The Grand Design

By

Publisher: Bantam Dell Pub Group

4.0
(508)

Language: English | Number of Pages: 224 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Spanish , German , Catalan , Chi simplified , Chi traditional , Italian

Isbn-10: 0553805371 | Isbn-13: 9780553805376 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Audio CD , eBook , Others

Category: Non-fiction , Philosophy , Science & Nature

Do you like The Grand Design ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 2

    Mi meraviglia notevolmente questa ossessione di trovare e di spiegare l'origine del Mondo da parte sia di scienziati che di filosofi. Quanta ingenuità negli esprits forts come Hawking e compagnia bell ...continue

    Mi meraviglia notevolmente questa ossessione di trovare e di spiegare l'origine del Mondo da parte sia di scienziati che di filosofi. Quanta ingenuità negli esprits forts come Hawking e compagnia bella impegnati a discutere con i teologi! Il Big Bang ? OK, ma vorrei sapere cos'è che ha fatto «bang» e da dove veniva a sua volta.........
    Considerando innecessaria l'ipotesi palesemente mitologica di Dio, ma non si rendono conto che, finché si interrogheranno sull'origine dell'universo, continueranno a restare impantanati nella teologia? E' ovvio che ogni cosa, dalla stella all'atomo ha una propria origine, ma perché anche l'insieme di tutte le cose, vale a dire l'universo nel suo significato più ampio, deve per forza averne una? Come disse una volta Bertrand Russell, che è il filosofo che sopporto con meno difficoltà, «ogni essere umano ha una madre, ma questo non ci autorizza a supporre che anche l'Umanità debba per forza averne una».
    C'è un che di commerciale in questa lotta tra scienziati e teologi per la denominazione di origine controllata universale. Nemmeno fosse un vino!
    Forse la cosa più sensata sarebbe accontentarci del precetto stoico di Marco Aurelio, secondo il quale nulla viene dal nulla come nulla ritorna al nulla.
    Se non fossimo mortali sopporteremo senza angoscia e senza curiosità gli enigmi dell'universo. Ma dal momento che lo siamo crediamo all'assunto che con la scienza e la pazienza si possa rispondere a tutte le domande, meno a quelle che c'interessano davvero, ovvero quelle che ci spingono a domandare.

    said on 

  • 3

    Considerando

    l'argomento, il libro che moltiplica le domande amplifica i dubbi e non fornisce quelle risposte che nessuno in fondo spera di trovare . La fisica quantistica è pura speculazione filosofica; soste ...continue

    l'argomento, il libro che moltiplica le domande amplifica i dubbi e non fornisce quelle risposte che nessuno in fondo spera di trovare . La fisica quantistica è pura speculazione filosofica; sostenere che esistono 10 alla 52 universi possibili equivale a credere che il nostro universo si poggia sul carapace di una tartaruga come credevano i Guarani argentini AH Ah Ah Ah Ah Ah Ah
    Un buon compendio da rileggere nel corso degli anni

    said on 

  • 3

    Vengono ripercorse le scoperte della fisica e spiegato come il cosmo, in base alla teoria quantistica, non abbia una sola esistenza e come tutte le possibili storie dell'universo esistano simultaneame ...continue

    Vengono ripercorse le scoperte della fisica e spiegato come il cosmo, in base alla teoria quantistica, non abbia una sola esistenza e come tutte le possibili storie dell'universo esistano simultaneamente. Approdiamo così alla teoria del "multiverso", la coesistenza del nostro universo accanto a una moltitudine di universi apparsi spontaneamente dal nulla, ciascuno con proprie leggi di natura. Nel corso della storia della scienza si è scoperta una serie di teorie o modelli sempre migliori, da Platone alla teoria classica di Newton, fino alle moderne teorie quantistiche. È naturale chiedersi se si arriverà a una teoria dell'universo che non possa essere ulteriormente migliorata. Oggi disponiamo di una candidata alla teoria ultima del tutto: la "teoria M". Se confermata, sarà la teoria unitaria di cui Einstein era alla ricerca, e il trionfo della ragione umana. Quanto a un presunto creatore del Grande disegno, si tenta di dimostrare (secondo me senza successo) che l'universo può crearsi dal nulla sulla base delle leggi della fisica.

