The Giver

Libro 1. El Dador de recuerdos

By

Publisher: Everest

4.0
(1965)

Language: Español | Number of Pages: 238 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , Italian , Korean , Chi traditional

Isbn-10: 8424135849 | Isbn-13: 9788424135843 | Publish date: 

Also available as: Paperback

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like The Giver ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    «The Giver» è l'unico libro che ho letto di questa saga young adult/distopica. Devo dire che non mi è dispiaciuto, tuttavia non mi ha lasciato molto. Oggi mi ricordo ancora la storia, ma se penso ai m ...continue

    «The Giver» è l'unico libro che ho letto di questa saga young adult/distopica. Devo dire che non mi è dispiaciuto, tuttavia non mi ha lasciato molto. Oggi mi ricordo ancora la storia, ma se penso ai miei pensieri nei confronti della storia e alle riflessioni che potrei aver compiuto durante la lettura, questi, se ci sono stati, sono svaniti. Non dico che questo libro sia vuoto, lungi da me, quello che ho personalmente riscontrato è che non c'è un grande approfondimento della realtà distopica, ma ancora di più su come le situazioni influiscano sui personaggi.
    Detto ciò trovo sia un ottima lettura per ragazzi, in quanto ben scritta e con uno stile molto leggero, ma curato al tempo stesso, e con una storia interessante e originale che potrebbe essere molto apprezzata da un lettore più giovane che magari non ha ancora affrontato i grandi capolavori distopici.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    I really like the background of the story as it provokes thinking: What would a perfectly planned society be like, with everyone civilized and everything organized and every risk removed as far as pos ...continue

    I really like the background of the story as it provokes thinking: What would a perfectly planned society be like, with everyone civilized and everything organized and every risk removed as far as possible? A utopia. But of course, a utopia is really a dystopia in disguise. I also enjoy reading the part where Jonas slowly learns the truth and experiences all the pains and joys of being a real human. However, the last quarter of the book is very inadequate - it's too rushed and underdeveloped.

    said on 

  • 0

    理想國四部曲的第一部。
    這一個社區,是四部曲中,我最不喜歡的一個。
    因為每個人都沒有特殊的情感,也不知道顏色,也沒有動物。
    每個人就像是一部機器而已。
    而記憶傳承人,是社區裡唯一個知道過往歷史的人。
    不知道是否因為是童書,所以節奏輕快,我覺得滿可惜的是沒能更深入的描寫一些事情。

    said on 

  • 3

    Ho sbagliato a vedere il film prima di leggere il libro, mi riprometto sempre di non ricadere in questo errore, ma ogni tanto capita. Come sempre il libro è totalmente diverso dal film, l'unico punto ...continue

    Ho sbagliato a vedere il film prima di leggere il libro, mi riprometto sempre di non ricadere in questo errore, ma ogni tanto capita. Come sempre il libro è totalmente diverso dal film, l'unico punto in comune è nella descrizione generale della realtà distopica in cui si svolge la storia. Non male, anche se ormai storie del genere ne ho lette tante, questa si basa sulle memorie. La comunità ne è stata privata, così come dei colori, delle stagioni, dei sentimenti. Solo una persona è designata a raccogliere tutte le memorie del passato, e quando invecchia, deve addestrare un nuovo "accoglitore"...

    said on 

  • 5

    É un romanzo che definire particolare non basta. Particolare lo è per lo stile della scrittura, per la sua brevità (poteva essere lungo se non il triplo, almeno il doppio), e per il finale, una vera p ...continue

    É un romanzo che definire particolare non basta. Particolare lo è per lo stile della scrittura, per la sua brevità (poteva essere lungo se non il triplo, almeno il doppio), e per il finale, una vera perla al termine di una storia che coinvolge dalla prima riga. Definire il genere è quasi impossibile. Non è distopico, non vi è un governo forte che riduce il popolo all'ignoranza e alla miseria, tutt'altro. Eppure non si parla neanche di utopia, perché il governo, per quanto faccia vivere chiunque in un certo benessere (almeno apparente), non crea quella società felice che si sogna da bambini. Questo romanzo è un piccolo capolavoro in cui vi è una società finta, controllata, che permette a chiunque di stare bene, perché tutti sono privati di sentimenti, differenze, ambizioni. Una società in cui tutti sono uguali, altri decidono per te non solo chi sposerai e che lavoro farai, ma anche quando potrai avere una bicicletta, come devi vestire e tutto il resto. Finché non arriva Jonas, un dodicenne diverso dai suoi coetanei, dotato di capacità che fanno di lui un accoglitore di memorie che vengono passate di generazione in generazione da un donatore. Di questa storia è stato fatto un bel film che però diverge un po' dal libro nella trama e nel finale.

