Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Hobbit

(J.R.R. Tolkien)

By

Publisher: Listening Library

4.3
(17602)

Language:English | Number of Pages: | Format: Audio CD | In other languages: (other languages) Spanish , Portuguese , Catalan , French , German , Swedish , Italian , Japanese , Czech , Korean , Hungarian , Galego , Dutch , Finnish , Latvian , Polish , Slovenian , Croatian , Russian , Norwegian , Turkish , Greek , Basque , Danish , Romanian , Chi traditional , Chi simplified , Esperanto

Isbn-10: 0807288845 | Isbn-13: 9780807288849 | Publish date:  | Edition Abridged

Also available as: Hardcover , Mass Market Paperback , Paperback , Audio Cassette , School & Library Binding , Unbound , Library Binding , Others , eBook , Leather Bound

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Travel

Do you like The Hobbit ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
A BBC Dramatization
3 hours 35 minutes, 5 CDs

Bilbo Baggins, the hobbit, is a peaceful sort who lives in a cozy hole in the Shire, a place where adventures are uncommon—and rather unwanted. So when the wizard Gandalf whisks him away on a treasure-hunting expedition with a troop of rowdy dwarves, he's not entirely thrilled.

Encountering ruthless trolls, beastly orcs, gigantic spiders, and hungry wolves, Bilbo discovers within himself astonishing strength and courage. And at the ultimate confrontation with the fearsome dragon Smaug, the hobbit will brave the dangers of the dark and dragon fire alone and unaided.
Sorting by
  • 5

    Andata e Ritorno, una vacanza da hobbit.

    Un libro da leggere (e rileggere) ogniqualvolta se ne senta la nostalgia. Un viaggio avventuroso, da cui si fa fatica a prendere una pausa. Mai sottovalutare l'animo sensibile,leale,onesto e ingegnoso ...continue

    Un libro da leggere (e rileggere) ogniqualvolta se ne senta la nostalgia. Un viaggio avventuroso, da cui si fa fatica a prendere una pausa. Mai sottovalutare l'animo sensibile,leale,onesto e ingegnoso di un Baggins. Soprattutto,mai sottovalutare la penna di un grande scrittore come Tolkien. Personalmente, ho apprezzato molto anche le illustrazioni di Alan Lee presenti nella mia edizione: un tocco poetico e artistico che arricchisce senz'altro il lungo e pericoloso cammino attraverso le Terre Selvagge. Un gioiello nella mia libreria.

    said on 

  • 4

    LA CHIAMATA DELL'AVVENTURA.

    Un classico della letteratura fantasy che ha, almeno nei suoi tratti iniziali, i connotati di una fiaba, così come questi ultimi vengono proposti, ed analizzati, nel celebre saggio “Morfologia della f ...continue

    Un classico della letteratura fantasy che ha, almeno nei suoi tratti iniziali, i connotati di una fiaba, così come questi ultimi vengono proposti, ed analizzati, nel celebre saggio “Morfologia della fiaba” (1928) di Vladimir Propp. Infatti, delle 31 funzioni presenti in una fiaba, che lo studioso russo enuncia nel suo scritto, il primo riguarda quello che viene definito “allontanamento”, ovvero:

    “L’eroe o un membro della famiglia lascia la sicurezza dell’ambiente iniziale. Questo evento causa tensione nella storia che quindi ha veramente inizio. Può essere il momento in cui viene presentato l’eroe, spesso ritratto come una persona normale.” (Wikipedia, voce: Morfologia della fiaba).

    Nel nostro caso, il protagonista, lo hobbit Bilbo Baggins, ricalca in pieno la figura dell’eroe analizzata da Propp, in quanto, volente o nolente, Bilbo non può sottrarsi alla “chiamata dell’avventura”; anche se nella mente dello hobbit continua a riecheggiare, per tutto il romanzo, il desiderio di trovarsi al calduccio all’interno della propria accogliente casa, quando arriva la “chiamata” egli non può non risponderle e la partenza diventa inevitabile, così come pure le fatiche da dover affrontare.
    In questo suo scritto, pubblicato nel 1937, Tolkien presenta elementi che poi risulteranno essenziali ne “Il Signore degli Anelli”, primo tra tutti l’anello sottratto a Gollum ma anche la presenza del mago Gandalf, accanto allo hobbit che, in questo caso è Bilbo e che ne “Il Signore degli Anelli” sarà Frodo.
    Un gran bel romanzo che è anche metafora della vita, dove ognuno è chiamato, volente o nolente, ad attraversare, nella propria esistenza, un mare di traversie; e proprio queste ultime condiscono tutto il romanzo di Tolkien per dirci che anche una piccola creatura, come può essere un hobbit, coadiuvato tra l’altro da un pugno di nani, può arrivare a compiere imprese importanti come, ad esempio, recuperare un ingente tesoro dalle grinfie di un drago e diventare, così, un eroe.

