The Iron King

El rey de hierro

By

Publisher: Harlequin Ibérica (Darkiss)

4.0
(138)

Language: Español | Number of Pages: 405 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi traditional

Isbn-10: 8490102503 | Isbn-13: 9788490102503 | Publish date:  | Edition 1

Category: Romance , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like The Iron King ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Meghan Chase tenía un destino secreto, un destino que jamás habría imaginado... En la vida de Meghan siempre había habido algo extraño, desde que su padre desapareció cuando ella tenía seis años. Nunca había encajado en la escuela ni en casa. Cuando un siniestro desconocido comenzó a observarla desde lejos y su mejor amigo se convirtió en su incansable guardián, Meghan presintió que su vida iba a dar un vuelco. Pero jamás habría imaginado la verdad: que era la hija de un mítico rey del mundo de los duendes y las hadas y que, inmersa en una guerra implacable en la que era un peón de ambos bandos, tendría que descubrir hasta dónde estaba dispuesta a llegar para salvar a quien amaba, atajar un mal misterioso al que ninguna criatura mágica osaba enfrentarse... y descubrir el amor con un joven príncipe que quizá prefiriera verla muerta a permitir que tocara su corazón helado. Me llamo Meghan Chase. En menos de veinticuatro horas cumpliré dieciséis años. Los dulces dieciséis. Suena mágico. Se supone que, a esa edad, las niñas se vuelven princesas, se enamoran, van a fiestas, a bailes de promoción y cosas así. Se han escrito un sinfín de relatos, canciones y poemas sobre esa edad maravillosa en la que encuentras el amor verdadero, las estrellas brillan por ti y el apuesto príncipe te lleva en volandas hacia el atardecer. No creo que ése vaya a ser mi caso.
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    女主角梅琪雖然是夏日國王的女兒,繼承了一些精靈的魔法,但這些魔法直到最後才使出一些些,看得有些不過癮,但這也不能怪她,畢竟她不會也不知道怎麼使用。

    羅賓好小子是調皮搗蛋的惡作劇大王,但他同時也是個戰鬥高手,總是陪在梅琪身邊幫她排除萬難,知道如何轉移梅琪的注意力並帶給她笑容。

    男主角亞許,則是與女主角對立國家的冬日王國小王子,儘管臉上總是一副冷冰冰、拒人於千里之外的樣子,但也是個觀察力強,會適時出手 ...continue

    女主角梅琪雖然是夏日國王的女兒,繼承了一些精靈的魔法,但這些魔法直到最後才使出一些些,看得有些不過癮,但這也不能怪她,畢竟她不會也不知道怎麼使用。

    羅賓好小子是調皮搗蛋的惡作劇大王,但他同時也是個戰鬥高手,總是陪在梅琪身邊幫她排除萬難,知道如何轉移梅琪的注意力並帶給她笑容。

    男主角亞許,則是與女主角對立國家的冬日王國小王子,儘管臉上總是一副冷冰冰、拒人於千里之外的樣子,但也是個觀察力強,會適時出手幫助梅琪的人。

    貓精則扮演著導遊與智者的角色,雖然有時候讓人又氣又好笑,一察覺到危險就默默消失,但關鍵時刻也總會現身,指引他們方向。

    劇情安排以及人物性格的設立與描寫還不錯,看到好小子搞怪和貓精一針見血的話我都會很開心。題材新鮮、內容也很豐富,但也因為一些東西描寫過多,讓我總覺得劇情不夠緊湊,這是我沒有給這本書滿分的原因。

    said on 

  • 4

    Libro davvero coinvolgente, sicuramente ora mi immergerò nella lettura di "The Iron Daughter". Consigliatomi da un amico tempo fa, ho avuto l'occasione di prenderlo in mano solo ora e mi ha incantato ...continue

    Libro davvero coinvolgente, sicuramente ora mi immergerò nella lettura di "The Iron Daughter". Consigliatomi da un amico tempo fa, ho avuto l'occasione di prenderlo in mano solo ora e mi ha incantato sin dai primi capitoli. L'atmosfera fatata e la ripresa della mitologia shakespeariana di "una notte di mezza estate" fanno da corona a questo bel romanzo.

    said on 

  • 4

    Maghan Chase è una ragazza come le altre. Non particolarmente romantica, non popolare, non ricca. E come molte ragazze, non si considera un granchè. Ma quando inizia a vedere cose strane che in una fr ...continue

