The Corrections

By

Publisher: HarperCollins Publishers

4.2
(5371)

Language: English | Number of Pages: 672 | Format: eBook | In other languages: (other languages) French , Spanish , German , Italian , Finnish , Portuguese , Swedish , Danish , Slovenian , Catalan , Dutch , Czech , Chi traditional

Isbn-10: 0007317999 | Isbn-13: 9780007317998 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Hardcover , Mass Market Paperback , Audio CD , Audio Cassette , School & Library Binding , Unbound , Others , Softcover and Stapled , Library Binding

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Humor

Do you like The Corrections ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

From the author of ‘Freedom’, a richly realistic and darkly hilarious masterpiece about a family breakdown in an age of easy fixes.

After fifty years as a wife and mother, Enid Lambert is ready to have some fun. Unfortunately her husband, Alfred, is losing his sanity, and their children have long since fled for the catastrophes of their own lives. As Alfred’s condition worsens and the Lamberts are forced to face their secrets and failures, Enid sets her heart on one last family Christmas.

Bringing the old world of civic virtue and sexual inhibition into violent collision with the era of hands-off parenting, do-it-yourself mental healthcare and globalised greed, ‘The Corrections’ confirms Jonathan Franzen as one of the most brilliant interpreters of the American soul.

Sorting by
  • 3

    Il più pulito c’ha la rogna (ma non è colpa sua) parte II

    ...Che poi in realtà sarebbe la parte I, visto che questo romanzo viene prima dell’altro di Franzen che mi ha ispirato questo pensiero, “Libertà”. Anche qui una famiglia problematica, storie che si in ...continue

    ...Che poi in realtà sarebbe la parte I, visto che questo romanzo viene prima dell’altro di Franzen che mi ha ispirato questo pensiero, “Libertà”. Anche qui una famiglia problematica, storie che si incrociano a contrappunto, vicende personali tratteggiate da tutti i punti di vista, analisi ficcanti e ritratti elaborati in poche parole.

    Il problema è che c’è troppa roba. Va bene parlare di tutto e cercare di essere massimamente esaurienti, ma quando, poco oltre la metà del libro quando ormai lo schema generale avrebbe dovuto essere definito e acquisito, mi sono trovato a leggere la rava e la fava di una famiglia italoamericana che c’entrava solo marginalmente con la storia della terza figlia della famiglia Lambert mi sono detto: cazzo, Franzen, datti una calmata con ‘sta smania di inclusività e di completezza!

    Che poi, peraltro, il libro è scritto bene, molte pagine sorprendono per la profondità e la descrittività di persone e situazioni. Ma l’impressione è che sia stato scritto senza un progetto, o meglio il progetto si sia formato solo nel corso della scrittura. “Libertà” l’ho trovato più conciso, con un’architettura meglio organizzata e pensata a priori.

    said on 

  • 4

    Il romanzo prende le mosse dal desiderio di una madre anziana della famiglia che si riunisce per il pranzo di Natale. Da qui, Jonathan Franzen affronta con sguardo cinico e linguaggio diretto tutti i ...continue

    Il romanzo prende le mosse dal desiderio di una madre anziana della famiglia che si riunisce per il pranzo di Natale. Da qui, Jonathan Franzen affronta con sguardo cinico e linguaggio diretto tutti i temi connessi ai rapporti familiari, alle illusioni e disillusioni del sogno americano, la modernità e la crisi di quei valori tanto proclamati quanto disattesi.
    Trama e temi affrontati sono trattati in maniera molto sapiente dall’autore americano, senza mai precipitare nella noia (rischio altissimo in questi casi) e mantenendo costantemente viva la curiosità del lettore sino alle pagine finali.

    said on 

  • 4

    Dedicato a chi ama i romanzi famigliare. Anche se proveniente dal midwest è facile immedesimarsi nella famiglia Lambert, nei conflitti e nelle ansie che dominano i vari componenti. Ognuno ha il propri ...continue

    Dedicato a chi ama i romanzi famigliare. Anche se proveniente dal midwest è facile immedesimarsi nella famiglia Lambert, nei conflitti e nelle ansie che dominano i vari componenti. Ognuno ha il proprio egoismo, il proprio punto di vista sulla vita, sulle relazioni personali e sui soldi..da qua il l'importanza del tempo come valore su cui costruiscono le loro priorità.Franzen delinea benissimo questi drammi familiari con la consapevolezza che per quanto si provi,non si cambia mai..

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    La contemporanea americana non rientra nei miei generi prediletti ma, devo dire, che questo libro mi è piaciuto veramente tanto.

    Non ha una trama vera e propria...la storia salta da un flash back all' ...continue

    La contemporanea americana non rientra nei miei generi prediletti ma, devo dire, che questo libro mi è piaciuto veramente tanto.

    Non ha una trama vera e propria...la storia salta da un flash back all'altro, da un ricordo improvviso a un sogno bizzarro, da un dissapore famigliare ad un abbraccio sincero, da una crociera di lusso ad una rapina a mano armata nell'Est Europa...ma i componenti di questa famiglia sono molto realistici e zeppi di paranoie, nevrosi e preoccupazioni ed è impossibile non affezionarsi a loro.

