Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Catcher in the Rye

By J.D. Salinger

(1354)

| Mass Market Paperback | 9780316769488

Like The Catcher in the Rye ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

.

2505 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 3 people find this helpful


    Se Baricco chiama Holden la scuola che ha fondato per fregare soldi agli aspiranti scrittori, allora c’è qualcosa che non va. Sicuramente in Baricco, forse anche in Holden.

    Il giovane Holden sembra una puntata di Happy Days. Solo che non arriva mai ...(continue)


    Se Baricco chiama Holden la scuola che ha fondato per fregare soldi agli aspiranti scrittori, allora c’è qualcosa che non va. Sicuramente in Baricco, forse anche in Holden.

    Il giovane Holden sembra una puntata di Happy Days. Solo che non arriva mai il signor Cunningham a risolvere i problemi. E nemmeno Fonzie.

    Il giovane Holden sembra quel compagno di classe che bocciavano a giugno, ma poi a settembre te lo ritrovavi in aula lo stesso. Non si sa come facesse, ma il papà aveva una macchina molto metallizzata. Mio papà, invece, la uno rossa con la vernice che veniva via. E quel compagno non mi stava simpatico.

    Il giovane Holden, dopo che hai letto Trainspotting e soprattutto li hai visti di persona, i trainspotter, sembra molto meno ribelle e molto meno arrabbiato.

    Il giovane Holden è di una noia mortale. Verrebbe voglia di dargli due schiaffi. A lui. E anche al libro, per vedere se salta fuori qualcosa di interessante.

    Il giovane Holden in originale è The Catcher in the Rye. Panino al prosciutto, di Bukowski, è Ham on Rye. Non mi piacciono le coincidenze. E poi Il giovane Henry avrebbe fatto ridere.

    Quel mio compagno di classe che bocciavano a giugno e per magia ricompariva a settembre leggeva solo un libro all’anno. Quell’anno in cui l’hanno bocciato ha letto Il giovane Holden. L’anno prima, Jack Frusciante è uscito dal gruppo.

    Il giovane Holden sembra una canzone degli 883. C’è New York al posto di Pavia, ma non si nota troppo.

    E insomma, Il giovane Holden è una di quelle robe che leggi e poi: tutto 'sto casino per questo libro qua?

    Is this helpful?

    stefano said on Oct 1, 2014 | 4 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Diciamo che all'inizio è abbastanza difficile abituarsi alle espressioni gergali di Holden e questo da una parte rende meno scorrevole la lettura, ma dall'altra spinge, o almeno ha spinto me, a voler continuare per curiosità. Alla fine ci si affezion ...(continue)

    Diciamo che all'inizio è abbastanza difficile abituarsi alle espressioni gergali di Holden e questo da una parte rende meno scorrevole la lettura, ma dall'altra spinge, o almeno ha spinto me, a voler continuare per curiosità. Alla fine ci si affeziona al personaggio Holden, ai suoi pensieri, al suo modo di analizzare le persone, e il libro migliora decisamente. In alcuni passaggi la sua sensibilità mi ha anche emozionata. Mi aspettavo qualcosa in più dal finale, ma ci si aspetta sempre qualcosa in più dal finale.

    Is this helpful?

    Ang. said on Sep 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Climax stazionario

    Sono stata attirata da questo libro senza leggerne la trama, il titolo originale "The catcher in the rye" sembrava celare un grande senso oltre le righe, un richiamo a qualcosa di ancestrale quasi.

    Premesso che ho letto la vecchia traduzione, il lib ...(continue)

    Sono stata attirata da questo libro senza leggerne la trama, il titolo originale "The catcher in the rye" sembrava celare un grande senso oltre le righe, un richiamo a qualcosa di ancestrale quasi.

    Premesso che ho letto la vecchia traduzione, il libro è scorrevole, giovanile al punto che risulta difficile immaginare i personaggi nei tardi anni 40'! se non ve lo dicessero, potreste tranquillamente vestirli alla moda della vostra adolescenza (purché sia avvenuta prima di cellulari e smartphone).