    said on 

  • 4

    Il primo Baggins

    Prima dell'avvento del più famoso Frodo, le avventure degli hobbit vedevano un altro Baggins alle prese con orchi, lupi, draghi e nani: é Bilbo, assoldato dai nani per recuperare il loro tesoro rubato ...continue

    Prima dell'avvento del più famoso Frodo, le avventure degli hobbit vedevano un altro Baggins alle prese con orchi, lupi, draghi e nani: é Bilbo, assoldato dai nani per recuperare il loro tesoro rubato dal drago Smaug. Piacevolissima favola, preludio al 'Signore degli Anelli'.

    said on 

  • 5

    Un'avventura coinvolgente, piacevole e leggera

    "La più bella storia per bambini degli ultimi cinquant'anni", ha detto Auden (http://it.wikipedia.org/wiki/Wystan_Hugh_Auden). Sono abbastanza d'accordo. La meraviglia di Tolkine è che ha costruito un ...continue

    "La più bella storia per bambini degli ultimi cinquant'anni", ha detto Auden (http://it.wikipedia.org/wiki/Wystan_Hugh_Auden). Sono abbastanza d'accordo. La meraviglia di Tolkine è che ha costruito un mondo in cui ti ci catapulta attraverso i suoi libri. Lo Hobbit è facile da leggere, ben scritto e piacevolissimo, per nulla pesante. Una favola, appunto. Consigliatissimo.

    Una nota sul film: il film riflette la storia, aggiungendo alcune azioni che non si trovano nel libro ma che servono a rendere più avvincenti alcune parti che sarebbero altrimenti state piatte. E aggiunge alcuni protagonisti, come Legolas e Tauriel, quest ultima non presente nel libro. Secondo me nulla di sconvolgente, il film ha libertà di sviluppare nuove idee pur non stravolgendo la storia. da dire che in alcune parti il film è quasi più efficace del libro, come quando Thorin viene lentamente conquistato dal fascino del tesoro...

    Insomma, leggete il libro e poi vedete il film. Il solito consiglio che vale sempre.

    said on 

  • 5

    Da leggere sicuramente prima del Signore degli Anelli, questo libro è il preludio ad un mondo infinito e complesso allo stesso tempo, che solo Tolkien è in grado di creare.
    Lo Hobbit è la classica "fi ...continue

    Da leggere sicuramente prima del Signore degli Anelli, questo libro è il preludio ad un mondo infinito e complesso allo stesso tempo, che solo Tolkien è in grado di creare.
    Lo Hobbit è la classica "fiaba" per chiunque abbia voglia di immergersi in un mondo con draghi, nani, orchi e quant'altro l'immaginazione necessita.
    Sono contenta di averlo letto per il semplice fatto che è talmente scorrevole e fantastico che sembra di scivolare dentro un mondo reale in cui la natura e le creature fantastiche la fanno da padrone.
    Posso solo dire che lo rileggerei anche cento volte.
    Non è assolutamente pesante o difficile.
    Il passo successivo, finito questo libro, sarà quello di sentire la necessità di leggere il signore degli anelli solo per il gusto di sprofondare nuovamente in una meravigliosa avventura.
    Adoro Tolkien e ve lo consiglio!!

    said on 

  • 5

    Prendi uno hobbit, quel bel tipino di Bilbo Baggins, e un mago.. Mettici 13 nani, di cui non ricorderai mai tutti i nomi, ma va beh..
    Metti tutti insieme per riprendere un tesoro adesso custodito da u ...continue

    Prendi uno hobbit, quel bel tipino di Bilbo Baggins, e un mago.. Mettici 13 nani, di cui non ricorderai mai tutti i nomi, ma va beh..
    Metti tutti insieme per riprendere un tesoro adesso custodito da un drago, aggiungici elfi, orchi, e tutta la magia della Terra di Mezzo..
    Ecco come Tolkien riesce a mettere su una storia che scorre davvero bene, diverte e dà una prima visione di quel mondo che poi gireremo in lungo e largo con Il Signore degli Anelli (ho una voglia matta di rileggerlo adesso!!)

