Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Girl Who Played with Fire

By

Publisher: MacLehose Press

4.2
(17217)

Language:English | Number of Pages: 608 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Danish , Swedish , German , Norwegian , French , Italian , Spanish , Catalan , Portuguese , Chi traditional , Finnish , Dutch , Czech , Polish , Romanian

Isbn-10: 1906694184 | Isbn-13: 9781906694180 | Publish date: 

Translator: Reg Keeland

Also available as: Hardcover , Softcover and Stapled , Mass Market Paperback , Others , Audio CD , eBook

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like The Girl Who Played with Fire ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Lisbeth Salander is a wanted woman. Two Millennium journalists about to expose the truth about sex trafficking in Sweden are murdered, and Salander's prints are on the weapon. Her history of unpredictable and vengeful behaviour makes her an official danger to society - but no-one can find her. Mikael Blomkvist, editor-in-chief of Millennium, does not believe the police. Using all his magazine staff and resources to prove Salander's innocence, Blomkvist also uncovers her terrible past, spent in criminally corrupt institutions. Yet Salander is more avenging angel than helpless victim. She may be an expert at staying out of sight - but she has ways of tracking down her most elusive enemies.
Sorting by
  • 4

    Premetto che non sono un'appassionata di gialli,la trilogia di Larsson è un capolavoro,ben scritta,coinvolgente,non banale. Ho apprezzato anche le versioni cinematografiche,nel complesso davvero un'ottima opera!

    said on 

  • 4

    Leggendo questo libro ho impiegato davvero bene il mio tempo. Interessante, coinvolgente..scrittura semplice escorrevole. L'unico appunto sul finale..molto rocambolesco e poco realistico.

    said on 

  • 4

    Anatomia di un pregiudizio..

    Si tratta della continuazione del primo libro "Uomini che odiano le donne"...
    Forse in questo caso, non si può dire che è altrettanto piacevole e scorrevole, ma è comunque un libro interessante, per i risvolti psicologici che evidenzia...chissà perchè per quali ragioni sconosciute, per l'oc ...continue

    Si tratta della continuazione del primo libro "Uomini che odiano le donne"...
    Forse in questo caso, non si può dire che è altrettanto piacevole e scorrevole, ma è comunque un libro interessante, per i risvolti psicologici che evidenzia...chissà perchè per quali ragioni sconosciute, per l'occhio ingiusto dell'essere umano, la persona diversa è sempre colpevole, a prescindere dalla verità, a prescindere dagli avvenimenti...più o meno veritieri che la riguardano...
    Ed ecco che emerge la figura di Lisbeth, centro di questa vicenda che l'autore descrive in questo libro, che a parere della polizia è colpevole...perchè è sociopatica...perchè da piccola ha dato fuoco al padre....perchè è una creatura che le brutture della vita hanno reso violenta e a parere degli psichiatri pericolosa...
    E la personalità di Lisbeth, eroina discussa da tutti, viene esaltata dallo scrittore, coronata dalla nostra pietà e in un certo qual modo da qualcuno di noi invidiata ed ammirata...perchè nessuna di noi donne potrebbe compiere le sue favolose imprese...
    Picchiare un uomo? Un persecutore, un violentatore, un molestatore? E' uno dei miei desideri segreti, spero che nessuno si scandalizzi ed è per questo che a me il personaggio di Lisbeth, piace moltissimo...
    Da leggere...consigliato sopratutto alle donne..
    Saluti.
    Ginseng666

    said on 

  • 4

    gran bel libro

    Un gradino sotto "Uomini che", però sempre un bel libro, che va in crescendo nel finale, cosa non comune. E mantiene sempre la tensione una volta trovato il diapason giusto dopo le incertezze nella fase pre omicidi. Poi bello e incalzante, con i fili che si tirano al momento giusto (e quelli in s ...continue

    Un gradino sotto "Uomini che", però sempre un bel libro, che va in crescendo nel finale, cosa non comune. E mantiene sempre la tensione una volta trovato il diapason giusto dopo le incertezze nella fase pre omicidi. Poi bello e incalzante, con i fili che si tirano al momento giusto (e quelli in sospeso che si perdono senza intralciare)

    said on 

  • 5

    真是太好看的一本書
    故事終於在這而得到一個解謎
    雖然很厚,但讓人忍不住一直一直的看下去
    雖然我偷偷的翻到最後一頁一探究竟
    還是會乖乖的回到前頭一頁一頁拜讀
    每個關鍵都不想遺漏
    每個細節都交代得很清楚不馬虎
    是非常引人入勝的書
    現在我要往第三集去看怎麼完美畫上句點
    很期待唷^^

    said on 

  • 5

    Il secondo volume della trilogia di Millennium si conferma bello quanto il primo: settecentocinquantaquattro pagine che ho divorato in men che non si dica. Mi è piaciuto veramente tutto: la trama, i personaggi, lo stile, il tema, il poliziesco, l’introspezione… c’è qualche piccolo difettuccio ma ...continue

    Il secondo volume della trilogia di Millennium si conferma bello quanto il primo: settecentocinquantaquattro pagine che ho divorato in men che non si dica. Mi è piaciuto veramente tutto: la trama, i personaggi, lo stile, il tema, il poliziesco, l’introspezione… c’è qualche piccolo difettuccio ma li perdono a Larsson più che volentieri per via di tutto il resto che è una lettura straordinaria!

    http://www.naufragio.it/iltempodileggere/17705

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Quanto è stato aggrovigliato questo secondo volume! Continuano a farmi un po' impressione l'allegra promiscuità e le violenze sessuali che a quanto pare sono (quasi) perfettamente normali in Svezia, ma a parte questo niente da dire, Larsson sapeva scrivere ed è un vero peccato non possiamo più av ...continue

    Quanto è stato aggrovigliato questo secondo volume! Continuano a farmi un po' impressione l'allegra promiscuità e le violenze sessuali che a quanto pare sono (quasi) perfettamente normali in Svezia, ma a parte questo niente da dire, Larsson sapeva scrivere ed è un vero peccato non possiamo più avere suoi nuovi lavori. Non mi aspettavo il finale aperto, ancora in medias res: credevo la trilogia sarebbe stata una serie di vicende legate dai personaggi, ma sostanzialmente autoconclusive, e invece siamo nella migliore tradizione delle trilogie anche cinematografiche, con il primo episodio che "finisce" e il secondo strettamente legato al terzo. Il che significa che devo affrettarmi a trovare l'ultimo volume, devo sapere come si conclude!!!

    said on 

  • 5

    "Cosa può raccontare un libro di così tante pagine?"

    "Cosa può raccontare un libro di così tante pagine?"
    E' la prima cosa che ho pensato quando l'ho visto.
    Titubante l'ho preso in mano, una pagina, due....... e fu così che passai giorno e notte con gli occhi incollati alle pagine.
    Non mi aspettavo un giallo tanto bello soprattutt ...continue

    "Cosa può raccontare un libro di così tante pagine?"
    E' la prima cosa che ho pensato quando l'ho visto.
    Titubante l'ho preso in mano, una pagina, due....... e fu così che passai giorno e notte con gli occhi incollati alle pagine.
    Non mi aspettavo un giallo tanto bello soprattutto scritto da una mano svedese.
    Lo consiglio a chiunque non lo abbia ancora letto.

    said on 

Sorting by