    Maghan Chase è una ragazza come le altre. Non particolarmente romantica, non popolare, non ricca. E come molte ragazze, non si considera un granchè. Ma quando inizia a vedere cose strane che in una frazione di secondo scompaiono (in particolare un bellissimo ragazzo su un cavallo nero) e il suo fratellino di quattro anni comincia a diventare davvero inquietante, scoprirà che non è proprio tutto come credeva. Il suo migliore amico Robin, che si rivelerà essere il famosissimo Puck di Shakespeare, è stato il suo guardino per tutta la vita. Infatti, Maghan non è solo una fata qualsiasi, anzi! E' la figlia, seppur illegittima, del Re della Corte d'Estate. E i comportamenti del fratellino sono ben presto spiegati: in realtà, il vero Ethan è stato rapito e al suo posto è stato messo un changeling, egoista e cattivo. Venuta a conoscenza di tutto questo, Meghan non perderà tempo e entrerà nel Nevernever, il mondo delle fate appunto, per cercare di recuperarlo.

    Non ho letto molti libri sulle fate (forse proprio nessuno ora che ci penso), ma The Iron King mi ha piacevolmente sorpresa. Seguire Meghan che sperimentava per la prima volta una realtà diversa mi è davvero piaciuto. La Kagawa ha creato un mondo nuovo, originale per certi diversi e un po' scontato se si pensa a Puck, cui facevo riferimento prima; ma la logica dell'autrice ha senso: siccome le Fate sono state create proprio dai miti e dall'immaginazione degli uomini, una figura così importante e ricordata non poteva davvero rimanerne esclusa.

    Meghan è la nostra protagonista che, come dicevo prima, mai si sarebbe sognata di essere una principessa, tanto meno di una Corte fatata! E' divertente vedere come si relaziona a questo nuovo aspetto della sua vita, e soprattutto alla forza che dimostra nel voler riportare a casa il suo fratellino Ethan.
    E Puck! Esattamente come me lo immaginavo: simpatico, sbruffone, e ogni tanto anche un po' codardo a dire la verità. Ma non solo lui risulta essere uscito dalla penna del poeta inglese, ci sono anche Oberon e Titania, il Re e la Regina della Corte d'Estate.
    Ma veniamo all'altro personaggio maschile, Ash. Se inizialmente era scontroso e anche un po' inquietante, di Ash ho apprezzato la lealtà verso il suo regno, la Corte d'Inverno, di cui è principe. Sono davvero curiosa di scoprire cosa ci riserva questo personaggio in The Iron Daughter, il seguito, perchè iniziava a piacermi molto e sono convinta che arriverò ad adorarlo.

    Qualcuno dice che verrà tradotto dalla Fanucci, e speriamo davvero che sia così! Una storia del genere mancava davvero nella mia libreria, e mi piacerebbe sentirne parlare un po' di più.
    L'unica cosa che mi rimane da dire è che come inglese l'ho trovato leggermente difficile in alcune parti descrittive. Insomma, non una gran cosa, ma ho letto libri molto più semplici da questo punto di vista.

    said on 

  • 4

    Ecco il mio terzo commento a questo libro, e spero sia anche l'ultimo. Non so se per me siano proprio quattro stelle, ma per ora ne segno così.
    La seconda lettura di The Iron King mi ha permesso di ri ...continue

    Ecco il mio terzo commento a questo libro, e spero sia anche l'ultimo. Non so se per me siano proprio quattro stelle, ma per ora ne segno così.
    La seconda lettura di The Iron King mi ha permesso di rivalutarlo in positivo. Se prima l'avevo trovato un libro superficiale e confuso, adesso lo considero un inizio promettente, anche se non proprio straordinario. Ho rivalutato tutti i personaggi, a cominciare da Meghan, che precedentemente avevo considerato una ragazza ritardata, mentre in un secondo tempo una ragazza in gamba e che sa il fatto suo. Il fatto è che bisogna iniziare la lettura aspettandosi di addentrarsi una fiaba in formato di romanzo. Sì, a volte sembra che le regole naturali non siano rispettate e questo non disturba, ma anzi tutto appare incantato e affascinante. Nonostante ci sia una piccola incongruenza all'inizio -come fa una persona che ha bisogno di ripetizioni in informatica a bullarsi dell'insegnante di ripetizioni con Photoshop?- e i capitoli verso la fine, precisamente gli ultimi cinque, siano i più difficili da gradire, perchè si entra nel vivo, e cioè si affronta ciò che dà materia per il titolo, anche se questa parte finale può essere noiosa, quello che conta è il concetto di fondo: si tratta di un inno alla fantasia, al piacere di raccontare e sentirsi racconte vecchie fiabe, al brivido del credere nei propri sogni, alla creatività dell'infanzia. Anche se si può fantasticare ad ogni età.

