Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Fault in Our Stars

By

Publisher: Penguin Putnam Inc

4.2
(3466)

Language:English | Number of Pages: 324 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Spanish , German , Italian , Portuguese , Catalan , Chi traditional , French , Dutch

Isbn-10: 0525478817 | Isbn-13: 9780525478812 | Publish date: 

Also available as: eBook , Paperback , Others , Audio CD

Category: Fiction & Literature , Romance , Teens

Do you like The Fault in Our Stars ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    Precioso

    Un libro que te envuelve en un amor difícil y consigue que lo entiendas. Un final sobrecogedor pero tan bonito como la historia en sí. Muy aconsejable para cualquier persona.

    said on 

  • 4

    "We made the story funny. You have a choice in this world, I believe, about how to tell sad stories, and we made the funny choice."

    Okay, here is the thing with me: I'm not one for tears. Meaning that I'd rather bury my head under my pillow for the rest of my days than showing anyone any bit of vulnerability. The thing is, in that ...continue

    Okay, here is the thing with me: I'm not one for tears. Meaning that I'd rather bury my head under my pillow for the rest of my days than showing anyone any bit of vulnerability. The thing is, in that 'anyone', myself is included.

    What scares me in the first place is that my lack of involvement is eveything but pretended. The party popper who bleahs -that's not even a word, but still- while her female friends watch the romantic movie on call all heart-eyed? That's me. So please believe me when I say that I do not fancy sickly sweet (I never said I wasn't one for gallows humor either), cheesy, mushy, tear-jerking stories, whether they're about love or not, but given that modern romance features by definition all the attributes above even too often, well, you easily guess why I tend to keep these kind of novels at bay. And so please believe me, if The Fault in Our Stars utterly featured those attributes too, I wouldn't even be wasting time writing these messed-up words of mine. The book actually is a little trivial in some points, a little predictable in others, but I found that frogivable afterall. So I hope you appreciate my attempt at inner-self-honesty and shut the hell up while I try not to be the sarky and tough girl I usually am, or try to be.
    (Ok, that was pretty rude maybe, but I'm really trying, and that makes me nervous. Thank you for your cooperation.)

    The first thing to say about this novel, the most easy and yet hard one, is that it tells a beautiful love story. And with 'beautiful' I want to convey you the idea of something soft, warm, enchanting and embracing, the idea of something made too delicious for real reality to bear. It feels as if ours was a reversed universe, and it was the Earth itself the frail thing unable to substain the featherweight of enamoured people's affection, just like the myth of Atlas, the Titan holding up the world, only that Atlas is the love and the world crushes him/it only for the sheer accident of being, an unavoidable event marked by its ontological necessity. In poor words, it's a side effect of existing.

    Yes, love being star-crossed is a side effect of existing. And it sucks. But the point is, all the in-between, everything there is from falling to hating or breaking or also, yes, dying, all those things don't. You can love your life even despite knowing it is going to end; you can love your love despite knowing it will go down exactly the same. Both things we do beacuse what we're in love with are life and love themselves.

    It tears my heart that it takes so much to know, that once we have experienced the world it means we are doomed to suffer from loss. It tears my heart that being infinite does not mean lasting forever. But it relieves me that this way we have no choice: live, enjoy, suffer. If we had, I think we would be tempted to skip the first two steps in the hope to skip the third one too; which, I'm afraid, we couldn't.

    "I believe the universe wants to be noticed. i think the universe is improbably biased toward consciousness, that it rewards intelligence in part because the universe enjoys its elegance being observed."

    The universe, like Augustus, is a self-aggrandizing bastard. Not for this I would refuse my front-row seat.
    Hazel, in spite of everything, certainly didn't.

    said on 

  • 4

    E' stato il primo romanzo di questo autore e devo dire che non mi è per nulla dispiaciuto. Non impegnativo e abbastanza scorrevole. Sono invece rimasta delusa leggendo Cercando Alaska che non consigli ...continue

    E' stato il primo romanzo di questo autore e devo dire che non mi è per nulla dispiaciuto. Non impegnativo e abbastanza scorrevole. Sono invece rimasta delusa leggendo Cercando Alaska che non consiglierei per nulla.
    "Non posso parlare della nostra storia d'amore, quindi vi parlerò di matematica. Non sono un matematico, ma una cosa la so: ci sono infiniti numeri tra 0 e 1. Alcuni infiniti sono più grandi di altri infiniti. Ci sono dei giorni, e sono molti, in cui mi pesano le dimensioni della mia serie infinita. Vorrei più numeri di quanti è probabile che n vivrò, e Dio, voglio più numeri per Augustus Waters di quelli che gli sono stati concessi. Ma Gus, amore mio, non riesco a dirti quanto ti sono grata per il nostro piccolo infinito. Non lo cambierei con niente al mondo. Mi hai regalato un per sempre dentro un numero infinito, e di questo ti sono grata."
    "Ma io credo nel vero amore, capisci? Non credo che a tutti sia concesso di tenersi i propri occhi o di non ammalarsi, ma tutti dovrebbero avere un vero amore, e dovrebbe durare almeno quanto dura la tua vita."

    said on 

  • 5

    Libro fantastico!!! Non la solita storia d'amore.
    Trama divertente e triste allo stesso tempo. Non è il miglior libro del mio amato John Green ma di sicuro all'altezza delle mie aspettative.
    Molti pen ...continue

