The Dark Tower, Book 3

The Waste Lands

By

Publisher: New English Library

4.2
(3161)

Language: English | Number of Pages: 624 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Chi simplified , Italian , Chi traditional , German , French , Portuguese , Dutch , Swedish , Polish , Czech , Hungarian , Japanese , Greek , Russian

Isbn-10: 0340832258 | Isbn-13: 9780340832257 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Mass Market Paperback , Audio CD , Audio Cassette , Library Binding , School & Library Binding , eBook

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like The Dark Tower, Book 3 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 0

    Terzo volume della saga della Torre nera.
    E che cazzo!
    Le prime parole che ho pensato appena finito il libro.
    E’ vero che ogni saga, a meno che non si arrivi alla tappa finale, prevede un finale apert ...continue

    Terzo volume della saga della Torre nera.
    E che cazzo!
    Le prime parole che ho pensato appena finito il libro.
    E’ vero che ogni saga, a meno che non si arrivi alla tappa finale, prevede un finale aperto ad ulteriori sviluppi, però qui la narrazione si spezza nel bel mezzo dell’avventura, lasciando il tutto in sospeso, mentre Blaine il Mono è in corsa e la sfida degli indovinelli è stata appena accettata.
    E mò per forza devo cominciare il quarto, almeno per sapere su quale indovinello si incepperà Blaine, dando per scontato che perderà la sfida.

    Blaine è un treno. E’ il mezzo che permetterà – lo dicono i sogni – al pistolero e ai suoi compagni di superare la città di Lud e le terre desolate per proseguire verso la Torre Nera.
    Rispetto ai volumi precedenti, il ritmo è molto più veloce, adrenalinico – il timbro più fantascientifico e post apocalittico – elementi meccanici che ingombrano e prendono lo spazio del sogno e del mito, dal gigantesco orso guardiano del Vettore, alla casa che prende vita anzi che prende la vita al treno stesso, un’entità “pensante” e malvagia; si accentua la vena horror e splatter (mappate di vermi, bubboni, fiati pestilenziali, escrescenze purolente – Gasher, uno degli abitanti del sottosuolo della città di Lud è orripilante e disgustoso); i paesaggi, e soprattutto la città di Lud, sono devastati dalla corruzione e dalla putretudine, vere terre desolate.
    Il trionfo dell’inquietante “fantastico”.

    Però troncare così la storia è proprio una malignata.
    La follia di Blaine il malandrino ha infettato King, che vuole “lo stesso affermare che la conclusione di questo terzo volume ha colto di sorpresa me quanto accadrà certamente ad alcuni miei lettori”, come dice nella nota finale.
    Certo che non gli credo.
    Maleducato, King.
    Si può perdonare la maleducazione in assenza totale di stupidità, anzi in presenza di cotale lussureggiante e perversa immaginazione?
    Si può, si può.
    (vado con il quarto a suon di Velcro Fly)

    said on 

  • 4

    Sono troppo preso da questa saga.
    Non ho lucidità per scrivere in maniera neutrale. Ho appena finito questo 'Terre desolate' e mi sento ancora a bordo di Blaine...e adesso inizio 'La sfera del buio'. ...continue

    Sono troppo preso da questa saga.
    Non ho lucidità per scrivere in maniera neutrale. Ho appena finito questo 'Terre desolate' e mi sento ancora a bordo di Blaine...e adesso inizio 'La sfera del buio'.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Terzo libri della saga "la torre nera", come sempre Stephen King ti lascia senza parole, libro scorrevole e piacevole da leggere.
    Finalmente ricompare Jake, inizia un po' a movimentarsi la situazione; ...continue

    Terzo libri della saga "la torre nera", come sempre Stephen King ti lascia senza parole, libro scorrevole e piacevole da leggere.
    Finalmente ricompare Jake, inizia un po' a movimentarsi la situazione; finale che ti lascia con il fiato sospeso tutti su Blaine il mono in viaggio lungo il vettore... comprerò subito il continuo!!!

    said on 

  • 4

    il vaso di pandora è finalmente straripato e King ha iniziato a scoprire realmente le sue carte. Al terzo capitolo della saga, La Torre Nera verte immancabilmente verso una quadratura dei tanti punti ...continue

    il vaso di pandora è finalmente straripato e King ha iniziato a scoprire realmente le sue carte. Al terzo capitolo della saga, La Torre Nera verte immancabilmente verso una quadratura dei tanti punti di domanda disseminati nei precedenti due capitoli e cinge con ampie braccia un mondo immenso, atemporale ma pur con qualche punto di riferimento. Un libro incandescente come la fiamma dell'avventura che lo anima. Ora che i tratti dei personaggi sono "ben" definiti e i margini della storia "comprensibili", King non fa altro che spostare il pendolo della sua sfrenata fantasia dal fantasy al macabro con tutta la foga di chi oltre a scrivere, cogita violentemente e con passione un grande romanzo. Al momento il migliore dei tre che ho letto.

