Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Giver

By Nyneng

(393)

| Unbound | 9780822005308

Like The Giver ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

401 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    una buona idea, ma purtroppo c'è solo quella.
    al punto da avermi dato la sensazione di avere tra le mani giusto un abbozzo di libro.

    Is this helpful?

    Nebula said on Sep 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Tre stelle e mezzo

    Incuriosita dal trailer del film, ho voluto leggere questo libro prima di andare al cinema, e ne sono rimasta sorpresa. Già dal solo trailer, infatti, si capisce che film e libro sono due cose abbastanza diverse, a partire dal protagonista.
    Jonas è u ...(continue)

    Incuriosita dal trailer del film, ho voluto leggere questo libro prima di andare al cinema, e ne sono rimasta sorpresa. Già dal solo trailer, infatti, si capisce che film e libro sono due cose abbastanza diverse, a partire dal protagonista.
    Jonas è un ragazzino di dodici anni che vive la sua vita normale e tranquilla di tutti i giorni. Niente è fuori posto e tutto e tutti hanno una funzione, fino al giorno in cui tutto cambia.

    Ciò che più mi ha stupito di questo libro, è la società che Lois Lowry ha creato. Una vita priva di sentimenti, di colori, di calore umano, perfino di dolore. È incomprensibile, per me.
    Pensare di vivere un'esistenza del genere, senza poter o dover mai sgarrare alle regole e poi scoprire che tutto ciò in cui hai creduto non è altro che una macchina crudele... be', deve essere assurdo.

    Proverò a leggere il resto della serie e a guardare il film, sperando non l'abbiano rivoluzionato troppo.

    Is this helpful?

    Andre said on Sep 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Libro interessante

    "Grazie per la tua infanzia" così dicono a Jonas quando finalmente diventa un "dodici" cioè un adulto per la Comunità. Jonas è stato prescelto, sarà lui il nuovo Accoglitore di Memorie, un ruolo che lo condurrà a porsi delle domande e a prendere una ...(continue)

    "Grazie per la tua infanzia" così dicono a Jonas quando finalmente diventa un "dodici" cioè un adulto per la Comunità. Jonas è stato prescelto, sarà lui il nuovo Accoglitore di Memorie, un ruolo che lo condurrà a porsi delle domande e a prendere una decisione difficile: abbandonare per sempre l'unica realtà mai conosciuta per cercare una realtà, sicuramente, più insicura e insidiosa ma libera. Un libro che parla di emozioni e di libero arbitrio, perché siamo liberi solo quando possiamo scegliere e scegliere significa che dobbiamo sperimentare l'amore come l'odio. Perché non possiamo sapere quanto ci piace crogiolarci al sole se prima non abbiamo sperimentato il freddo di una pioggia battente. Non possiamo amare il calore e il conforto di amici e famiglia senza sperimentare l'abbandono e la solitudine. Le emozioni, un po' come i colori, si mischiano fino a non sapere più dove finisce una e inizia l'altra, alcune ne mettono in risalto altre, ed altre
    ancora si provano tutte insieme travolgenti ed intense. Questo libro per me è stato un momento di riflessione. Scorrevole, volto maggiormente a dei lettori giovani. Forse poteva essere maggiormente approfondito, ma per farmi un'idea definitiva leggerò anche gli altri tre libri della quadrilogia.

    Is this helpful?

    Milk said on Sep 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il libro mi è capitato in mano per caso e l'ho letto con interesse e curiosità, avendone sentito parlare bene, come qualcosa di originale e diverso dai vari Young Adult distopici che si sono visti negli ultimi anni. In effetti originale lo è, forse p ...(continue)

    Il libro mi è capitato in mano per caso e l'ho letto con interesse e curiosità, avendone sentito parlare bene, come qualcosa di originale e diverso dai vari Young Adult distopici che si sono visti negli ultimi anni. In effetti originale lo è, forse perché risale a venti anni fa e ha probabilmente ispirato parecchio di quello che è stato scritto successivamente (sempre limitatamente al genere Young Adult).

    E' un libro che ha pregi e difetti, ma almeno per me i difetti hanno pesato di più. Tra i pregi c'è senz'altro l'importanza dei temi trattati (la libertà di scelta degli individui, l'organizzazione migliore della società, l'importanza della memoria collettiva...) e la chiarezza quasi didattica con cui sono esposti e affrontati, il che rende il libro avvincente e stimolante. E secondo me, anche adatto alla lettura nelle scuole (lo proporrei anzi al posto dell'inestirpabile Giovane Holden!).

    Allo stesso tempo però mi sembra che l'autrice non si sia troppo curata di rendere credibile l'ambientazione: si limita a descrivere questa società così tristemente perfetta, questo eterno presente senza memoria, senza neanche dare un'idea di come e perché ci si sia arrivati. Ma è soprattutto il funzionamento della memoria “collettiva” di cui il Donatore è depositario, elemento che costituisce il cuore del libro, che mi è sembrato abbastanza contorto, più che altro funzionale al (giustissimo) messaggio che l'autrice vuole convogliare, ma non veramente convincente. Per non parlare del finale: a seconda del punto di vista lo si può definire come suggestivo finale aperto, o come “beh, io ho detto quel che avevo da dire, al finale potete pensarci voi”.

    Il libro dà senz'altro un messaggio forte, e magari per un pubblico molto giovane conta più questo che la robustezza del background. Ma appunto, per dargli tre stelle sono in ritardo di almeno trent'anni.

    Is this helpful?

    Skimble said on Sep 8, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book