Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Greyfriar

Vampire Empire, Book 1

By ,

Publisher: Promethetheus Books

4.0
(151)

Language:English | Number of Pages: 301 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 1616142472 | Isbn-13: 9781616142476 | Publish date: 

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like The Greyfriar ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
In the year 1870, a horrible plague of vampires swept over the northern regions of the world. Millions of humans were killed outright. Millions more died of disease and famine due to the havoc that followed. Within two years, once-great cities were shrouded by the grey empire of the vampire clans. Human refugees fled south to the tropics because vampires could not tolerate the constant heat there. They brought technology and a feverish drive to reestablish their shattered societies of steam and iron amid the mosques of Alexandria, the torrid quietude of Panama, or the green temples of Malaya.

IT IS NOW 2020 AND A BLOODY RECKONING IS COMING.

Princess Adele is heir to the Empire Equatoria, a remnant of the old tropical British Empire. She is quick with her wit as well as with a sword or gun. She is eager for an adventure before she settles into a life of duty and political marriage to a man she does not know. But her quest turns black when she becomes the target of a merciless vampire clan. Her only protector is the Greyfrier, a mysterious hero who fights the vampires from deep within their territory. Their dangerous relationship plays out against an approaching war to the death between humankind and the vampire clans.

Sorting by
  • 5

    http://www.readingattiffanys.com/2014/03/recensione-vampire-empire.html


    Il mondo è considerevolmente cambiato: nel 1870 i vampiri hanno preso il sopravvento sugli umani costringendoli a scappare e dando inizio così al loro regno. Siamo nel 2020 e nel regno di Equatoria Adele, figlia dell'I ...continue

    http://www.readingattiffanys.com/2014/03/recensione-vampire-empire.html

    Il mondo è considerevolmente cambiato: nel 1870 i vampiri hanno preso il sopravvento sugli umani costringendoli a scappare e dando inizio così al loro regno. Siamo nel 2020 e nel regno di Equatoria Adele, figlia dell'Imperatore, e suo fratello Simon durante un'attraversata in aeronave si ritrovano a vagare nelle terre desolate ,dopo essersi schiantai al suolo, braccati da un'orda di vampiri capeggiati da Flay. Ma la fortuna non ha abbandonato la principessa: sulle loro tracce c'è una figura leggendaria, un eroe d'altri tempi a cui sono state dedicate molte leggende, il cacciatore Greyfriar. Inizia così un romanzo ricco di personaggi a dir poco mozzafiato: partendo dalla protagonista, passando per la spietata Flay sino ad arrivare a Greyfriar, l'eroe più famoso dell'intero regno. Vampire Empire è una trilogia, qui in Italia ormai ferma al secondo romanzo, che incanta al lettore non solo per le magnifiche e dettagliate descrizioni dei luoghi ma anche per l'intreccio che mescola diversi stili tra i quali steampunk e distopico che solleticheranno anche i palati più esigenti. Adele è una principessa e come tale ha vissuto negli agi per anni: il ritrovarsi da sola, braccata e imprigionata cambierà radicalmente non solo il suo personaggio ma anche il modo in cui percepirà il mondo che la circonda. Al suo fianco forte e vigoroso si staglia Greyfriar che ha rapito il mio cuore sin dalle prime battute: il suo personaggio è avvolto nel mistero, cosa si cela sotto tutti quei vestiti? Cosa nasconde nel profondo del suo animo che vampiro che difende gli umani? Adele e Greyfriar sono due figure complesse in maniera diversa e dopo il loro primo incontro scopriranno che i loro destini sono irrimediabilmente legati. Se nel primo romanzo la Londra vittoria con i suoi cieli plumbei e le atmosfere pesanti la fanno da padrona nel secondo volume invece sarà il deserto del Nilo a fare da scenario alla vicenda. Ho apprezzato che gli antichi riti egiziani siano stati ripresi in modo tale da rendere ancora più coinvolgente la lettura del secondo volume in cui l'avventura lascia spazio ad una dimensione più intima ed introspettiva dei personaggi. Spero vivamente che la casa editrice decida di pubblicare l'ultimo e conclusivo romanzo: lasciare a bocca asciutta il lettore sarebbe davvero una perdita.

