Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The House of the Mosque

By Kader Abdolah

(7)

| Softcover | 9781847672407

Like The House of the Mosque ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Iran, 1969. In the house of the mosque, the family of Aqa Jaan has lived for eight centuries. The house teems with life, played out under the watchful eyes of the storks that nest on the minarets above. But this family will experience upheaval unknow Continue

Iran, 1969. In the house of the mosque, the family of Aqa Jaan has lived for eight centuries. The house teems with life, played out under the watchful eyes of the storks that nest on the minarets above. But this family will experience upheaval unknown to previous generations. For in Iran, political unrest is brewing. The shah is losing his hold on power; the ayatollah incites rebellion from his exile in France; and one day the ayatollah returns. The consequences will be felt in every corner of Aqa Jaan's family.

84 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Alcuni vedevano in lei una nuova, luminosa stella del firmamento della poesia persiana, altri una puttana che vendeva il suo corpo sia a letto che sulla carta.

    Is this helpful?

    Maurizio (videogioco) said on Jul 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Persia antica e Iran moderno

    Questo romanzo mi è proprio piaciuto! Adoro quei testi nei quali viene descritta una cultura, una storia, una civiltà attraverso la narrazione della vita comune di persone o cose apparentemente secondarie. Nel caso specifico, si racconta di una terra ...(continue)

    Questo romanzo mi è proprio piaciuto! Adoro quei testi nei quali viene descritta una cultura, una storia, una civiltà attraverso la narrazione della vita comune di persone o cose apparentemente secondarie. Nel caso specifico, si racconta di una terra e di un popolo che conosco poco, soprattutto se confrontati con l'enorme storia che li riguarda: la Persia (o meglio, l'Iran). Le vicende sono raccontate con un ritmo tutt'altro che incalzante, ma con una costanza e una ricchezza di fatti che immagino siano lo specchio di quanto accade nell'area. I personaggi sono descritti in modo efficace, ma essenziale, come se la loro reale personalità resti nell'ombra, da scoprire. Mi è piaciuta la descrizione di una cultura nella quale si mischiano e si intrecciano sacro e profano in modo così netto, ma mai definitivo. Peccato soltanto che le vicende siano spesso drammatiche, sconsolanti: alla fine del libro mi sono rimasti un grande amore e una grande paura per una cultura che è senz'altro ricca, affascinante, misteriosa, lontana, criptica e intrigante. Comunque molto bello!

    Is this helpful?

    Gaspare Lodi said on Jan 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Kader Abdolah scrive di grandi saghe familiari, di un oriente che solo lontanamente immaginiamo, dove tradizione e misticismo si mescolano alla storia turbolenta e ribelle di una terra affascinante. I colori, le tradizioni, i costumi, tutto è descrit ...(continue)

    Kader Abdolah scrive di grandi saghe familiari, di un oriente che solo lontanamente immaginiamo, dove tradizione e misticismo si mescolano alla storia turbolenta e ribelle di una terra affascinante. I colori, le tradizioni, i costumi, tutto è descritto da Abdolah in maniera impeccabile eppure assolutamente poetica.

    Is this helpful?

    Lerica said on Sep 30, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non aveva più futuro e neanche nel presente c'era posto per lui. Doveva tornare al passato, ma la domanda era come.

    Is this helpful?

    Luca Leone said on Aug 23, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book