    said on 

  • 1

    Era meglio 42

    La risposta alla vita all'universo e a tutto quanto? Per me la più valida, anche dopo aver letto questo libro, rimane 42 nonostante le premesse alle prime righe....Libro pessimo, mal argomentato... Il ...continue

    La risposta alla vita all'universo e a tutto quanto? Per me la più valida, anche dopo aver letto questo libro, rimane 42 nonostante le premesse alle prime righe....Libro pessimo, mal argomentato... Il tono dell autore fastidioso e supponente: Non ci prova nemmeno a spiegare qualcosa più nel dettaglio. Lettura che non lascia nulla, vuoto cosmico, in beffa alle più recenti scoperte....

    said on 

  • 3

    When Quantum mechanics arises, Physics and Philosophy finally meet. It leads to what is reality... if it seems atoms do not exist until being observed. And it also leads to alternative histories, mult ...continue

    When Quantum mechanics arises, Physics and Philosophy finally meet. It leads to what is reality... if it seems atoms do not exist until being observed. And it also leads to alternative histories, multiple universe...Ya, physics is weirder than science fiction. It is almost insane!

    Strong anthropic principle suggests that the fact that we exist imposes constraints not just on our environmnet but on he possible form and content of the laws of nature themselves.

    It is obvious that wind in physics has changed. Physicist less afraid to study on the embarrassing perception, human observation, etc.

    And, could human is created by the universe in order to observe itself... Or, human's existence creates the universe.

    Oh I know I sounds like New Age bullshits. But this is Stephen Hawking, very hard science!

    said on 

  • 4

    Fantastico, ma lascia amaro in bocca

    Il libro è fantastico, bellissimo. Con semplici esempi fa capire a grandi linee e intuire il cammino della scienza dagli albori fino alle teorie più avanzate della fisica di confine. L'ho divorato dal ...continue

    Il libro è fantastico, bellissimo. Con semplici esempi fa capire a grandi linee e intuire il cammino della scienza dagli albori fino alle teorie più avanzate della fisica di confine. L'ho divorato dall'inizio alla fine, nonostante qualche passaggio complicato (ma è già un miracolo rendere accessibile la fisica quantistica). Io che non tocco la fisica da 20 anni, quando ho finito il liceo classico (ma già allora avevo divorato il bellissimo 'Dal big bang ai buchi neri' di Hawking).
    Il libro però ha anche dei limiti. Se riesce in questa impresa immane, fallisce quando si tratta di argomentare e concludere, dimostrando la tesi esposta all'inizio. La non necessità di un inizio del tempo (così l'ho capita) e la possibilità dell'universo di crearsi da solo vengono liquidate in mezza pagina e poche frasi, che argomentano come se il perché fosse chiarissimo, come se le conseguenze si traessero da sole. Ma così non è e il libro sembra sfuggire, svicolare, giungendo però a conclusioni drastiche. E su due punti così importanti, fondamentali ritengo non sia accettabile.
    A costo di complicare un po' l'argomento (ammesso che sia possibile spiegarlo in maniera comprensibile) avrei speso qualche pagina in più, così come sulla relatività generale. Così dà l'idea di aver percorso un cammino affascinante, ma di non aver capito bene la conclusione.

    p.s. O forse sono solo io che non ho capito, ma vedo che altre recensioni hanno avuto problemi simili

    said on 

  • 5

    Mindblowing è il termine perfetto per descrivere questo libro. Io sono essenzialmente molto ignorante in materia e forse è per questo che mi ha fatto quest'effetto. Sono consapevole che molti dei conc ...continue

    Mindblowing è il termine perfetto per descrivere questo libro. Io sono essenzialmente molto ignorante in materia e forse è per questo che mi ha fatto quest'effetto. Sono consapevole che molti dei concetti sono soltanto poco più di mezze teorie, ma comunque soltanto pensare che, teoricamente, tutto ciò sia possibile... MINDBLOWING

    said on 

  • 4

    7

    Buena recopilacion de la historia de la fisica y la mecanica cuantica, aunque algunas conclusiones de Hawking no me parecen posibles, pero nadie entiende la mecanica cuantica asin que, todo es posible ...continue

    Buena recopilacion de la historia de la fisica y la mecanica cuantica, aunque algunas conclusiones de Hawking no me parecen posibles, pero nadie entiende la mecanica cuantica asin que, todo es posible.

    said on 

  • 2

    Grande disegno o grande favoletta?

