The Hitchhiker's Guide to the Galaxy

By

Publisher: Macmillan Children's Books

4.1
(14498)

Language: English | Number of Pages: 224 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Spanish , Portuguese , Italian , German , French , Catalan , Japanese , Greek

Isbn-10: 0330438956 | Isbn-13: 9780330438957 | Publish date:  | Edition New Ed

Also available as: Others , Hardcover , Audio CD , Audio Cassette , School & Library Binding , Library Binding , Mass Market Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like The Hitchhiker's Guide to the Galaxy ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
On Thursday at lunchtime the Earth gets unexpectedly demolished to make way for a new hyperspace bypass. For Arthur Dent, who has already had his house demolished that morning, this seems to be more than he can cope with. Sadly, however, the weekend has only just begun, and the Galaxy is a very strange and startling place. A $60-million PG movie from Walt Disney pictures is releasing in May 2005. It stars Martin Freeman as Arthur Dent, Sam Rockwell as Zaphod Beeblebrox, Bill Nighy as Slartibartfast and the supercool hip-hop artist Mos Def as Ford Prefect. The Hitchhikers Guide to the Galaxy was voted the nation's fourth most popular book by the BBC's Big Read and the Young Picador edition will bring this perennially popular novel to a brand-new teenage readership. Over fourteen million copies of Douglas Adamss books have been sold worldwide.
Sorting by
  • 2

    Sono molto perplesso. Ho trovato questo libro in diverse liste di libri imperdibili e i voti anche su anobii mi avevano convinto a comprarlo. Non ha trama, non fa ridere, una volta ogni dieci pagine f ...continue

    Sono molto perplesso. Ho trovato questo libro in diverse liste di libri imperdibili e i voti anche su anobii mi avevano convinto a comprarlo. Non ha trama, non fa ridere, una volta ogni dieci pagine fa sorridere, non ha senso. A volte c'è un piccolo lampo di genio umoristico e stop. Forse nel 1979 sarà stato il massimo dell'humour inglese ma di certo nel 2017 in italia non provoca che un pò di noia per il tempo perso a leggerlo. Un bambino di 10 anni se si impegna potrebbe produrre una storia più coerente e fantasiosa. Boh ! Forse avrei dovuto leggerlo 30 anni fa .....

    said on 

  • 5

    Recensione completa: https://feliceconunlibro.blogspot.it/2017/06/guida-galattica-per-gli-autostoppisti.html

    Arthur Dent, il protagonista, si sveglia una mattina e trova dei bulldozer piantati davanti ...continue

    Recensione completa: https://feliceconunlibro.blogspot.it/2017/06/guida-galattica-per-gli-autostoppisti.html

    Arthur Dent, il protagonista, si sveglia una mattina e trova dei bulldozer piantati davanti a casa sua, pronti a buttarla giù per permettere la costruzione di una tangenziale. Contemporaneamente un popolo di alieni decide che la Terra è di intralcio alla costruzione di una tangenziale galattica, e decide quindi di demolirla.
    Ad avvisare Arthur che la fine del mondo è vicina è un suo amico: Ford Prefect. Ford è un alieno, arrivato sulla Terra 15 anni prima, per studiare il pianeta allo scopo di completare e ampliare un libro importantissimo in tutta la galassia: la Guida Galattica per gli Autostoppisti, una sorta di immensa enciclopedia che contiene tutto il sapere dell'universo. Prima che la Terra venga distrutta, Ford riesce a chiedere un passaggio alle navicelle aliene, e porta con sé anche Arthur. Inizia così una straordinaria e bizzarra avventura, in cui questi due personaggi scopriranno cose sensazionali: qual era lo scopo della Terra? E quello dell'uomo? Quali sono le creature più intelligenti dell'universo?

    Credetemi, neanche usando la mia più fervida immaginazione, sarei potuta arrivare a escogitare delle risposte tanto strambe e incredibili, come quelle che Adams dà in questa storia.

    Questo libro è genialità pura.

    All'inizio del mio libro (è il tomone con il ciclo completo) c'è una "Guida alla Guida" in cui l'autore spiega come è nata la serie e perché. L'idea era quella di creare un prodotto che mescolasse comicità e fantascienza.
    Vi dico solo che già leggendo l'introduzione non riuscivo a non ridere. Il tipo di ironia che usa Douglas Adams è esattamente quello che piace a me, e che raramente ho trovato nei libri (o forse sono io che non so cercare bene?). L'obiettivo quindi, per quanto mi riguarda, è stato centrato in pieno.

    said on 

  • 4

    Questa è una follia geniale. Non ho ricordo di aver mai letto un libro così divertente. È la fantasia dell'autore che si sprigiona in piena libertà, senza regole, senza remore.
    Surreale e ironico, res ...continue

    Questa è una follia geniale. Non ho ricordo di aver mai letto un libro così divertente. È la fantasia dell'autore che si sprigiona in piena libertà, senza regole, senza remore.
    Surreale e ironico, resta comunque un libro che ti insegna qualcosa... ad esempio che solo quando conoscerete la domanda comprenderete la risposta; e che l'asciugamano, è forse l’oggetto più utile che l’autostoppista galattico possa avere.

    said on 

  • 3

    E' come se Kubrick avesse girato Alice nella Galassia delle Meraviglie. Non sapevo se fosse stato una Supercazzola della costellazione di Antani e dopo averci pensato per 42 profondi secondi ho trovato la risposta.....

