e anticonformista nell’America degli anni ’50. Nel libro Holden ci narra in prima persona le sue vicissitudini, comprese in un lasso di tempo molto breve, corrispondente a quattro giorni circa; nonostante ciò vive contemporaneamente così tante avventure che la storia sembra svolgersi su un arco temporale molto più ampio.

    Si inizia con Holden che lascia il college di Pencey, frequentato per pochissimi mesi: non volendo dare subito la notizia dell’ennesima espulsione ai genitori, decide di godersi un po’ di libertà prima delle vacanze di natale. Holden vagabonda per la sua città, NYC, incontra amici, ex fidanzate, prostitute, professori, suore e va a trovare di nascosto l’adorata sorellina: tra una bevuta e l’altra in effetti non fa molto altro. Il motivo per cui Holden è diventato un personaggio cult, riferimento nel tempo per generazioni e generazioni è stato senza dubbio quello che cova dentro di sé pur avendo soltanto 16 anni e tutta una vita davanti: l’odio per i compagni, per il denaro, la società conformista, la borghesia, le regole. Insomma la sua totale rottura con il mondo, forse anche dovuta alla prematura morte di uno dei fratelli. Lo stile letterario volutamente trasandato lo colloca tra la letteratura che rifiuta perbenismo e mediocrità e ne fa ancora oggi un’icona che rappresenta il male di crescere in un mondo che ti isola e non ti comprende.

    Riporto alcune delle frasi che più hanno rappresentato secondo me l’essenza che Salinger ha voluto infondere al suo personaggio, soprattutto nei dialoghi molto belli con i suoi ex professori o con la vecchia Phoebe, come lui chiama la sorellina più piccola:

    “Ciò che distingue l'uomo immaturo è che vuole morire nobilmente per una causa, mentre ciò che distingue l'uomo maturo è che vuole umilmente vivere per essa”

    “Per fortuna, alcuni hanno messo nero su bianco quei loro turbamenti. Imparerai da loro... se vuoi. "Proprio come un giorno, se tu avrai qualcosa da dare, altri impareranno da te. È una bella intesa di reciprocità. E non è istruzione. È storia. È poesia”

    “Non raccontate mai niente a nessuno. Se lo fate, finisce che sentite la mancanza di tutti.”

    “Un sacco di gente, soprattutto questo psicanalista che c'è qui, continuano a domandarmi se quando tornerò a scuola a settembre mi metterò a studiare. E' una domanda così stupida, secondo me. Voglio dire, come fate a sapere quello che farete, finché non lo fate ? La risposta è che non lo sapete. Credo di si, ma come faccio a saperlo ? Giuro che è una domanda stupida.”

    “Non faccio che dire “piacere d’averla conosciuta” a gente che non ho affatto piacere d’aver conosciuta. Ma se volete sopravvivere, bisogna che diciate queste cose”

    Purtroppo nella mia valutazione finale ha pesato molto la traduzione della Motta che ha reso astioso da parte mia l’approccio a uno stile già un po’ vetusto di suo. Alcuni termini mi hanno molto infastidita e le ripetizioni quasi ossessive secondo me fanno perdere spontaneità al racconto. Forse andrebbe riletto con la nuova traduzione di Colombo.

    Ciò nonostante lo trovo sicuramente un classico da leggere e far leggere, possibilmente in età adolescenziale se no rischiamo di non ricordarci più che anche noi siamo stati dei giovani Holden. Ognuno ne tragga poi le personali conclusioni e considerazioni: rabbia, scazzo, banalità, ci siamo passati tutti e magari anche meglio di lui, ma il bello di Holden forse è proprio questo, ognuno lo può far suo a seconda del proprio stato d’animo e delle proprie esigenze.

    said on 

  • 5

    Quel Genio di Salinger

    "Ciò che contraddistingue l'uomo immaturo è che vuole morire nobilmente per una causa, mentre ciò che contraddistingue l'uomo maturo è che vuole vivere umilmente per essa."

    said on 

  • 5

    La prima volta che conobbi Holden, era l'estate tra la terza media e la pima ginnasio. Non avevo mai sentito parlare di lui né tanto meno di questo fantomatico J.D. Salinger e mi chiesi perché diavolo ci avessero dato come lettura propedeutica proprio questo romanzo.
    A distanza di anni un po' me ...continue