    Consigliato, anche se pensate che non sia il vostro genere.

    said on 

  • 5

    Un disperato tentativo di "correggere" gli altri più che se stessi. Un a serie di personaggi diversi tra loro e nel contempo sovrapponibili per alcuni sentimenti che li legano e li dividono nel conte ...continue

    Un disperato tentativo di "correggere" gli altri più che se stessi. Un a serie di personaggi diversi tra loro e nel contempo sovrapponibili per alcuni sentimenti che li legano e li dividono nel contempo. Bellissimo nella sua verbosità, ma incantevole nella capacità di tenere incollato alla lettura. La cosa curiosa che ho letto è stata la non realizzazione del film: i diritti d'autore vennero acquistata nel 2001 ed entrò in produzione poco dopo, ma subì una serie di arresti per essere infine abbandonata nel 2010…evidentemente anche qui le "correzioni" erano troppe;)!?

    said on 

  • 3

    buon libro.
    cerebrale e leggibile, anche lentamente.
    forse invogliato dalle grandi recensioni mi aspettavo molto di più anche se sicuramente la mia letteratura è un altro genere di introspezione.
    sicu ...continue

    buon libro.
    cerebrale e leggibile, anche lentamente.
    forse invogliato dalle grandi recensioni mi aspettavo molto di più anche se sicuramente la mia letteratura è un altro genere di introspezione.
    sicuramente un buon libro, ma l'entusiasmo durante la lettura non è arrivato mai

    said on 

  • 4

    Jonathan Franzen es un grandísimo escritor. Y además, lo es sin trampa ni cartón. Quien ha leído los clásicos rusos del s. XIX sabrá encontrar la visibilidad de su influencia. Pese a su conservadurism ...continue

    Jonathan Franzen es un grandísimo escritor. Y además, lo es sin trampa ni cartón. Quien ha leído los clásicos rusos del s. XIX sabrá encontrar la visibilidad de su influencia. Pese a su conservadurismo formal, el contenido de su obra es de un progresismo innegable (ver artículo al respecto de Jorge Carrión). Medio ambiente, igualdad sexual,…

    El problema de Las Correcciones es que lo he leído después de Libertad. Sin lugar a dudas, uno bebe del otro. La esencia es similar. La familia, su desestructuración y los microcosmos que rodean a cada ser humano en las ramificaciones vitales. La diferencia entre uno y otro es que mientras que en Libertad las diversificaciones de la trama principal se volvían tan interesantes o incluso más, en Las correcciones a veces resultan un poco aburridos. Si bien es cierto que ambas comparten la sincronía de un reloj suizo. Todo cuadra. Los barros tienen los lodos que lo justifican. Pero a veces son difícil de digerir.

    En cualquier caso, Las correcciones merece su lectura, por dura que a veces sea de digerir, sobre todo por la parte final.

    said on 

  • 4

    Duro. Affascinante. Un vero Romanzo.

    Ho combattuto con me stessa per finire questo romanzo. Da un lato mi intrigava, da un lato mi provocava rabbia, e dispiacere, quando metteva a nudo tanti aspetti crudi e duri che si ritrovano anche ne ...continue

    Ho combattuto con me stessa per finire questo romanzo. Da un lato mi intrigava, da un lato mi provocava rabbia, e dispiacere, quando metteva a nudo tanti aspetti crudi e duri che si ritrovano anche nella vita di ciascuno di noi. Non facile, forse troppo dettagliato qua e là. ma un romanzo con la R maiuscola.

    said on 

  • 3

    Troppo prolisso

    La storia di questa famiglia non può non suscitare interesse, empatia e commozione. Senza contare che viene raccontata anche con una certa dose di velato umorismo che io personalmente apprezzo sempre. ...continue

    La storia di questa famiglia non può non suscitare interesse, empatia e commozione. Senza contare che viene raccontata anche con una certa dose di velato umorismo che io personalmente apprezzo sempre.
    Le relazioni, come in tutte le famiglie, sono complicate e spesso il non detto genera fraintendimenti che rischiano di compromettere i rapporti. Ogni genitore vorrebbe che i propri figli fossero "perfetti", che conducessero una vita di successo e appagante. Enid e Alfred non fanno eccezione, anzi esagerano con le loro correzioni alle vite dei figli. Tuttavia ci sarà un momento in cui tutti i nodi verranno al pettine e cadranno un po' di maschere.
    La storia è molto triste, ma densa di significato ed estremamente realistica. Ciò che non ho sopportato è l'eccessiva prolissità dell'autore. Penso che il libro ci avrebbe guadagnato se avesse avuto la metà delle pagine. Ci sono digressioni fin troppo tecniche che francamente potevano essere evitate.

    said on 

  • 5

    Amaro. Triste. Eccezionale.

    Quella che si presenta come un intreccio di vite ordinarie si rivela poi essere un pugno nello stomaco. Questo libro trasuda amarezza e disillusione da ogni riga. Mi ha fatto piangere, arrabbiare, chi ...continue

    Quella che si presenta come un intreccio di vite ordinarie si rivela poi essere un pugno nello stomaco. Questo libro trasuda amarezza e disillusione da ogni riga. Mi ha fatto piangere, arrabbiare, chiudere gli occhi più volte nel tentativo di non collegare cio’ che stavo leggendo con cio’ che la mia famiglia sta vivendo. A dispetto dello sforzo emotivo, ho divorato questo libro con ferocia, scorrendo avidamente ogni metafora, ogni ricercatissima parola, ogni snodo. L’ho adorato immensamente. Lo consiglio con il cuore.

    said on 

Sorting by
Sorting by