Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Giver

By

Publisher: Listening Library

4.3
(437)

Language:English | Number of Pages: | Format: Audio Cassette | In other languages: (other languages) Spanish , German , French , Portuguese , Korean

Isbn-10: 055347359X | Isbn-13: 9780553473599 | Publish date:  | Edition Unabridged

Also available as: Paperback , Audio CD , Hardcover , School & Library Binding , Library Binding , Unbound , eBook , Others

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like The Giver ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Jonas's world is perfect. Everything is under control. There is no war or fear of pain. There are no choices. Every person is assigned a role in the community. When Jonas turns 12 he is singled out to receive special training from The Giver. The Giver alone holds the memories of the true pain and pleasure of life. Now, it is time for Jonas to receive the truth. There is no turning back.
Sorting by
  • 0

    In una società distopica in cui il mondo è diviso in Comunità, il piccolo Jonas è prossimo alla cerimonia annuale secondo la quale, questa volta, diventerà però un Dodici, e quindi gli verrà assegnato il futuro lavoro che lo accompagnerà per tutta la vita. Alla cerimonia, però, gli viene assegnat ...continue

    In una società distopica in cui il mondo è diviso in Comunità, il piccolo Jonas è prossimo alla cerimonia annuale secondo la quale, questa volta, diventerà però un Dodici, e quindi gli verrà assegnato il futuro lavoro che lo accompagnerà per tutta la vita. Alla cerimonia, però, gli viene assegnato un compito estremamente importante e speciale: quando gli altri bambini ormai sono diventati Partorienti, Puericultori, Aviatori e così via, lui sarà il prossimo Accoglitore di Memorie, che ha il compito di racchiudere in sé tutti i ricordi che l'umanità abbia mai creato e che sarà in sé un dovere estremamente doloroso. Jonas allora conosce il Donatore, che lo addestra e gli trasmette le memorie per ampliare la sua mente. Allora il ragazzo, da un mondo piatto e apparentemente pacifico nel quale vive, scopre la gioia, il dolore, l'amore, la guerra, i colori, e tutti gli inganni che il governo nasconde alla gente. A causa proprio di questo, la vita del suo fratellino viene messa a rischio e Jonas, con l'aiuto del Donatore, è l'unico che potrà fermare le volontà di questo macabro e asettico governo. Trama che fa molto "1984" di Orwell, "The Giver" è un romanzo estremamente breve ma che in sé è capace di emozionare molto (al contrario del film che, secondo me, è adattato malissimo e con molti errori e molte situazioni create apposta per suscitare gli ormoni degli adolescenti, come la storia d'amore tra Jonas e Fiona che nel libro non c'è). In particolare, mi ha colpito molto il personaggio del Donatore che è, a mio parere, il migliore in tutto il romanzo. Consigliatissimo soprattutto per gli amanti dei romanzi distopici.

    said on 

  • 3

    Buono sì ma...

    Ho letto il libro poco prima che uscisse il film.È molto breve ed alcuni personaggi non sono nemmeno troppo approfonditi. Inoltre avrei preferito un finale simile a quello del film piuttosto che un unknown ending come quello del primo libro che credo non avrà seguito da come ho capito. Per essere ...continue

    Ho letto il libro poco prima che uscisse il film.È molto breve ed alcuni personaggi non sono nemmeno troppo approfonditi. Inoltre avrei preferito un finale simile a quello del film piuttosto che un unknown ending come quello del primo libro che credo non avrà seguito da come ho capito. Per essere un genere distopico non lo si gode fino in fondo anche perchè molte situazioni non sono molto ben descritte. Passabile come libro ma avrei preferito qualcosa di più.

    said on 

  • 4

    E' un libro pieno...