    All'inizio ne sono stata entusiasta, un ragazzetto svogliato nello studio ma di vivida intelligenza che viene sbattuto fuori dalla scuola e si ritrova a vagabondare in attesa di tornare a casa il giorno prestabilito. "Voglio raccontarvi quello che avvenne quelle settimane prima di Natale" ha creato in me aspettative stile "una notte da leoni" che purtroppo non vengono mai soddisfatte. Il climax crescente promesso all'inizio non si realizza mai, rimanendo sempre sugli stessi piani (come d'altronde la vita è).

    Il protagonista si fa conoscere, racconta i propri sentimenti a volte anche contrastanti tra loro e, come è giusto in un adolescente, senza sfociare realmente in qualcosa.

    La poesia che fa da titolo viene citata si e no due volte e non sono riuscita ad attribuirgli un significato molto profondo, nonostante venga spiegata dal protagonista. Forse mi aspettavo che le venisse dato più spazio.

    La cosa che veramente mi ha disturbato, è la mancanza di una fine. Il libro inizia e finisce in "medias res", lasciandoti secco (per usare le parole de protagonista).

    E' molto difficile dargli un voto, soprattutto perché si parla di un classico moderno.
    Dandogli tutti i suoi meriti, però, non è veramente riuscito ad emozionarmi, il voto giusto sarebbe 3.5 ma non me la sento di arrotondare per eccesso.

    Is this helpful?

    Squiro said on Sep 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Federica: questo gioco è difficilissimo.
    Albert: che gioco è?
    Federica: non mi ricordo il nome ma è un platform e ha un ritmo elevatissimo sto sempre a morire
    Albert: in media?
    Federica: muoio 9 volte ogni 30 secondi dopo i primi 4 minuti ho smesso d ...(continue)

    Federica: questo gioco è difficilissimo.
    Albert: che gioco è?
    Federica: non mi ricordo il nome ma è un platform e ha un ritmo elevatissimo sto sempre a morire
    Albert: in media?
    Federica: muoio 9 volte ogni 30 secondi dopo i primi 4 minuti ho smesso di farci caso
    Albert: aspetta.
    Federica: che succede?
    Albert: devo sistemare le nuove insalatiere.
    Federica: ah belle ¿di che colore ti sono arrivate?
    Albert: una blu e una rossa.
    Federica: io ne voglio una invisibile
    Albert: fatto. Come va il gioco?
    Federica: ultra difficile quasi assurdo ma la musica è figa
    si gioca senza mani ¿sai?
    Albert: mi piace. Puoi passarmelo?
    Federica: ¡certo! tieni
    Albert: grazie.

    Albert indica la roccia.

    Is this helpful?

    (skate) said on Sep 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    fresco e giovanile

    Mi è stato disconsigliato da un'amica che l'aveva trovato vuoto e insensato, ma io sono sempre stata attratta dalla copertina bianca e prima di qualsiasi trama, così alla fine ho deciso di comprarlo.
    E' un racconto molto fresco e giovanile, il modo ...(continue)

    Mi è stato disconsigliato da un'amica che l'aveva trovato vuoto e insensato, ma io sono sempre stata attratta dalla copertina bianca e prima di qualsiasi trama, così alla fine ho deciso di comprarlo.
    E' un racconto molto fresco e giovanile, il modo in cui é scritto sembra proprio per mano di un ragazzetto che vuole mandare a quel paese il mondo e vivere come vuole lui anche se poi si trova a dover fare i conti con la realtà, i suoi problemi e la sua inesperienza.

    Is this helpful?

    michela.pedranti said on Sep 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dopo aver sentito molto parlare del libro, decisi di leggerlo. Le tante parole belle valgono ben poco.

    Non mi ha entusiasmato molto. All'inizio la trama era decente, ma poi continuando a leggerla (sopratutto il finale) è molto banale.

    Speravo nel ...(continue)

    Dopo aver sentito molto parlare del libro, decisi di leggerlo. Le tante parole belle valgono ben poco.

    Non mi ha entusiasmato molto. All'inizio la trama era decente, ma poi continuando a leggerla (sopratutto il finale) è molto banale.

    Speravo nel giovane Holden che compiesse un atto di eroismo. Purtroppo il personaggio muore ancora prima d'essere nato.

    Is this helpful?

    Red Book said on Sep 24, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Collection with this book

Margin notes of this book