Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Good Soldier

(Dover Thrift Editions)

By Ford Madox Ford

(4)

| Paperback | 9780486419213

Like The Good Soldier ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

From one of the 20th century's major writers—a story of deception and betrayal, of conventional appearances and bitter truth. Highly innovative for its time, this powerful novel tells of two married couples whose long, ongoing friendship i Continue

From one of the 20th century's major writers—a story of deception and betrayal, of conventional appearances and bitter truth. Highly innovative for its time, this powerful novel tells of two married couples whose long, ongoing friendship is severely disrupted when one husband learns that his wife has been the mistress of his British friend, the apparently honorable "Good Soldier" of the title.

20 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    From time to time, I would encounter a book that reminds me of Ford's Good Soldier, and when I check, yes, The Good Soldier is among that author's favorites! The Good Soldier is definitely a cool novel. But what's more important, in my opinion, is th ...(continue)

    From time to time, I would encounter a book that reminds me of Ford's Good Soldier, and when I check, yes, The Good Soldier is among that author's favorites! The Good Soldier is definitely a cool novel. But what's more important, in my opinion, is that many other novels since Good Soldier makes sense because of it. That makes Fordie's The Good Soldier a must.

    Just a note: I enjoy the penguin edition very much, but please use norton edition (2nd ed. now) if you want to read it for scholarly purpose.

    Is this helpful?

    Dave Jiang said on Feb 21, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Questo romanzo è un filo ben aggrovigliato.

    "Sono consapevole di aver raccontato questa storia in modo alquanto tortuoso, e che per qualcuno risulterà difficile trovare il filo in questa che è una sorta di labirinto. Ma ormai non posso farci nulla. Sono rimasto fedele all'idea di trovarmi i ...(continue)

    "Sono consapevole di aver raccontato questa storia in modo alquanto tortuoso, e che per qualcuno risulterà difficile trovare il filo in questa che è una sorta di labirinto. Ma ormai non posso farci nulla. Sono rimasto fedele all'idea di trovarmi in una casa di campagna insieme ad un silenzioso ascoltatore che, fra le raffiche di vento e il fragore del mare lontano, segua la storia così come viene. E narrando una vicenda - una vincenda così lunga e triste - ci si spinge avanti, per poi tornare indietro; si rammenta, improvvisamente, di aver dimenticato punti importanti, che subito vengono spiegati con minuzia di dettagli per la paura di aver dato, omettendoli, un'impressione falsa. Ma il pensiero che questa è una storia autentica mi conforta, e il miglior modo di narrare una storia vera è proprio quello di scriverla come la si stesse raccontando a voce: risulterà più reale."

    Is this helpful?

    UmpaFQ said on Dec 15, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    No Tietjens, no party

    Mi sono buttata su "Il buon soldato" perché volevo a tutti i costi mantenere ancora un po' le atmosfere della miniserie della BBC di "Parade's end". Volevo ancora un po' di amori passionali e sofferti, la tragedia della guerra e tutto il resto.
    Già i ...(continue)

    Mi sono buttata su "Il buon soldato" perché volevo a tutti i costi mantenere ancora un po' le atmosfere della miniserie della BBC di "Parade's end". Volevo ancora un po' di amori passionali e sofferti, la tragedia della guerra e tutto il resto.
    Già il titolo di questo romanzo trae in inganno e lo stesso autore ammette di avergli dato questo solo per poter vendere di più. E non va bene. Quindi la guerra è quasi del tutto assente dal romanzo.
    Le passioni tormentate invece ci sono e infatti la trama, di per sé, è anche abbastanza interessante.
    Ma il modo in cui è narrata è insopportabile: 20% narrazione 80% impressioni personali del narratore/protagonista, che ha una personalità davvero irritante. E' un omuncolo inutile e anche anche abbastanza stupido, che cerca con tutte le sue forze di giustificare le azioni di tutti, non prende una parte: lui vuole bene a tutti, lui non si era accorto di niente, lui non sapeva.
    Non sopporto le persone così.
    Intorno a lui si svolgevano le massime tragedie e lui rimane statico, immobile, indifferente.
    Dove sono le grandi personalità di "Parade's end"? Il nostro Christopher Tietjens? Leonora? Così ancorata alle tradizioni cattoliche, che vede solo quelle? Non lo so, nessuno dei personaggi ha un'evoluzione e questo li rende tutti negativi, non si riesce a provare empatia per nessuno.

    Is this helpful?

    Elisa said on Oct 8, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Aquesta obra narra les relacions d'un grup de personatjes a la cosmopolita alta societat en el període d'entreguerres, en els anomenats anys vint que estan començant a deixar de ser tan feliços. Una peça de la crítica implacable a aquesta societat i ...(continue)

    Aquesta obra narra les relacions d'un grup de personatjes a la cosmopolita alta societat en el període d'entreguerres, en els anomenats anys vint que estan començant a deixar de ser tan feliços. Una peça de la crítica implacable a aquesta societat i una commovedora exploració de la naturalesa humana que ens convida a reflexionar sobre les relacions entre homes i dones i la importància de mentides. Tot narrat amb un àcid sentit de l'humor.

    Is this helpful?

    Rufus said on Aug 11, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    per come è scritto meriterebbe qualcosa di più, per l'originalità del racconto, pure, ma la narrazione viaggia sul filo della noia, ed è lontana dal fascino. Da leggere, certo, ma certo NON da rileggere, per carità!

    Is this helpful?

    Azanca said on Jun 19, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non ho avvertito il capolavoro che l'introduzione prometteva; l'ho finito perché l'aveva già letto valeria che ne è rimasta entusiasta.

    Is this helpful?

    Lorenzo il Russo said on May 11, 2011 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book