    said on 

  • 4

    I was very skeptical of this one. I wasn’t sure what to think of it. It’s got fantasy. With history and a bit of steampunk added. Which is a great combination, but it really all boils down to the story and its’ characters. It’s certainly got a nice blend of fantasy/history as well and I liked tha ...continue

    I was very skeptical of this one. I wasn’t sure what to think of it. It’s got fantasy. With history and a bit of steampunk added. Which is a great combination, but it really all boils down to the story and its’ characters. It’s certainly got a nice blend of fantasy/history as well and I liked that. I was really expecting something cheesy with a romance in it that’ll make my stomach turn. Thankfully I was wrong!

    I enjoyed this novel until the very last page. The action was well done, the world building was really good and well established, and the characters memorable. The blending of different genres also is nice you have a bit of steampunk, alternate history, fantasy, paranormal, and just a little bit of romance. It’s perfect.

    Of course what adds to this awesome book is Gareth (one of the main characters) has a castle full of cats. No seriously. That is AWESOME. I reacted the same way I did when I saw Hellboy with his room full with cats. (I squeed and squeed until I couldn’t no more) so for me, that was a major added bonus. The chemistry between Adele and Gareth was good as well. Their characters seemed perfect for eachother I really enjoyed how they got along.

    I haven’t gotten around to reading the second book yet, but I’m hoping it will be just as good as this one! I definitely recommend this book to fantasy lovers out there. It’s definitely worth a read through.

    said on 

  • 5

    Recensione su Club Urban Fantasy

    Vampire Empire. Il principe di sangue nero è il primo volume della trilogia dal nome, appunto, Vampire Empire, di cui in Italia per il momento sono stati pubblicati i primi due volumi, manca il terzo. La saga mischia vari elementi, dallo steampunk, alla storia d'amore (quel tocco di romance che n ...continue

    Vampire Empire. Il principe di sangue nero è il primo volume della trilogia dal nome, appunto, Vampire Empire, di cui in Italia per il momento sono stati pubblicati i primi due volumi, manca il terzo. La saga mischia vari elementi, dallo steampunk, alla storia d'amore (quel tocco di romance che non guasta mai), al fantasy per la presenza di creature quali i vampiri (in questo caso molto cattivi), allo storico alternativo perchè presenta una realtà particolare, un passato/futuro in cui si è combattuto una guerra tra umani e vampiri e in cui la tecnologia si è ricostituita nell'uso del ferro e del vapore.

    Tutto questo voler combinare tanti generi diversi tra loro è un punto a favore per il romanzo. Però è anche un punto a sfavore, è difficile mettere insieme così tante cose e non rischiare di traslasciare e non approfondire degli aspetti. In ogni caso stanca di leggere le solite cose, i soliti vampiri e i soliti romanzi (alcuni sembrano essere fatti con la fotocopiatrice xD), ho preso in mano quest'opera nella speranza di respirare un po' di aria fresca.

    A una prima lettura, la scrittura dei due coniugi non è il massimo, specie durante i cambattimenti, dove si fa un po' di fatica a capire quello che succede (almeno io ho riscontrato questa pecca). Però più andavo avanti e più mi appassionavo alla trama. Le scene cambiano rapidamente e i personaggi si susseguono uno dopo l'altro (a volte ho fatto un po' di confusione, sapete bene la mia scarsa memoria), ciò permette alla trama principale di articolarsi in varie sotto-trame. La trama principale ha come protagonista Adele, l'erede a trono del regno di Equatoria, ciò che resta dell'impero britannico. Cento anni prima si è combattuta una sanguinosa guerra tra umani e vampiri, il Grande Eccidio, che ha portato per i vampiri alla conquista di tutte le zone al nord del pianeta. Gli umani si sono invece rifugiati a sud, dove la temperatura non agevola i vampiri, che malgrado possano andarsene tranquillamente in giro di giorno, soffrono il caldo (poverini xD).

