Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Great Cat Massacre

And Other Episodes in French Cultural History (Vintage)

By

Publisher: Vintage

4.2
(33)

Language:English | Number of Pages: 320 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) French , Italian , Spanish , German

Isbn-10: 0394729277 | Isbn-13: 9780394729275 | Publish date:  | Edition 1st Vintage Books Ed

Also available as: Hardcover , Softcover and Stapled , eBook

Category: History , Non-fiction

Do you like The Great Cat Massacre ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
When the apprentices of a Paris printing shop in the 1730's held a series of mock trials and then hanged all the cats they could lay their hands on, why did they find it so hilariously funny that they choked with laughter when they reenacted it in pantomime some twenty times? Why in the 18th century version of "Little Red Riding Hood" did the wolf eat the child at the end? What did the anonymous townsman of Montpelier have in mind when he kept an exhaustive dossier on all the activities of his native city? These are some of the provocative questions Robert Darnton attempts to answer in this dazzling series of essays that probe the ways of thought in what we like to call "The Age of Enlightenment."
Sorting by
  • 5

    Un assoluto capolavoro di interpretazione di un testo strano su una strana vicenda. Nessuno potrà dire con certezza se ha ragione o meno, ma rimane un grande esempio di ciò che si può nascondere dietro ad un documento storico. Molto belli anhce gli altri saggi!

    said on 

  • 3

    Il saggio intende tentare una storia della mentalità. La mentalità è un entità non solo astratta, ma anche difficilmente definibile e circostanziabile; per non parlare della difficoltà di trovare delle fonti storiche attendibili.
    Questo saggio però, nonostante i limiti che confessa lo stesso ...continue

    Il saggio intende tentare una storia della mentalità. La mentalità è un entità non solo astratta, ma anche difficilmente definibile e circostanziabile; per non parlare della difficoltà di trovare delle fonti storiche attendibili.
    Questo saggio però, nonostante i limiti che confessa lo stesso autore, ci riesce in modo sostanzialmente e convincente.
    Viene presa in esame la mentalità dei vari strati sociali in Francia durante l'Ancien Regime, da quello dei contadini a quello dei lettori di Rousseau. I capitoli che mi hanno interessata di più sono stati quello sui contadini e quello sui lettori.
    Il primo perché parla di fiabe: di fatto mi ha dato una nuova visione (tra le tante possibili) del racconto fiabesco. Benché le strutture fiabesche rimangano fisse, cambiano il tono del racconto, le tematiche messe in evidenza, il contesto d'azione. Non avevo mai pensato ad una comparazione del repertorio fiabesco che potesse rivelare il carattere di una nazione. Invece la tesi e la dimostrazione di Darnton sono convincenti e anche interessanti. In effetti è vero che il tono delle fiabe italiane vira sul comico. ;-)
    Il capitolo intitolato "I lettori rispondono a Rousseau" invece offre spunti di riflessione sull'atto del leggere e la sua evoluzione storica. Cosa cambia quando l'offerta editoriale aumenta e come cambia il rapporto con l'editoria e gli autori. Si racconta che Russeau ricevette lettere appassionate su "Julie". Sembra un fandom, lo stesso Darnton fa questa associazione; e la cosa, da vecchia frequentatrice di fan, mi ha divertito non poco. ;-) Beh, se c'era un tale coinvolgimento di massa (la massa per l'epoca, ovvio) per "Julie" mi sembra molto meno strano farmi coinvolgere dal altre cose. ;-)
    Saggio curioso e interessante, a volte anche buffo quando descrive la grande festa fatta dagli operai per il massacro dei gatti. L'ho letto con piacere.

    said on 

  • 3

    An interesting, sometimes light-hearted look at social conditions under the ancien regime. Good secondary source book for people interested in 18th century French culture before the revolution.

    said on