    In questa sintesi molto succinta ed inevitabilmente vaga della risposta scientifica ai misteri della vita, l'universo e tutto quanto Hawking e Mlodinow cercano di convincere il lettore del fatto che l ...continue

    In questa sintesi molto succinta ed inevitabilmente vaga della risposta scientifica ai misteri della vita, l'universo e tutto quanto Hawking e Mlodinow cercano di convincere il lettore del fatto che l'universo si sia creato dal nulla secondo quanto prevederebbe la M-Theory con una sana spruzzata di Principio Antropico.
    L'idea presa in astratto non è certo innovativa e non c'è niente di male nel tentare una spiegazione parziale, meglio sarebbe però far capire con molta chiarezza che non si tratta di una divulgazione di idee ben consolidate (anche solo teoricamente), ma di una rappresentazione altamente speculativa e con ampi margini di arbitrarietà, che si serve di una rete di teorie che già di per sé stesse sono poco definite, scarsamente utilizzabili per fare previsioni falsificabili e che della ipotetica teoria-M (M come “membrana”, ma ad oggi ci starebbe meglio “mistero”) dovrebbero essere dei casi limite [scrivo ipotetica perché se anche prendeste un testo tecnico recente sulle teoria di stringa faticherete non poco a trovare una definizione dei principi fondanti della teoria-M in quanto tale].
    A ciò si aggiunga l'invocazione di argomentazioni antropiche, che Hawking non lesina mai nei suoi testi divulgativi, e soprattutto il rilievo che esse assumono nell'economia della discussione: una bella stonatura rispetto alle ambizioni iniziali (in ogni modo stemperate dalla stessa visione di realismo dipendente dai modelli propugnata da Hawking, che nel suo fondamentale agnosticismo a mio avviso si rivela molto riduttiva sulle finalità dell'indagine scientifica).
    Per quanto riguarda la descrizione delle leggi della fisica quantistica e della relatività generale, “propedeutica” al gran finale, ci si limita per lo più a pochi e generici accenni, un compendio leggibile ma assai scarno degli altri libri di Hawking.

    In definitiva mi sembra un libro che fallisce nel suo tentativo di dare una risposta scientifica definitiva alle questioni riguardanti l'esistenza dell'universo così come ci appare e, per quanto non si possa dire che contenga delle conclamate falsità, ad oggi sarebbe più corretto presentarlo come una visione più o meno suggestiva ed a tratti personale degli autori, che al limite sostituisce un tipo di metafisica con una metafisica differente e più complessa.

    PS
    Va detto che la sensazione di comprendere tante idee nuove, audaci ed eccitanti sull'universo può avere un effetto positivo sulle giovani menti (che poi volendo avranno tutto il tempo di capire che la realtà, anche quella della fisica teorica, è un po' più complicata), quindi non mi sentirei di sconsigliare questo libro ad un giovane o semplicemente una persona curiosa in cerca di ispirazioni.

    said on 

  • 0

    Un libro, per me, invalutabile a stellette...nonostante le stelle ne siano soggetti e oggetti di indagine.
    Gli autori fanno uno stimabile tentativo di divulgazione scientifica con il deliberato obiett ...continue

    Un libro, per me, invalutabile a stellette...nonostante le stelle ne siano soggetti e oggetti di indagine.
    Gli autori fanno uno stimabile tentativo di divulgazione scientifica con il deliberato obiettivo di sottrarre fisica e scienze dalle "torri d'avorio" di laboratori e istituti di ricerca. Un interessante viaggio dentro gli ultimi secoli della fisica che lascia curiosità e indica traiettorie per continuare le ricerche...

    said on 

Sorting by