    Sono dei vampiri diversi da quelli che siamo soliti vedere ultimamente, a me personalmente sono piaciuti tanto (a parte la storia del soffrire il caldo, che la trovo un po' stupida). Ho trovato interessante la loro capacità di poter volare, le loro unghie che diventano all'occorenza degli affilati artigli, mi piace il carattere spietato, la loro voglia di conquista (non tanto diversa da quella degli umani), la loro sete di sangue. Prima del Grande Eccidio vivevano nascosti e si cibavano predando gli umani, non usavano vestiti e non vivevano nelle abitazioni. Nel presente hanno in parte acquistato alcune delle usanze umane, come quella di vestirsi e quella di vivere nelle abitazioni, ma restano rozzi (i loro vestiti molto spesso non sono puliti, come i loro palazzi pieni di marciume). Non hanno interesse nel costruire oggetti, tutte le faccende pratiche, come il ripulire, vengono svolte dai loro servi umani. L'unico a far eccezione è Gareth, l'erede al trono dei vampiri insediatesi a Londra. Egli si è in parte ravveduto, non uccide più gli umani per nutrirsi e vorrebbe una soluzione pacifica nello scontro tra umani e vampiri (si rende conto che gli umani sono autonomi, mentre i vampiri in quanto parassiti senza gli umani perirebbero immediatamente).

    Per leggere la recensione completa su Club Urban Fantasy:
    http://cluburbanfantasy.blogspot.it/2013/03/recensione-vampire-empire.html#more

    said on 

  • 3

    Ho deciso di scegliere Vampire empire perche è un libro che, a meno di una forte spinta, non avrei

    mai letto di mia iniziativa.
    Questo è dovuto in parte al fatto che ho problemi con il genere, lo steampunk. Anni di esami di storia, archeologia, scavi e musei mi portano a essere molto ...continue

    Ho deciso di scegliere Vampire empire perche è un libro che, a meno di una forte spinta, non avrei

    mai letto di mia iniziativa.
    Questo è dovuto in parte al fatto che ho problemi con il genere, lo steampunk. Anni di esami di storia, archeologia, scavi e musei mi portano a essere molto severa quando incappo negli anacronismi. Sento un male fisico. Perciò se da un lato amo i fantasy, con mondi inventati e creature fantastiche e mi piace molto la fantascienza..la via di mezzo che questo genere rappresenta non sempre mi va a genio.
    Insomma se le tecnologia di un popolo è tale che le navi riesce a farle volare..Dio buono non possono avere l’aspetto di una cocca medievale!!! Come minimo devono essere costruite in una lega metallica sconosciuta e superesistente.
    Detto questo e dopo aver fatto pace con me stessa, Vampire Empire è stato comunque un romanzo che ho letto tutto d'un fiato.
    Siamo catapultati nel futuro, anno 2020, l’Europa settentrionale è ormai occupata dai Vampiri, che da oltre due secoli, sono usciti dall’ombra e hanno attaccato la razza umana, seminando morte e devastazione.
    Non sono i soliti vampiri a cui siamo abituati, non c’è nulla di sexy in loro, anzi sono più animaleschi, spietati e assetati di sangue. Il loro re, il sovrano Dmitri, ha ormai più di 800 è vecchio e debole di mente, ed è ormai in balia del figlio minore Cesare, che vorrebbe sterminare gli uomini in via definitiva.
    L’umanità, nel frattempo, si sta riorganizzando. Dopo il Grande Eccidio, la civiltà si è definitivamente spostata a sud, dove sono nati i due imperi di Equatoria e quello americano. La società si è parecchio evoluta tecnologicamente ed è pronta a sferrare il suo attacco ai vampiri per riprendersi il nord. Per questo l’erede al trono di Equatoria, la principessa Adele, e il capo dell’America il senatore Clark convoleranno a nozze. Per sancire un alleanza contro il comune nemico.
    Durante una visita nelle regioni di confine, la principessa viene rapita dai tirapiedi di Cesare, che ne farà sua prigioniera. Adele sarà salvata dal misterioso Greyfriar e farà la conoscenza con Gareth, fratello di Cesare ed erede al trono, un vampiro davvero fuori dal comune.
    Nonostante i miei limiti per via del genere, ho amato moltissimo le ambientazioni, la descrizione della Londra vampiresca, con i suoi colori cupi, il sudiciume e la devastazione, che sono descritti in modo talmente vivido da sembrare reali.