    **** - una perchè purtroppo non sono un lettore inglese di fine anni '70 e qualcosa non l'ho colta. Surreale summa filosofica sull'esistenza umana e universale, la parte della Balena mi ha ricordato " ...continue

    **** - una perchè purtroppo non sono un lettore inglese di fine anni '70 e qualcosa non l'ho colta. Surreale summa filosofica sull'esistenza umana e universale, la parte della Balena mi ha ricordato "l'insostenibile leggerezza dell'essere" e da oggi porterò più rispetto per i topolini ed ascolterò meglio il canto dei delfini....

    said on 

  • 5

    Divertentissimo

    Se non vi siete mai fatti un acido e siete curiosi di sapere cosa si prova, ecco leggete questo libro. Io l'ho fatto proprio per quello :-)
    L'assurdo domina la storia. La Terra che viene demolita perc ...continue

    Se non vi siete mai fatti un acido e siete curiosi di sapere cosa si prova, ecco leggete questo libro. Io l'ho fatto proprio per quello :-)
    L'assurdo domina la storia. La Terra che viene demolita perché proprio da lì deve passare una tangenziale interstellare, però ci sono un paio di superstiti grazie ad alcuni alieni travestiti da umani che bazzicavano da quelle parti... Il racconto è davvero divertente, leggero ma con un bel messaggio di fondo che viene snocciolato soprattutto all'inizio, quando ci vediamo osservati da fuori. Questi umani inquieti, così legati a quei fogliettini verdi di per sé privi di valore...
    Un altro dei motivi per cui ho scelto di leggerlo è che viene data la risposta alla Grande Domanda sulla Vita, l'Universo e Tutte le Cose! La risposta vi sconvolgerà, soprattutto quelli della mia età rimarranno assai stupiti :-)
    Adatto agli amanti della fantascienza, soprattutto quelli un po' pazzi come me.
    Buona lettura!

    said on 

  • 3

    42 è la risposta ... ma la domanda?

    Sicuramente un libro divertente e d ironico. Lo definirei senza capo ne coda e forse scritto proprio con questo scopo. Personalmente non è il mio genere, ma l'ho sentito nominare in lungo e in largo c ...continue

    Sicuramente un libro divertente e d ironico. Lo definirei senza capo ne coda e forse scritto proprio con questo scopo. Personalmente non è il mio genere, ma l'ho sentito nominare in lungo e in largo che alla fine ho deciso di leggerlo. Non mi ha convinto, anche se stimola la mia curiosità per il prossimo .... chissà!?

    said on 

  • 5

    Credo di non aver mai letto un libro del genere. L'ho trovato a dir poco brillante!
    Da un lato c'é questa narrazione eccezionalmente leggera e divertente che molte volte ti porta a sorridere e a dire ...continue

    Credo di non aver mai letto un libro del genere. L'ho trovato a dir poco brillante!
    Da un lato c'é questa narrazione eccezionalmente leggera e divertente che molte volte ti porta a sorridere e a dire "ma che cavolata", dall'altra invece si parte con l'idea di leggere un romanzo di fantascienza senza troppe pretese e ci si ritrova a riflettere sulla vita, il destino e la casualità.
    Tirando le somme io ritengo che Douglas Adams era uno scrittore che sapeva davvero usare le parole, sapeva come dare un tocco magico a ciò che che raccontava senza però cadere nel banale o nel tedioso; era un autore che sapeva parlare di grandi temi con una leggerezza straordinaria.
    Tuttavia non lo ritengo un libro che possa piacere a tutti: é particolarmente leggero e veloce e le parole si susseguono come una musica, ma se non piace il genere c'é poco da fare.

    said on 

  • 5

    Ho riso fino alle lacrime

    Un romanzo che fonda un genere tutto suo, che definirei "cazzeggio letterario".
    La trama è il pretesto per una serie di squisite e divertentissime goliardate, che non risparmiano niente e nessuno, dal ...continue

    Un romanzo che fonda un genere tutto suo, che definirei "cazzeggio letterario".
    La trama è il pretesto per una serie di squisite e divertentissime goliardate, che non risparmiano niente e nessuno, dalle abitudini quotidiane alle grandi questioni filosofiche. Avrete finalmente una precisa risposta a domande fondamentali tipo : qual è il senso della vita, dell'universo e tutto quanto? Chi ha creato la Terra e perché? Come si imparano tutte le lingue conosciute in un secondo? Perché le coste della Norvegia sono così frastagliate? Affrettatevi a leggerlo, prima che vi demoliscano la casa per costruire un'autostrada. O, peggio, prima che qualcuno vi legga una poesia del prostecnico vogon Jeltz!

    said on 

  • 4

    Ascoltato e letto. Mi ha proprio divertito! Una fantasia debordante messa a disposizione di una storia strampalata, ma godibilissima. I topi!!! Ahahah...

    said on 

Sorting by