    ...pieno di significati nascosti e di realtà celate. E' un libro pieno di risposte e di domande. Un libro pieno d'insegnamenti e d'ingiustizie. E' un libro grande, ma piccolo, che sorprende, ma lascia attendere.

    said on 

  • 2

    Il libro mi è capitato in mano per caso e l'ho letto con interesse e curiosità, avendone sentito parlare bene, come qualcosa di originale e diverso dai vari Young Adult distopici che si sono visti negli ultimi anni. In effetti originale lo è, forse perché risale a venti anni fa e ha probabilmente ...continue

    Il libro mi è capitato in mano per caso e l'ho letto con interesse e curiosità, avendone sentito parlare bene, come qualcosa di originale e diverso dai vari Young Adult distopici che si sono visti negli ultimi anni. In effetti originale lo è, forse perché risale a venti anni fa e ha probabilmente ispirato parecchio di quello che è stato scritto successivamente (sempre limitatamente al genere Young Adult).

    E' un libro che ha pregi e difetti, ma almeno per me i difetti hanno pesato di più. Tra i pregi c'è senz'altro l'importanza dei temi trattati (la libertà di scelta degli individui, l'organizzazione migliore della società, l'importanza della memoria collettiva...) e la chiarezza quasi didattica con cui sono esposti e affrontati, il che rende il libro avvincente e stimolante. E secondo me, anche adatto alla lettura nelle scuole (lo proporrei anzi al posto dell'inestirpabile Giovane Holden!).

    Allo stesso tempo però mi sembra che l'autrice non si sia troppo curata di rendere credibile l'ambientazione: si limita a descrivere questa società così tristemente perfetta, questo eterno presente senza memoria, senza neanche dare un'idea di come e perché ci si sia arrivati. Ma è soprattutto il funzionamento della memoria “collettiva” di cui il Donatore è depositario, elemento che costituisce il cuore del libro, che mi è sembrato abbastanza contorto, più che altro funzionale al (giustissimo) messaggio che l'autrice vuole convogliare, ma non veramente convincente. Per non parlare del finale: a seconda del punto di vista lo si può definire come suggestivo finale aperto, o come “beh, io ho detto quel che avevo da dire, al finale potete pensarci voi”.

    Il libro dà senz'altro un messaggio forte, e magari per un pubblico molto giovane conta più questo che la robustezza del background. Ma appunto, per dargli tre stelle sono in ritardo di almeno trent'anni.

    said on 

  • 5

    Erano anni che un libro non mi emozionava fino alle lacrime.

    Pubblicato originariamente nel 1993 è praticamente il padre putativo di trilogie distopiche come Matched (2010) e Divergent (2011). Basta leggerlo per capire quanto è stato d'ispirazione. Ed è anche infinitamente più bello.

    Obbligo chiunque a leggerlo.

    said on 

  • 5

    逃離烏托邦

    本書的主題類似美麗新世界中的烏托邦,是一本很適合外語學習者閱讀的英文輕小說,主角所居住的城市,沒有飢餓,沒有悲傷,沒有致死的疾病,社會的運作一切都被安排好,安排的妥善舒適,但當主角開始了解到這樣無憂無慮社會背後的真相時,他發現原來這個社會缺乏選擇,缺乏愛,甚至殘忍的事也以理所當然被教導著,所以雖然烏托邦看似完美,他卻發現他自己不可能再待下去了,究竟逃離烏托邦,是正確的選擇,抑或是愚昧的決定?

    said on 

  • 5

    edizione italiana

    Libro per adolescenti, se letto da adulti mette molto in discussione, almeno in alcune delle sue parti.


    Una nota sull'edizione Italiana, editore Giunti, collana Y: le copertine sono un orrore.


    Se non avessi trovato l'edizione in Francia, probabilmente in Italia non avrei mai avvicin ...continue

    Libro per adolescenti, se letto da adulti mette molto in discussione, almeno in alcune delle sue parti.

    Una nota sull'edizione Italiana, editore Giunti, collana Y: le copertine sono un orrore.

    Se non avessi trovato l'edizione in Francia, probabilmente in Italia non avrei mai avvicinato il libro. Le copertine ricalcano il genere fantasy per ragazzine, lungo strascico del successo di Twilight. Snaturano il libro.

    said on