Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Chimes

By

Publisher: Wildside Press

3.6
(116)

Language:English | Number of Pages: 112 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 0809594560 | Isbn-13: 9780809594566 | Publish date: 

Also available as: Audio Cassette , Others , Hardcover , eBook

Category: Fiction & Literature

Do you like The Chimes ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Here are not many people -- and as it is desirable that a story-teller and a story-reader should establish a mutual understanding as soon as possible, I beg it to be noticed that I confine this observation neither to young people nor to little people, but extend it to all conditions of people: little and big, young and old: yet growing up, or already growing down again -- there are not, I say, many people who would care to sleep in a church. I don't mean at sermon-time in warm weather (when the thing has actually been done, once or twice), but in the night, and alone. A great multitude of persons will be violently astonished, I know, by this position, in the broad bold Day. But it applies to Night. It must be argued by night, and I will undertake to maintain it successfully on any gusty winter's night appointed for the purpose, with any one opponent chosen from the rest, who will meet me singly in an old churchyard, before an old church-door; and will previously empower me to lock him in, if needful to his satisfaction, until morning. For the night-wind has a dismal trick of wandering round and round a building of that sort, and moaning as it goes; and of trying, with its unseen hand, the windows and the doors . . .
Sorting by
  • 4

    Non ho mai amato particolarmente "Canto di Natale" e questo racconto sembra una sorta di abbozzo di quello che poi sarebbe diventato il tema principale del racconto dickensiano più famoso.
    Mi aspettav ...continue

    Non ho mai amato particolarmente "Canto di Natale" e questo racconto sembra una sorta di abbozzo di quello che poi sarebbe diventato il tema principale del racconto dickensiano più famoso.
    Mi aspettavo, pertanto, di non apprezzare "Le campane" e invece inaspettatamente mi è piaciuto molto: sarà perchè qui si parte dal basso e non ci si eleva mai? Non so, eppure l'ho apprezzato.

    said on 

  • 4

    ....lettore...cerca di tenere a mente la dura realtà dalla quale sono nate queste ombre e nel tuo mondo, perchè nessuno è troppo ampio nè troppo angusto per questo scopo, cerca di correggerle, di migl ...continue

    ....lettore...cerca di tenere a mente la dura realtà dalla quale sono nate queste ombre e nel tuo mondo, perchè nessuno è troppo ampio nè troppo angusto per questo scopo, cerca di correggerle, di migliorarle e di addolcirle. Possa dunque il nuovo anno essere felice per te e felice per tutti quelli la cui felicità dipende da te !

    said on 

  • 0

    Aprire il libro e trovare l'autore che ti parla: sì, perchè proprio a te singola persona che ti accingi a scoprire un mondo nuovo. Fin dalle prime righe si immagina, dall'ambientazione, che questo lib ...continue

    Aprire il libro e trovare l'autore che ti parla: sì, perchè proprio a te singola persona che ti accingi a scoprire un mondo nuovo. Fin dalle prime righe si immagina, dall'ambientazione, che questo libro non è altro che un primo esperimento per "Canto di Natale".

    said on 

  • 5

    Come sempre Dickens

    Questo , come altri racconti di Dickens, è una favola del focolare. Un racconto che però fa subito pensare al fantasma del futuro del Canto di Natale. Qui le atmosfere sono meno calde , più fredde ma ...continue

    Questo , come altri racconti di Dickens, è una favola del focolare. Un racconto che però fa subito pensare al fantasma del futuro del Canto di Natale. Qui le atmosfere sono meno calde , più fredde ma raccontate sempre nel grande stile dell'autore. Un racconto invernale da leggere sotto le coperte o accanto al caminetto.

    said on 

  • 2

    The Chimes 1844

    1844 Charles Dickens. 1995, Edizioni Interlinea.
    Ogni anno, la notte di Natale, mentre noi bambini raccolti attorno al camino aspettavamo la mezzanotte, qualcuno dei grandi prendeva in mano un lib ...continue

    1844 Charles Dickens. 1995, Edizioni Interlinea.
    Ogni anno, la notte di Natale, mentre noi bambini raccolti attorno al camino aspettavamo la mezzanotte, qualcuno dei grandi prendeva in mano un libro dalla copertina di marocchino scuro e iniziava a raccontare.
    << Di notte, infatti, il vento ha un modo sinistro di vagare tutt' attorno a un edificio , di lamentarsi durante il proprio cammino e di forzare, con la sua mano invisibile, porte e finestre, cercando una fessura per entrare......>>
    Le illustrazioni sono quelle di allora. Solo, un pò più piccole..

    said on 

  • 5

    Un bellissimo libro, tra i primi di Dickens. Appartiene ai libri aventi come tema il Natale.
    Traspare la sofferenza del povero, l'ipocrisia del benestante nei confronti della povertà, quella vera, che ...continue

    Un bellissimo libro, tra i primi di Dickens. Appartiene ai libri aventi come tema il Natale.
    Traspare la sofferenza del povero, l'ipocrisia del benestante nei confronti della povertà, quella vera, che costringe le persone in strada al freddo a mendicare un pò di lavoro. Si svolge in un'epoca in cui vigeva la legge di internare o incarcerare i mendicanti.
    Il romanzo è tutto un sogno, un incubo, un'illusione del protagonista. E' forse uno dei romanzi più tristi di Dickens.
    Il personaggio principale (Trotty, perchè trotterella invece che camminare) è un vecchietto molto povero, che si considera non degno di vivere esattamente come tutti gli altri poveri. "Siamo tutti nati mali e malvagi" dice spesso, perchè è ciò che sente dire dai ricchi quando commentano notizie di morti, suicidi, omicidi o rapine da parte appunto della povera gente. Ma farà un bel percorso di maturazione e crescita. Ed il lettore con lui.

    said on