Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Jane Austen Book Club

By

Publisher: Penguin Books Ltd

3.2
(786)

Language:English | Number of Pages: 304 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Spanish , French , German , Italian , Japanese

Isbn-10: 0141020261 | Isbn-13: 9780141020266 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio CD , Mass Market Paperback , Others

Category: Entertainment , Fiction & Literature , Romance

Do you like The Jane Austen Book Club ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Six people five women and a man meet once a month in California's Central Valley to discuss Jane Austen's novels. They are ordinary people, neither happy nor unhappy, but each of them is wounded in different ways, they are all mixed up about their lives and relationships. Over the six months they meet, marriages are tested, affairs begin, unsuitable arrangements become suitable under the guiding eye of Jane Austen a couple of them even fall in love 'A thoroughly delightful comedy of contemporary manners' Entertainment Weekly
Sorting by
  • 1

    Una noia mortale, i libri della Austen sono solo un pretesto per raccontare le storie degli appartenenti al club e ci sono momenti in cui si perde totalmente il filo del discorso. Non sapevo nemmeno c ...continue

    Una noia mortale, i libri della Austen sono solo un pretesto per raccontare le storie degli appartenenti al club e ci sono momenti in cui si perde totalmente il filo del discorso. Non sapevo nemmeno che esistesse il film, ma sicuramente aver letto il libro non mi fa venire voglia di vederlo.

    said on 

  • 2

    Il club del libro su Jane Austen è sicuramente un'idea simpatica ed accattivante. Il libro è stato costruito in modo tale che ad ogni incontro del club venga approfondito il mondo e l'interiorità di u ...continue

    Il club del libro su Jane Austen è sicuramente un'idea simpatica ed accattivante. Il libro è stato costruito in modo tale che ad ogni incontro del club venga approfondito il mondo e l'interiorità di una dei membri del club stesso attraverso la visione e il richiamo a situazioni raccontate in un libro della Austen. Ho trovato originale questo modo di costruire la storia. Ma, c'è semrpe un ma, tutto questo parlare dei vari membri lascia davvero poco spazio alla Austen e agli intrecci dei suoi libri, così ti ritrovi immedesimata nelle vite dei membri del club ma senza averlo veramente voluto! il tutto lascia un senso come di perdita, come se dicessi a te stesso: "sì ok, ma il libro? non approfondiamo? non ne parliamo di più?". La Austen fa solo da contorno alle storie dei personaggi, un'occhiata superciale, uno sfondo sbiadito... decisamente viene messa in secondo piano, e non ce n'è un terzo!
    Apprezzabile la costruzione del finale lieto: attraverso la rilettura della Austen tutti i personaggi ritrovano la loro strada, torna loro la voglia di cercare l'amore e affidarsi ai sentimenti.
    Pesantissima la carrellata di commenti sulle opere della Austen posta a fine libro. Non si capisce quale sia l'utilità o lo scopo e soprattutto è irritante! lo è perchè i commenti staccati dal contesto spesso non permettono di capire il messaggio che volevano trasmettere e poi perchè troppi sono negativi e per una austeniana convinta il subirne la lettura così in massa non può lasciarti indifferente e tantomeno indenne!

    said on 

  • 3

    Simpatico ma ho trovato migliore il film. Alcuni aspetti sono più approfonditi qui( specie sul personaggo di Jocelyn) ma la meccanica delle relazioni è più frizzante nel film. E dove lo mettiamo l'ele ...continue

    Simpatico ma ho trovato migliore il film. Alcuni aspetti sono più approfonditi qui( specie sul personaggo di Jocelyn) ma la meccanica delle relazioni è più frizzante nel film. E dove lo mettiamo l'elenco di autori e libri di fantascienza che rendono il film succulento per gli appassionati del genere e che nel libro è praticamente assente?

    said on 

  • 4

    Lo so, la regola dice: prima il libro poi il film. Ma a volte non puoi farlo, perché? Perché capita che intorno a mezzanotte, facendo zapping notturno trovi un film e già solo il titolo ti piace. Capi ...continue

    Lo so, la regola dice: prima il libro poi il film. Ma a volte non puoi farlo, perché? Perché capita che intorno a mezzanotte, facendo zapping notturno trovi un film e già solo il titolo ti piace. Capita che non sai che il film è tratto da un libro.. Così quando ti capita tra le mani il volume sei titubante, o finta titubante perché già sai che lo comprerai. Ecco, questo è quello che è successo a me!! :D