    La prima volta che conobbi Holden, era l'estate tra la terza media e la pima ginnasio. Non avevo mai sentito parlare di lui né tanto meno di questo fantomatico J.D. Salinger e mi chiesi perché diavolo ci avessero dato come lettura propedeutica proprio questo romanzo. A distanza di anni un po' me lo chiedo ancora perché penso che nessuno a tredici, quattordici anni sia in grado di capire e apprezzare quel meraviglioso problematico adolescente che è Holden Caulfield. Dopo questo primo incontro, Hoden ed io ci siamo rivisti qualche anno dopo e poi di nuovo adesso, in questa nuova traduzione di Matteo Colombo che definire perfetta e azzeccata e necessaria non rende l'idea. L'acchiappatore nella segale rinasce potente e attuale come mai tra queste pagine che sono state riadattate ai nostri giorni, in cui sono state reinserite le frasi peculiari, la volgarità mai eccessiva ma presente che caratterizza ogni adolescente, in cui Holden esplode magnifico e potente come non mai. Tutti i miei complimenti Matteo Colombo e un grazie immenso per il lavoro che ha fatto.

    said on 

  • 4

    Letto ai tempi della scuola, il prof. lo presentò come "il libro che avrebbe cambiato le nostre vite", la vita non me la cambiò, ma fu comunque una lettura piacevole.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    這兩周對中二很不耐,所以對主角投射了我的不耐... 不過結尾的段落蠻有意思,前面的鋪陳突然合理了,尤其菲比問他:「你有喜歡的東西嗎?」那段,我想給所有的中二看!
    接下來去拜訪老師也有趣,我跟鳳還討論了一下到底老師是否他想的那樣...


    最後我想的是:「我青春期的時候想什麼?」還有「作者想寫給誰看?」


    從這個角度,麥田捕手這個書名合理了起來,而接下來這一段話大概是作者想說的吧:「我可以非常清楚地預見到,你將會通過這樣或那樣的方式,為了某個微不足道的原因英勇死去。」「一個不成熟男子的教,是他願意為某種原因英勇地死去;一個成熟男子的標記,是他願意為某種原因謙卑地活著。 ...continue

    這兩周對中二很不耐,所以對主角投射了我的不耐... 不過結尾的段落蠻有意思,前面的鋪陳突然合理了,尤其菲比問他:「你有喜歡的東西嗎?」那段,我想給所有的中二看! 接下來去拜訪老師也有趣,我跟鳳還討論了一下到底老師是否他想的那樣...

    最後我想的是:「我青春期的時候想什麼?」還有「作者想寫給誰看?」

    從這個角度,麥田捕手這個書名合理了起來,而接下來這一段話大概是作者想說的吧:「我可以非常清楚地預見到,你將會通過這樣或那樣的方式,為了某個微不足道的原因英勇死去。」「一個不成熟男子的教,是他願意為某種原因英勇地死去;一個成熟男子的標記,是他願意為某種原因謙卑地活著。」

    >胡淑雯在《太陽的血是黑的》裡面有用到! >摘一下: 「我在阿莫留給我的《麥田捕手》之中,注意到一段話:"我可以預見你為了某個微不足道的理由,高貴地送死…" 說話的人(一個成長於30、 40年代、與姐姐阿姨般的年長女人結了婚的男同性戀)講完之後,隨手寫下一張紙條,送給16歲的逃家少年:“不成熟的人,傾向為了某個理由高貴地犧牲,然而成熟的標記卻是,願意為了那同樣的理由,謙卑地活下來。”這是那個假結婚的gay,從心理醫師那裡借來的話,極有可能是一句廢話。然而這句話感動了我。」

    >我發現自己用了兩次「合理」,可見情感上我實在不太喜歡...(中二這事情有其時效性啊)

    said on 

  • 3

    Il padre di Buk

    Una biografia/ritratto dell'artista da giovane, caratterizzato da uno stile informale e scanzonato che si lascia leggere facilmente e che ispirerà molti scrittori come Bukowski e lo S. King di Ossessione.
    Molti episodi/quadretti presenti nel romanzo (dalla scuola al rapporto con la sorella) son ...continue

    Una biografia/ritratto dell'artista da giovane, caratterizzato da uno stile informale e scanzonato che si lascia leggere facilmente e che ispirerà molti scrittori come Bukowski e lo S. King di Ossessione. Molti episodi/quadretti presenti nel romanzo (dalla scuola al rapporto con la sorella) sono davvero ben tratteggiati - mentre lo stile esasperatamente informale l'ho spesso trovato un tantino costruito, ripetitivo e monotono - penso all'abuso parossistico e incontrollato dei "via dicendo" e "roba del genere". Piacevole, nel complesso, ma forse un tantino sopravvalutato.

    said on 

Sorting by