    said on 

  • 4

    Piccola premessa: quando ho visto questa copertina, me ne sono innamorata; ho letto la trama e mi ha incuriosita da morire; ho letto in giro pareri entusiastici; di conseguenza, ho caricato questo lib ...continue

    Piccola premessa: quando ho visto questa copertina, me ne sono innamorata; ho letto la trama e mi ha incuriosita da morire; ho letto in giro pareri entusiastici; di conseguenza, ho caricato questo libro di aspettative altissime, il che significa che credevo di avere tra le mani la serie dell'anno, o qualcosa del genere.
    Naturalmente, era quasi impossibile che non restassi almeno un po' delusa.
    Come accennai in un WWW di qualche tempo fa, l'inizio di questo libro è un po' lento. Megahn, la protagonista, è una ragazza abbastanza anonima, con un trascorso un po' strano. Il giorno del suo sesto compleanno, suo padre l'ha portata al parco e le ha dato i soldi per comprarsi un gelato. Al suo ritorno, Meghan non ha più trovato suo padre. Era semplicemente sparito. Avevano ritrovato solo le sue scarpe sulla riva di uno stagno, null'altro. Lei e sua madre si erano poi trasferite in un piccolo paesino, sua madre si era risposata e aveva avuto un altro figlio. Ora Meghan ha sedici anni e, oltre ad essere anonima, a volte ha la sensazione di essere...invisibile. Il suo patrigno sembra addirittura dimenticarsi di lei ogni volta che esce dalla stanza. Gli unici con cui Meghan ha un rapporto sono Robbie, il suo migliore amico, e Ethan, il suo fratellino di quattro anni che la adora. Un giorno, Ethan viene rapito e sostituito con un changeling, un essere malvagio che ha assunto le sembianze del bambino. A questo punto, Robbie, che in realtà è Puck (quello si Sogno di una Notte di Mezz' Estate di Shakespeare, per intenderci), svela a Meghan il Mondo Invisibile, il mondo degli esseri fatati. È lì che è stato portato Ethan ed è lì che Meghan dovrà andare per salvarlo.

    Una volta entrata, Meghan scopre che il mondo fatato non è rose e fiori. Apparentemente ci sono esseri pronti a papparsela nascosti dietro ogni angolo. Inoltre, sorpresa delle sorprese, si viene a sapere che lei è la figlia di Oberon, il Re della Seelie Curt, la corte d'Estate. La Regina Titania non fa di certo i salti di gioia quando Meghan si presenta al suo cospetto, quindi potete tranquillamente aggiungerla alla lista di gente che vuole la testa di Meghan su un palo; senza parlare della Regina della Unseelie Curt, la corte d'Inverno, che vorrebbe usare Meghan come arma contro Oberon, suo nemico. Insomma, dimenticate gli elfi allegri e le fatine luccicanti. Benvenuti intrighi di corte, satiri sessualmente insaziabili e cuoche troll particolarmente despotiche.
    Quindi, per quanto riguarda la struttura del libro, niente da dire. Julie Kagawa è riuscita a creare un mondo ben strutturato, con leggi proprie e popolato da esseri maliziosi e intriganti, mescolando elementi presi da storie e leggende in modo assolutamente magistrale. Si ha effettivamente la sensazione di entrare in un mondo che ha una storia millenaria alle spalle. In più, mi è piaciuto il rapporto che la Kagawa ha creato tra il nostro mondo, il mondo reale, e il Mondo Invisibile. Le creature fatate si nutrono ed esistono grazie all'immaginazione dell'uomo. Puck, per esempio, è un essere estremamente longevo e praticamente immortale poiché, essendo citato in storie e ballate (senza dimenticare SHAKESPEARE), non verrà mai dimenticato dagli uomini e questo lo tiene in vita. D'altra parte, l'avanzare della tecnologia e della scienza, che distruggono le credenze e le leggende, stanno minando anche l'intero mondo fatato. Tecnologia significa un utilizzo sempre più diffuso di metallo, mortale per le fate.
    Ed ecco la svolta, l'idea geniale: con l'avanzare della tecnologia, i sogni non sono spariti, sono cambiati. L'uomo sogna di nuove tecnologie e questi sogni hanno dato vita ad una nuova razza di fate, the Iron Fey, le fate di ferro. Un ossimoro.
    A questo punto, valeva la pena continuare a leggere.
    Un altro punto a favore è lo stile della Kagawa. Lei mostra, non descrive. Nonostante la barriera linguistica, io ho visitato i mondi in cui mi ha condotta. Ho visto i colori vivaci della Corte d'Estate e la glaciale maestosità del territorio della Corte d'Inverno.
    (Recensione intera qui- > http://thebookshelfff.blogspot.it/2013/10/the-iron-king-iron-fey-1-julie-kagawa.html)

