Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Last of the Savages

By

Publisher: Vintage

3.6
(160)

Language:English | Number of Pages: 288 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 0679749527 | Isbn-13: 9780679749523 | Publish date:  | Edition Reprint

Also available as: Hardcover , eBook

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature

Do you like The Last of the Savages ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
From the bestselling author of Bright Lights, Big City and Brightness Falls comes a chronicle of a generation, as enacted by two men who represent all the passions and extremes of the class of 1969. Patrick Keane and Will Savage meet at prep school at the beginning of the explosive '60s. Over the next 30 years, they remain friends even as they pursue radically divergent destinies--and harbor secrets that defy rebellion and conformity.
Sorting by
  • 3

    unico Mc Inerney letto. prometteva un pó di piú di quanto ha mantenuto. lo scrittore tenta di creare il classico personaggio "larger than life" (peraltro ci sono secondo me assonanze con Un Uomo Vero di Wolfe, che peró é stato scritto dopo) ma si ferma a rispettosa distanza dalla materia, insomma ...continue

    unico Mc Inerney letto. prometteva un pó di piú di quanto ha mantenuto. lo scrittore tenta di creare il classico personaggio "larger than life" (peraltro ci sono secondo me assonanze con Un Uomo Vero di Wolfe, che peró é stato scritto dopo) ma si ferma a rispettosa distanza dalla materia, insomma la cosa non si incendia e rischia di rimanere nell´ordinario - ciononostante il romanzo é leggibile visto il sicuro mestiere di uno scrittore ormai maturo

    said on 

  • 5

    Storia di un'amicizia maschile

    Jay McInerney riesce nell'impresa di evolvere e cambiare registro di scrittura dopo Le Mille Luci di New York (e i libri immediatamente successivi) e inventa con L'Ultimo dei Savage una bellissima storia di amicizia maschile.

    said on 

  • 5

    Storia di un'amicizia maschile

    Jay McInerney riesce nell'impresa di evolvere e cambiare registro di scrittura dopo Le Mille Luci di New York (e i libri immediatamente successivi) e inventa con The Last of the Savages una bellissima storia di amicizia maschile.

    said on 

  • 5

    R 8 stars allowed?

    "- I guess I want to know: are you happy?
    - When you say happy... you mean ecstatic, you mean s.t. bigger than we are capable to sustain?"


    "Our desires are infinite and insatiable; it is only by mastering them that we stand a chance of happiness. Or if not happiness, then peace, for the pu ...continue

    "- I guess I want to know: are you happy? - When you say happy... you mean ecstatic, you mean s.t. bigger than we are capable to sustain?"

    "Our desires are infinite and insatiable; it is only by mastering them that we stand a chance of happiness. Or if not happiness, then peace, for the pursuit of happiness seems to me a cruel and frustrating creed, a terrible scam perpetrated on our callow polity"

    said on 

  • 4

    Rimasto in libreria per anni senza che il titolo e la copertina mi invogliassero ad iniziarlo. Invece ne è decisamente valsa la pena, e Le mille luci di New York, dello stesso autore ma più conosciuto, è entrato nella mia wish list.

    said on 

  • 3

    Jay McInerney a volte delude e a volte avvince,in questo caso invece lascia abbastanza indifferenti.
    E' la storia di un amicizia vista dalla parte del'amico che la subisce più che viverla perchè soggiogato dall'istrionico e imprevedibile Will Savage, erede visonario Hippie di una dinastia conser ...continue

    Jay McInerney a volte delude e a volte avvince,in questo caso invece lascia abbastanza indifferenti. E' la storia di un amicizia vista dalla parte del'amico che la subisce più che viverla perchè soggiogato dall'istrionico e imprevedibile Will Savage, erede visonario Hippie di una dinastia conservatrice. Assistiamo alla sua devozione per il migliore amico che molto spesso sembra non curarsi di lui come di nessuno altro,scoprendo poi che le basi di questa amicizia sono dettate anche dall'orientamento sessuale non chiaro del protagonista. Posso dire che nelle ultime pagine si trova una bella definizione sulla modestia: "Ci sono i giganti ...e ci siamo tutti noi, che ci muoviamo in banchi, sospinti dalle correnti oscure del mare"

    said on 

  • 3

    I nostri desideri sono insaziabili e infiniti. solo dominandoli ci guadagniamo il diritto alla felicità. O, se non proprio alla felicità, almeno alla pace, perché in fondo la ricerca della felicità mi sembra un credo troppo crudele e vano, un inganno atroce perpetrato contro l'inesperienza del ...continue

    I nostri desideri sono insaziabili e infiniti. solo dominandoli ci guadagniamo il diritto alla felicità. O, se non proprio alla felicità, almeno alla pace, perché in fondo la ricerca della felicità mi sembra un credo troppo crudele e vano, un inganno atroce perpetrato contro l'inesperienza della socità civile
    Ci si sceglie dunque una vita "così-così", un amore così-così, un lavoro così-così e si uccidono i sogni, la rivoluzione, l'utopia, l'amore.
    Bravo disincantato narratore che si tiene la parte dell'antieroe e lascia la parte anticonvenzionale all'amico amato. Anche qui gli anticonformisti sono perdenti, in fondo. Cosa ci salva, allora? La musica? La letteratura? La poesia?

    said on 

Sorting by