    Ho apprezzato la narrazione esterna e in terza persona, che ci da la possibilità di seguire i diversi punti di vista e conoscere meglio i diversi personaggi. Anche se ritengo che non siano stati comunque tratteggiati in maniera completa, ma è anche vero che ci troviamo di fronte al 1° capitolo di una trilogia e che probabilmente li conosceremo meglio nei volumi successivi .
    Non potevo non affezionarmi ad Adele, per la sua determinazione, forza e coraggio..un personaggio che già da questo primo libro, inizia un percorso di crescita che la porterà da principessina un po’ viziata a donna forte e risoluta.
    Altro personaggio che ho adorato è Gareth, il suo amare la cultura umana, il volerla emulare, lo rende un personaggio particolare e delicato, non c’erano dubbi sulla scintilla che sarebbe scoccata con Adele, nonostante le differenze i due cercheranno, e troveranno, un punto in comune per poter salvare entrambe le specie
    Mi sarebbe piaciuto conoscere un po’ meglio la situazione politica dei diversi imperi che compaiono nel romanzo, ma come ho detto prima confido di avere una quadro più esaustivo nei volumi seguenti a questo.
    In ogni caso Vampire empire è un romanzo diverso e originale nel marasma dei libri a tema vampiresco di questi ultimi anni.

    Sulla cover. Quella italiana non si batte stavolta, l’originale è orribile.
    Voi che dite?

    said on 

  • 5

    bella favola vampiresca

    ci ho messo più di un mese a leggerlo ma non per colpa sua, sono una delle poche persone che legge poco durante le ferie ma molto quando in ferie non è, quindi in pratica questo romanzo è stato tralasciato per il mare :)
    Cosa dire? Libro veramente ben scritto, scene molto avvincenti e perso ...continue

    ci ho messo più di un mese a leggerlo ma non per colpa sua, sono una delle poche persone che legge poco durante le ferie ma molto quando in ferie non è, quindi in pratica questo romanzo è stato tralasciato per il mare :)
    Cosa dire? Libro veramente ben scritto, scene molto avvincenti e personaggi ben delineati. Lui è uno strafigo combattente che però cela un cuore gattaro ;)
    Lei non è la solita donna che abbisogna di essere salvata, si salva già da sola...mi piacciono le donne così! Pienamente soddisfatta :)

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    STEAMPUNK

    Libro steampunk un genere che non affolla le librerie sebbene merita davvero molto. Il genere scelto per narrare questa storia ci conduce in un mondo futuristico che non ha niente a che vedere con lo urban fantasy,infatti è + fantasy, steampunk, romance, storico - che si è guadagnato il plauso de ...continue

    Libro steampunk un genere che non affolla le librerie sebbene merita davvero molto. Il genere scelto per narrare questa storia ci conduce in un mondo futuristico che non ha niente a che vedere con lo urban fantasy,infatti è + fantasy, steampunk, romance, storico - che si è guadagnato il plauso della critica e del pubblico americani per avere portato una boccata d'aria fresca nel sovrappopolato mondo dei vampiri. Infatti qui ci troviamo dinanzi a vampiri differenti, malvagi, ma ke non sanno nè leggere e nè scrivere, ke nascono come noi (e non diventano tali per contagio dal classico morso da parte di un altro vampiro), ke vivono in un ambiente futuristico ma dove regnano ancora le caste nobiliari, il tutto in un mix di guerra, politica e storia ben assortito. Devo dire ke è stato un genere nuovo per me ke mi ha sorpreso favorevolmente anche se ho trovato la scrittura un pò piatta e priva di emozioni, nessun colpo di scena anzi tutto prevedibilissimo, e direi ke è una storia adatta + ad adolescenti. Mi è piaciuto molto il personaggio di Gareth anke se poco sviluppato nel senso "vampiresco" del termine.........è + un vampiro "dolce" ke impersona un re buono e giusto piuttosto ke il classico predatore.Lettura piacevole tutto sommato.

    said on 

  • 5

    I vampiri hanno conquistato la parte nord del pianeta sterminando gli uomini e distruggendo grandi città. Gli umani hanno creato nuove grandi potenze e si preparano ad una guerra che dovrà sterminare definitivamente i vampiri. Durante il suo viaggio verso il nord la principessa Adele viene attacc ...continue

    I vampiri hanno conquistato la parte nord del pianeta sterminando gli uomini e distruggendo grandi città. Gli umani hanno creato nuove grandi potenze e si preparano ad una guerra che dovrà sterminare definitivamente i vampiri. Durante il suo viaggio verso il nord la principessa Adele viene attaccata e catturata... Durante la fuga e poi la prigionia la principessa incontrerà il leggendario eroe Greyfriar e conoscerà Cesare e Gareth, i due eredi al trono del regno nord dei vampiri...