    Libro fantastico!!! Non la solita storia d'amore.
    Trama divertente e triste allo stesso tempo. Non è il miglior libro del mio amato John Green ma di sicuro all'altezza delle mie aspettative.
    Molti pensano che sia una storia d'amore e basta ma in realtà questo libro insegna cose molto importanti quali vivere senza pensare al futuro e saper assaporare ogni momento della vita. Colpa delle stelle è uno dei libri piú brillanti che ho letto nella mia vita.

    said on 

  • 5

    Straziante

    Straziante è la parola giusta per descrivere questo libro. Fa male, un male tremendo al cuore per il realismo con cui l'autore ci racconta un incubo.
    Haziel e Gus sono due protagonisti che si tengono ...continue

    Straziante è la parola giusta per descrivere questo libro. Fa male, un male tremendo al cuore per il realismo con cui l'autore ci racconta un incubo.
    Haziel e Gus sono due protagonisti che si tengono stretti al cuore.

    said on 

  • 4

    Alcuni libri sono più infiniti di altri libri

    Divertente e sicurmante commovente per la sua drammaticità che però grazie al cielo non portata all'esasperazione per farti soffocare nel tuo letto sommersa da clinex.
    È una felicitá drammatica quella ...continue

    Divertente e sicurmante commovente per la sua drammaticità che però grazie al cielo non portata all'esasperazione per farti soffocare nel tuo letto sommersa da clinex.
    È una felicitá drammatica quella che accompagna i due protagonisti, ma è pur sempre felicità. E tu la senti. E piangi, e sorridi. E piangi ancora. E dici " ok, sto impazzendo" e invece no, è che ti piace come riescano a vivere la vita in quel modo nonostante tutto. Ti piace la simpatia di Augustus, e pensi " voglio conoscerlo".
    Ti piace il mix di rabbia e dolcezza che è lei, Hazel. Ogni tanto ti viene voglia di abbracciarla.
    La vita a volte è ingiusta, ma quello che toglie poi rida, sempre con un valore aggiunto. Non è mai un vuoto a perdere e ne vale sempre la pena alla fine.

    said on 

  • 2

    Sopravalutato

    Ho letto questo libro perchè era diventato famoso con il film, che non ho visto, ma mi ha delusa. Il libro è scritto in maniera talmente banale e leggera da annoiarmi. Se non fosse per la malattia dei ...continue

    Ho letto questo libro perchè era diventato famoso con il film, che non ho visto, ma mi ha delusa. Il libro è scritto in maniera talmente banale e leggera da annoiarmi. Se non fosse per la malattia dei ragazzi sarebbe davvero un libro banalissimo.

    said on 

  • 3

    Tema difficilissimo

    Il cancro. già di per sè, è un tema ostico da affrontare in un libro, senza correre il rischio di scadere nel patetico o banale. Poi, se i protagonisti sono degli adolescenti, tutto si complica maggio ...continue

    Il cancro. già di per sè, è un tema ostico da affrontare in un libro, senza correre il rischio di scadere nel patetico o banale. Poi, se i protagonisti sono degli adolescenti, tutto si complica maggiormente. Ho letto questo libro di Greene dopo un'attesa infinita per riceverlo dalla biblioteca, carica di aspettative, in un periodo particolare della mia vita, e mi sono ritrovata in tantissime frasi e aspetti del libro: il dolore per le terapie che non funzionano, l'angoscia dei familiari, la voglia di mollare tutto, la forza di reagire, l'inevitabile fine a cui non si è mai pronti, anche se sai che arriverà... Però è tutto troppo scontato, troppo "leggero" quasi, e l'autore stesso se ne scusa nei ringraziamenti finali.

    - Vorrei più numeri di quanti è probabile che ne vivrò, e Dio, voglio più numeri per Augustus Waters di quelli che gli sono stati concessi. Ma Gus, amore mio, non riesco a dirti quanto ti sono grata per il nostro piccolo infinito. Non lo cambierei con niente al mondo. Mi hai regalato un per sempre dentro un numero finito, e di questo ti sono grata.
    - Un infermiere è entrato e mi ha detto che dovevo uscire, che non era consentita la presenza di visitatori, e io gli ho chiesto come stava e il tipo ha detto: "Sta ancora accumulando acqua". Una benedizione nel deserto, una maledizione nell'oceano.
    - Non puoi scegliere di essere ferito in questo mondo, ma hai qualche possibilità di scegliere da chi farti ferire.

    said on 

  • 4

    Storia d'amore per ragazzi

    Hazel e Augustus. Due giovani ragazzi non ancora maggiorenni accomunati da uno stesso negativo destino: malati di due forme diverse di cancro. Si incontrano per caso, si piacciono per caso, si innamor ...continue

    Hazel e Augustus. Due giovani ragazzi non ancora maggiorenni accomunati da uno stesso negativo destino: malati di due forme diverse di cancro. Si incontrano per caso, si piacciono per caso, si innamorano per caso.
    "Colpa delle stelle" di John Green è una carina storia d'amore adolescenziale, ordinaria ma diversa dal solito, a causa delle forte presenze esistenziali nel racconto.

    said on 

Sorting by