Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Dreamers

By Gilbert Adair

(363)

| Others | 9788817873000

Like The Dreamers ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Parigi, 1968. Matthew, un diciannovenne americano di provincia, arriva a Parigi per studiare cinema e frequenta il tempio della sua passione, la Cinémathèque Française. Qui conosce una coppia di gemelli diciassettenni, Théo e Isabelle, che lo invitan Continue

Parigi, 1968. Matthew, un diciannovenne americano di provincia, arriva a Parigi per studiare cinema e frequenta il tempio della sua passione, la Cinémathèque Française. Qui conosce una coppia di gemelli diciassettenni, Théo e Isabelle, che lo invitano a trasferirsi nella loro casa. Nella soffocante reclusione di un appartamento tutto per loro, i tre ragazzi esplorano l'amore, il sesso e se stessi: Matthew viene attratto nella relazione incestuosa che unisce i due gemelli, ed è sedotto sia da Isabelle sia da Théo. Un sasso che rompe un vetro dell'appartamento rivela ai tre ragazzi che è scoppiata la rivolta del Maggio '68. Scendono in strada, e la loro vita sarà travolta dal sogno crudele della rivoluzione.

28 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Uno dei pochi casi in cui il film supera il romanzo. Una lettura comunque piacevole a cui va il merito di aver inventato una storia affascinante e a tratti pruriginosa che ha forse il limite di suscitare maggiori entusiasmi nei lettori coetanei dei p ...(continue)

    Uno dei pochi casi in cui il film supera il romanzo. Una lettura comunque piacevole a cui va il merito di aver inventato una storia affascinante e a tratti pruriginosa che ha forse il limite di suscitare maggiori entusiasmi nei lettori coetanei dei protagonisti.

    Is this helpful?

    The Secret History said on Mar 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ottimo romanzo di debutto per Aadair che narra delle passioni sessuali, politiche e sentimentali di tre giovani ragazzi a Parigi durante il maggio del '68. Una forte sensualità tiene legati i tre protagonisti, che si rinchiudono in un loro piccolo mo ...(continue)

    Ottimo romanzo di debutto per Aadair che narra delle passioni sessuali, politiche e sentimentali di tre giovani ragazzi a Parigi durante il maggio del '68. Una forte sensualità tiene legati i tre protagonisti, che si rinchiudono in un loro piccolo mondo, mentre all'esterno quello reale sta profondamente ed inevitabilmente cambiando proprio come loro. Mattehw, Theò e Isabelle lo scopriranno nel modo più imprevedibile e crudele, ma che li aiuterà a crescere e ritornare alla vita vera.

    "la volgarità è solo negli occhi di chi legge"

    Is this helpful?

    Cindeerella said on Nov 29, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Donc, se non fossi una mezza Rats mi verrebbe da dire che questo romanzo è un tantino pretenzioso e pomposo nella scrittura, ma, siccome ho il giusto livello di cinefilia per apprezzarlo, per me è pura magia.

    Is this helpful?

    Tatiana Bashment-ta said on Nov 15, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "[...] c'era un film cui era rimasto fedele, Bande à part di Godard, in una delle scene i tre personaggi principali corrono attraverso le sale e i corridoi del Louvre nel tentativo di battere il record della visita più veloce al museo (nove mi ...(continue)

    "[...] c'era un film cui era rimasto fedele, Bande à part di Godard, in una delle scene i tre personaggi principali corrono attraverso le sale e i corridoi del Louvre nel tentativo di battere il record della visita più veloce al museo (nove minuti e quarantacinque secondi). Isabelle suggerì di emulare l'impresa.
    [...] "Via!" gridò Théo.
    Girarono gli angoli con una gamba sollevata come Charlie Chaplin. Fecero trasalire i custodi appisolati. Dispersero i gruppi di turisti delle visite guidate. I capolavori guizzavano loro accanto. Vergini sole i con Bambino, Crocifissioni, Sant'Antonio e San Gerolamo, quadri del Beato Angelico avvolti in foglia d'oro come cioccolatini al liquore, impertinenti putti dal naso all'insù intenti a sprimacciare le nuvole come cuscini e a ingaggiare battaglie analoghe a quelle che scoppiano nei dormitori dopo che è stata spenta la luce, la Monna Lisa, la Nike di Samotracia, la Venere di Milo - cui strapparono le braccia sfrecciandole accanto, Isabelle davanti a Théo e Matthew che, dopo una partenza lenta, avanzava con andatura regolare verso l'interno - autoritratti di Rembrandt, monaci di El Greco, La zattera della medusa e poi - in dirittura d'arrivo, quando ormai erano testa a testa, tutti e tre insieme per un fotofinish - le signore della Grande Jatte, simili a centauri, che si riparavano dal puntinismo sotto i parasole ornati di gale.
    Non si urtarono mai, non misero mai il piede in fallo, non volarono mai tra le braccia di un custode. Avevano talento per i miracoli come altri hanno talento per gli affari, e batterono il record di quindici secondi!"

    Is this helpful?

    gab sélavy said on Sep 3, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Così come il film , anche il libro non mi ha detto nulla. Vagamente poetico a momenti, ma in generale, insipido.

    Is this helpful?

    Rotten said on Mar 31, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La lettura è stata scorrevole ma sicneramente l'ho trovato inconclusionato.
    L'inizio mi aveva preso, ma verso la fine la mia attenzione ha cominciato a scemare

    Is this helpful?

    Novacaineoverthetrip said on Jan 14, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book