    Questo libro era nella mia TBR più o meno dai tempi in cui lessi Il Signore degli Anelli, ma non mi ero mai decisa.. Adesso che ho visto tutta la nuova trilogia di Jackson (che per me è un grosso MEH!!) mi son detta "ora o mai più!".. e menomale!!
    Lettura consigliatissima, e se siete nuovi dell'universo Tolkeniano direi che Lo Hobbit è un buon punto di partenza (sicuramente meno impegnativo del Signore degli Anelli, anche come numero di pagine!)

    said on 

  • 3

    Pur non essendo il mio genere ho voluto leggerlo perché trovo che un buon lettore debba spaziare su ogni genere. Solo così sarà in grado di intrattenere conversazioni con un vasto pubblico.
    È scritto ...continue

    Pur non essendo il mio genere ho voluto leggerlo perché trovo che un buon lettore debba spaziare su ogni genere. Solo così sarà in grado di intrattenere conversazioni con un vasto pubblico.
    È scritto a tratti con un linguaggio banale anzi è più appropriato dire elementare perché appunto è un romanzo che nasce per un pubblico giovane ma riporta anche intercalari non proprio moderni.
    Mi riesce difficile dare delle stelline ad un romanzo, quando la lettura mi suscita emozioni contrastanti come in questi caso. Visto che proprio devo farlo, ne affibbio solo tre. Tre perché l'ho trovato moderatamente coinvolgente fino all'episodio dei ragni dopo di che mi è sembrato un trascinamento obbligato fino alla fine. Un voler proseguire x forza la storia. Tre anche perché a tratti interrompeva la narrazione per riprendere e spiegare cose che aveva tralasciato.
    I personaggi. Bilbo molto simpatico, competente talvolta anche furbo ma continuamente denigrato da questa squadra di nani scemi. Il resto delle "comparse" nemmeno le cito perché non hanno suscito in me particolare interesse. Infatti ho provato tantissima comprensione e tenerezza per questo piccolo Hobbit e tantissima rabbia per i nani.
    In futuro cercherò di leggere anche Il Signore degli Anelli ed altro di questo autore, voglio avere una maggiore consapevolezza.

    said on 

  • 5

    Come tornare indietro nel tempo

    Scrivere una recensione de Lo Hobbit può risultare pleonastico, tanto è stato scritto in passato e tanto se ne scrive ancora oggi. Resta il fatto che la lettura di questo amabile racconto è piacevole, ...continue

    Scrivere una recensione de Lo Hobbit può risultare pleonastico, tanto è stato scritto in passato e tanto se ne scrive ancora oggi. Resta il fatto che la lettura di questo amabile racconto è piacevole, coinvolgente e appassionante. Ad una prima lettura superifciale si può parlare di favola, di prequel di un film, etc.; in realtà siamo davanti ad una costruzione "mitologica" realizzata da uno dei più importanti, se non il più importante, linguisti inglesi, che racchiude in ogni riga scritta un vero e proprio tesoro di storia e di intelligenza narrativa. Credo che una realistica lettura di Tolkien implichi necessariamente una conoscenza ampia del suo mondo e per questo motivo risulta quasi impossibile fermarsi alla lettura de Lo Hobbit per tentare di avvicinarsi alla comprensione di una sia pur labile ombra del fantastico mondo di nani, elfi , hobbit e draghi che il Professore ha inventato nel corso dei suoi anni di vita. Questa edizione mi ha colpito anche per le illustrazioni di Alan Lee che resta uno dei migliori "cronisti" del mondo di Tokien. Assolutamente consigliata la lettura con un'attenzione particolare a tutte le canzoni del testo che risultano sempre di grande livello emotivo.

    said on 

  • 4

    Una favola per tutte le età

    “Tutto quello che l’ignaro Bilbo vide quel mattino fu un vecchio con un bastone.”
    http://www.ilariapasqua.net/apps/blog/show/43047865-lo-hobbit-j-r-r-tolkien-1937-

    said on 

Sorting by