    said on 

  • 4

    Un mondo senza emozioni

    Bel romanzo sul mondo futuro, dove l'umanità (o almeno alcune comunità) ha compiuto una scelta drastica per eliminare guerre, ingiustizia, discriminazioni, sofferenza: annullare ogni ricordo, ogni ind ...continue

    Bel romanzo sul mondo futuro, dove l'umanità (o almeno alcune comunità) ha compiuto una scelta drastica per eliminare guerre, ingiustizia, discriminazioni, sofferenza: annullare ogni ricordo, ogni individualità, ogni differenza. In questo mondo senza differenze sociali via le pericolose emozioni, i sentimenti, le scelte individuali, via perfino i colori. Ma scegliere, talvolta, è indispensabile perché l'imprevisto è sempre possibile. Così affidano a una persona sola tutte le memorie del passato, con il loro carico di gioie e sofferenze, per poter attingere ad esse in caso di bisogno. E' davvero un mondo migliore? Il giovane Jonas, designato come successore dell'anziano portatore di memorie, sconvolge tutti i piani.
    Romanzo lineare, molto leggibile e scorrevole, che pone (ovviamente senza poter dare risposte sempre soddisfacenti) i problemi di sempre di questa nostra tormentata umanità. Molto bello e quasi del tutto fedele l'omonimo film.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    0

    Un romanzo che dovrebbe far riflettere

    Un romanzo che dovrebbe far riflettere sull'importanza della diversità. Vivere un un mondo pianificato, regolato da automatismi, dove tutto è facile senza paure, o altro può sembrare bello alla person ...continue

    Un romanzo che dovrebbe far riflettere sull'importanza della diversità. Vivere un un mondo pianificato, regolato da automatismi, dove tutto è facile senza paure, o altro può sembrare bello alla persona superficiale ma rappresenta una gabbia dalla quale si vorrebbe uscire.
    Jonas comprende che questo mondo di felicità artificiale è un mondo fasullo, dove il diverso viene condannato a morte. Si ribella e con caparbietà raggiunge la libertà. Sarà migliore la libertà con le sue implicazioni dolorose o la quiete felice di un mondo dove i colori non ci sono, dove la vita è regolata secondo un tempo pianificato?
    Questo è il messaggio della scrittrice.
    Si legge piacevolmente ma la tensione narrativa è un crescendo che avvince il lettore.

    said on 

  • 3

    Molto scorrevole e in alcuni punti pecca un po' o con le sue lacune e o con le sue descrizioni prolisse. È stata una lettura piacevole e niente di più . Ho letto tutta la saga per pura curiosità e la ...continue

    Molto scorrevole e in alcuni punti pecca un po' o con le sue lacune e o con le sue descrizioni prolisse. È stata una lettura piacevole e niente di più . Ho letto tutta la saga per pura curiosità e la mia valutazione sull'opera rimane questa. 3 stelline.

    said on 

  • 3

    Bello, ma un po' palloso

    Si, bel libro, con valori forti al suo interno, con temi delicati, un po' troppo pieno zeppo di pesantezza per i miei gusti, un libro deve farmi ridere almeno una volta per quanto mi riguarda.. ...continue

    Si, bel libro, con valori forti al suo interno, con temi delicati, un po' troppo pieno zeppo di pesantezza per i miei gusti, un libro deve farmi ridere almeno una volta per quanto mi riguarda..

    said on 

  • 0

    Facil de leer y comprender.
    Describe muy bien el mundo en que se desarrolla sin demasiado esfuerzo.
    El final... simplemente fue el indicado.
    ¿Qué paso en realidad? ¿Qué pasa despues?
    Todo depende de n ...continue

    Facil de leer y comprender.
    Describe muy bien el mundo en que se desarrolla sin demasiado esfuerzo.
    El final... simplemente fue el indicado.
    ¿Qué paso en realidad? ¿Qué pasa despues?
    Todo depende de nuestra propia imaginación.
    Sin duda leere "En busca del azul" y otras obras de esta autora.

    said on 

Sorting by