    said on 

  • 4

    Historias paralelas

    Rolando y su ka-tet siguen su camino hacia la torre oscura. Es un trayecto difícil y atestado de peligros... pero no importa... nada importa.
    En esta tercera novela de la serie, el autor, explota al m ...continue

    Rolando y su ka-tet siguen su camino hacia la torre oscura. Es un trayecto difícil y atestado de peligros... pero no importa... nada importa.
    En esta tercera novela de la serie, el autor, explota al máximo la técnica narrativa de historias paralelas. En varias ocasiones nos relata caminos o historias que van sucediendo separadamente pero al mismo tiempo, para converger en un único y final momento de dramática conjunción.
    100% recomendable. Un poco cansador por veces. Un poquito largo. Pero lectura obligada.

    said on 

  • 4

    Sempre meglio

    Il terzo capitolo della saga è splendido. Un susseguirsi di emozioni, mai un attimo di pausa eppure c'è modo di vedere l'interiorità dei personaggi meglio che nei precedenti.
    Ormai fermarmi mi è impos ...continue

    Il terzo capitolo della saga è splendido. Un susseguirsi di emozioni, mai un attimo di pausa eppure c'è modo di vedere l'interiorità dei personaggi meglio che nei precedenti.
    Ormai fermarmi mi è impossibile.
    Bravo Re!

    said on 

  • 5

    Olan

    Childe Roland alla Torre Nera giunse.
    Ognuno di noi ha la sua Torre Nera, ognuno lotta per arrivarci.

    Non so se sarò saggio come Roland, o furbo come Eddie, o generoso come Susannah, o coraggioso come ...continue

    Childe Roland alla Torre Nera giunse.
    Ognuno di noi ha la sua Torre Nera, ognuno lotta per arrivarci.

    Non so se sarò saggio come Roland, o furbo come Eddie, o generoso come Susannah, o coraggioso come Oy...spero solo di arrivarci un giorno, alla mia Torre Nera.

    Dico grazie King.

    said on 

  • 4

    Salto di Qualità!

    Finalmente direi che "la storiella" si fa romanzo, ho impiegato due mesi a leggerlo non per la lettura in sè ma per la mancanza di tempo di questo periodo.. e anzi, proprio la qualità della storia mi ...continue

    Finalmente direi che "la storiella" si fa romanzo, ho impiegato due mesi a leggerlo non per la lettura in sè ma per la mancanza di tempo di questo periodo.. e anzi, proprio la qualità della storia mi ha fatto tener duro nel continuare la lettura.

    Bello il viaggio dei tre protagonisti tra orsi meccanici e lezioni da pistolero, mi è piaciuto parecchio anche l'ingresso in scena del ragazzo Jake Chambers e il suo ingresso nel medio mondo.

    Un ulteriore passo in avanti si ha con l'ingresso nella città di Lud, con Jake rapito e liberato da Roland ed Eddie e Susanna che conoscono Blaine il Mono, un treno rosa ma anche una stupenda macchina schizzata che ha il controllo della città...

    Mezzo voto in più per Oy ;)

    Tutti in carrozza si parte... con la speranza di trovare un indovinello davvero difficile per aver salva la vita.

    said on 

  • 4

    Lectura amena con socavones

    Tercera entrega de la saga y que comparte similitudes con las anteriores, con lo que junto a partes donde la acción lleva muy buen ritmo, dejándose leer muy bien, también hay "baches", donde la histor ...continue

    Tercera entrega de la saga y que comparte similitudes con las anteriores, con lo que junto a partes donde la acción lleva muy buen ritmo, dejándose leer muy bien, también hay "baches", donde la historia se evade, recordándome demasiado al primer libro, que resultó hasta costoso de terminar. Por fortuna estos baches y algún que otro personaje secundario difícil de soportar, significan poco en el total de un libro bastante largo y el conjunto resulta entretenido, de fácil lectura y con sorpresas narrativas, algo muy de agradecer.

    said on 

  • 5

    Eccezionale. Mi sono ritrovato a leggere un'avventura con dei personaggi che sognavo da piccolo. La storia che avrei voluto vivere da bambino. King non ha perso il contatto con il cosiddetto fanciullo ...continue

    Eccezionale. Mi sono ritrovato a leggere un'avventura con dei personaggi che sognavo da piccolo. La storia che avrei voluto vivere da bambino. King non ha perso il contatto con il cosiddetto fanciullo interiore, non ha dimenticato di quando è stato bambino, insomma. Una terza parte strepitosa. Non può che migliorare.

    said on 

Sorting by