Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Discovery of Insulin

By

Publisher: McClelland and Stewart, 1996

4.0
(1)

Language:English | Number of Pages: 304 | Format: Paperback

Isbn-10: 0771015607 | Isbn-13: 9780771015601 | Publish date: 

Also available as: Others

Do you like The Discovery of Insulin ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    Libro affascinante sulla scoperta (controversa) dell'insulina

    Questo libro è la storia di come l'unione e la condivisione delle idee riesca a svelare i misteri della vita per il bene dell'umanità. Bliss non è solo uno storico della scienza, ma è un documentalista di grande spessore, un narratore che rapisce il lettore senza mai travisare il senso scientific ...continue

    Questo libro è la storia di come l'unione e la condivisione delle idee riesca a svelare i misteri della vita per il bene dell'umanità. Bliss non è solo uno storico della scienza, ma è un documentalista di grande spessore, un narratore che rapisce il lettore senza mai travisare il senso scientifico. E' storia di come è stata scoperta l'insulina, ma anche di come è stato possibile ri-usare i risultati delle scoperte precedenti (della fine del 1800) entro un metodo applicabile concretamente ai pazienti a cui era stato diagnosticato il diabete. E' la commovente vicenda di pazienti a cui questi ricercatori hanno donato la possibilità di rinascere a nuova vita. Vi sono foto e diari, i taccuini di Banting con le sue idee ipotizzate, i resoconti degli esperimenti....
    Carismatiche le figure che ruotano attorno a questa scoperta - pari forse solo alla scoperta degli antibiotici - e cui cui ancora oggi si parla per le questioni correlate alla controversia sulla proprietà intellettuale. Banting, Best, Collip e Macleod priorità intellettuale e assegnazione del premio Nobel nel 1923 a Banting e Macleod, che fece tanto infuriare Banting perché sosteneva che dovesse andare anche a Best (il più giovane) tale riconoscimento. La famosa foto col il cane di Banting e Best è passata alla storia ed è un chiaro riferimento che li definisce come i due inventori chiave. Ma senza Collip, che seppe purificare in laboratorio l'estratto pancreatico in insulina saremmo ancora fermi al 1922... Banting fu però il genio... e Bliss ci offre la sua figura in modo mirabile. "Nel 1920, Banting, reduce dalla guerra in Francia, dove ha acquisito grande abilità chirurgica, fidanzato poco affidabile, è dimostratore di fisiologia all'Università di London - Ontario (Canada). La sera del 31 ottobre legge un articolo scientifico di Moses Barron, ne è affascinato e alle 2 di notte annota sul suo taccuino: ""Diabetus". Legare i dotti pancreatici nel cane, tenerlo in vita finché gli acini degenerano lasciando intatte le isole. Cercare di trarre da queste la secrezione interna e curare con essa la "glucosurea" ". Lo spelling dei termini latini è zoppicante, ma il disegno è preciso e la fiducia è irremovibile"...

    said on