    said on 

  • 5

    La saga de El rey de hierro me interesó desde el principio y estaba con bastantes ganas de leer esta saga. Un mundo de hadas oscuro y tenebroso, bases de los viejos cuentos y no una versión dulce llen ...continue

    La saga de El rey de hierro me interesó desde el principio y estaba con bastantes ganas de leer esta saga. Un mundo de hadas oscuro y tenebroso, bases de los viejos cuentos y no una versión dulce llena de azúcar y algodón.
    La ambientación es lo mejor de la saga, Julie Kagawa ha acertado de pleno, es perfecto, vale la pena leer el libro solo por eso pero no ha acertado tanto con los personajes. La historia está bien y la ambientación mejor pero ha caído en lo que suelen caer todos los escritores de literatura juvenil con triángulos amorosos, en los cuales un vértice es pegote.
    Es un soplo de aire fresco, me ha encantado el libro salvo por los tópicos que no hay forma de sortear en ningún libro juvenil pero excepto eso, es una saga a la que hay que darle una oportunidad porque no va a defraudar.

    said on 

  • 4

    我一看到仙境就像"仲夏夜之夢"整個心都冷掉了,我是沒看過"仲夏夜之夢"的故事(是沒資格排斥)感覺就像個亂七八糟的故事,再來一直想到女主角梅琪到了仙境變成精靈的樣子,一直想像....就是醜XD,那個貓精也讓我想到史瑞克的長靴貓...阿~整個就提不起勁!不過不過還好這些是前半段,後半段他們踏上尋找鐵國王的旅途就精彩多了,過程很緊湊,貓精的企圖讓我很好奇,還有梅琪被取走的一段記憶應該也跟後面的故事有關吧 ...continue

    我一看到仙境就像"仲夏夜之夢"整個心都冷掉了,我是沒看過"仲夏夜之夢"的故事(是沒資格排斥)感覺就像個亂七八糟的故事,再來一直想到女主角梅琪到了仙境變成精靈的樣子,一直想像....就是醜XD,那個貓精也讓我想到史瑞克的長靴貓...阿~整個就提不起勁!不過不過還好這些是前半段,後半段他們踏上尋找鐵國王的旅途就精彩多了,過程很緊湊,貓精的企圖讓我很好奇,還有梅琪被取走的一段記憶應該也跟後面的故事有關吧!

    said on 

  • 4

    *_________*
    La prima parola che mi viene in mente per descrivere questo libro è ricchezza. Nell'intreccio della trama, nei personaggi, nelle scene d'azione ma, soprattutto, nelle descrizioni. Il mondo ...continue

    *_________*
    La prima parola che mi viene in mente per descrivere questo libro è ricchezza. Nell'intreccio della trama, nei personaggi, nelle scene d'azione ma, soprattutto, nelle descrizioni. Il mondo di Nevernever è tratteggiato talmente bene che non ti sembra più di essere sul divano, sul treno, in biblioteca o dovunque tu stia leggendo. Con tuo grande stupore ti accorgi che attorno a te e a strani esseri con le orecchie a punta vorticano mulinelli di neve, e che Grimalkin (quanto ho adorato quel gatto! Meeeeeeow) con la sua voce melliflua ti sta dicendo qualcosa a proposito del Re di Ferro. Se siete alla ricerca di una nuova saga da iniziare, fate un pensierino su questa :D

    said on 

Sorting by