    Una trama insolita e un genere per me nuovo e diverso: vampiri, aeronavi, città distrutte e magia... Un cocktail ben riuscito che mi ha rapita e sorpreso.
    La storia è narrata in terza persona e fin dall'inizio il lettore riesce ad avere un quadro completo degli avvenimenti avvenuti nel corso degli anni. Fin da subito ci si ritrova immersi nella storia e si cominciano a conoscere i vari personaggi che si susseguiranno pagina dopo pagina.
    Molti i protagonisti di questo libro, forse troppi, ma ciò non rende affatto difficile la comprensione della trama e ogni personaggio non solo è ben caratterizzato e descritto in maniera minuziosa, ma resta ben impresso nella mente del lettore che non perde mai il filo della narrazione.
    Adele è una giovane principessa dell'Impero di Equatoria, una giovane ragazza di 19 anni che durante il periodo di prigionia cresce, diviene donna e inizia a guardare in maniera diversa sia i vampiri sia gli umani che sono al loro servizio. Adele pagina dopo pagina, cresce e si mostra al lettore sotto ogni suo aspetto: una donna coraggiosa e determinata, ma anche una ragazza dolce che pur provando paura cerca sempre di non scoraggiarsi. Altri protagonisti della storia sono il misterioso e leggendario Greyfriar, un eroe mascherato che combatte i vampiri e che più di una volta porta in salvo la principessa... Vi è poi Gareth, l'erede al trono dell'impero dei vampiri del nord: un vampiro con un'umanità insolita, che negli anni si è avvicinato alle tradizioni degli uomini, studiandole e imparando anche a leggere e scrivere... Sarà lui una delle tante rivelazioni di questo libro!
    L'ambientazione scelta dai coniugi Griffith per questo loro romanzo è perfetta e rende bene l'idea di come è cambiato il mondo con il passare dei secoli... Lo stile e il linguaggio dei due scrittori sono semplici, lineari e coinvolgenti, riescono perfino a far innamorare il lettore dei due personaggi principali (Gareth e Adele) e pagina dopo pagina ci si ritrova immersi in una storia d'amore appena accennata, ma che nell'insieme rende ancor più bello il racconto.
    Vampire Empire porta senza ombra di dubbio una ventata di novità nel mondo letterario e ci presenta una visione diversa e più dispotica dei vampiri.
    Un libro consigliassimo e che vi saprà trascinare all'interno di un mondo tutto da scoprire!

    said on 

  • 5

    http://www.houseofbooks.org


    Vampiri, una principessa che viene rapita e un misterioso e affascinante eroe. Banale? No. E anzi, non fosse per la netiquette vi direi: NO E POI NO!


    Premetto un paio di cose: sono una novellina dei generi ucronici, dello steampunk e decisamente satura di ...continue

    http://www.houseofbooks.org

    Vampiri, una principessa che viene rapita e un misterioso e affascinante eroe. Banale? No. E anzi, non fosse per la netiquette vi direi: NO E POI NO!

    Premetto un paio di cose: sono una novellina dei generi ucronici, dello steampunk e decisamente satura di vampiri. Eppure i 18 euro li ho spesi. Perché? Perché se si legge la quarta di copertina, già si capisce quanto possa essere promettente questo libro, nonostante *ahimé* sia una trilogia.

    Appassionante come pochi libri ho trovato nell’ultimo periodo, consiglio questo Vampire Empire sia per lo stile di scrittura, ricercato ma scorrevole, sia per la storia che cresce a suon di colpi di scena e momenti riflessivi che approfondiscono i caratteri dei personaggi principali.

    Aspetto con ansia il prossimo libro perché c’è un protagonista in particolare che son certa riseverò delle piacevoli sorprese.

    said on