    Ultimamente fanno solo film tratti dai libri, e mi ritrovo a cercare i volumi.. e non voglio vedere il film se prima non leggo il libro.. e … mio marito inizia a spazientirsi! :/

    Il libro è veramente carino! Sono cinque donne e un uomo che si trovano a fondare un club per parlare e approfondire i libri di Jane Austen.
    Cinque donne molto diverse tra loro, ma comunque molto amiche, pronte ad aiutarsi soprattutto quando Sylvia viene lasciata dal marito. Così le amiche Jocelyn, Prudie; e Bernardette decidono di formare questo gruppo. Tirando dentro anche la figlia di Sylvia . Mancandone uno, Jocelyn decide di invitare un uomo (che sarebbe “destinato a Sylvia) che ha conosciuto da poco: Grigg.

    Ogni capitolo è un mese e ogni mese è un romanzo di Jane Austen.
    Le storie dei personaggi sono intrecciate abbastanza bene, ho trovato molto carina l’idea che ogni mese uno di loro ospiterà a casa propria l’incontro.
    Il personaggio di Grigg penso sia stato studiato molto bene. Perché oltre a sfatare il mito che gli uomini certi romanzi, certi libri non li leggono, pone risalto anche su un altro tema. Molto spesso ci precludiamo, noi donne, altri generi letterari; invece Grigg amante della fantascienza, si butta in questa avventura, mentre Jocelyn è molto restia a leggere quel genere. Molto spesso crediamo che la fantascienza o altri generi, per quanto mi riguarda i saggi, siano noiosi, non adatti a noi, o un genere solo per bambini.

    A fine 2013 mi sono posta come obiettivo di avvicinarmi alla fantascienza, quindi se avete libri da consigliarmi.. Ben Vengano!!!!

    said on 

  • 2

    2 stelline e mezzo. Il film omonimo mi ha coinvolto decisamente di più. Questo club Austeniano mi sembra un po' confuso. Bella l'idea, ma per me è no.

    said on 

  • 3

    www.readingattiffanys.com/2013/07/recensione-jane-austen-book-club.html?m=1

    Premetto che non è il mio libro preferito ispirato a Jane Austen e ai suoi romanzi. Ho visto anche il film tratto da questo ...continue

    www.readingattiffanys.com/2013/07/recensione-jane-austen-book-club.html?m=1

    Premetto che non è il mio libro preferito ispirato a Jane Austen e ai suoi romanzi. Ho visto anche il film tratto da questo romanzo ma devo ammettere che neanche in questo caso non mi ha colpito più di tanto. Dal nulla ci ritroviamo a seguire gli incontri di quattro donne e un uomo che discutono uno ad uno tutti i libri più famosi di Jane Austen. Ognuno ha una propria vita e le proprie complicazioni che non mancano mai. In particolare Jocelyn è un'amante sfegatata dei cani e se sà lavorare bene con gli animali non sempre semplice le risulta il rapporto uomo donna. Sylvia la sua migliore amica, dovrà fare i conti con un matrimonio in crisi ed un marito che ha scelto di ritrovare la propria giovinezza frequentando una donna molto più giovane di lui. La figlia di Sylvia, Allegra, sempre in cerca di emozioni forti che tra una lancio col paracadute e l'altro aspira ad incontrare la ragazza adatta a lei, Prudie, una composta e seria professoressa di francese che nonostante il suo controllo su tutto è un animo fragile che si spezza alla notizia della morte della madre e poi Bernadette, una simpatica signora che nonostante l'età matura non rinuncia al suo sogno all'orgoglio e pregiudizio e riesce sempre a portare allegria e buon umore. Infine l'unico uomo della cricca è Grigg, lui è nuovo alla letteratura austeniana e un pò per caso si ritroverà a fare parte del gruppo e a scoprire che alla fine Jane Austen non è una scrittrice prettamente femminile ma che anzi ben si adatta ad essere letta anche dai maschietti. Le loro vite si incrociano con le storie dei romanzi, grazie ai loro incontri si conoscono meglio, imparano ad aiutarsi l'un l'altro, a maturare e anche ad innamorarsi. Non c'è niente da fare, Jane Austen e le sue storie non hanno età e non smetteranno mai e poi mai di sorprendere ed affascinare.

    said on 

Sorting by