Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Lord of the Rings

(Movie Art Cover)

By J.R.R. Tolkien

(118)

| Paperback | 9780618129027

Like The Lord of the Rings ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

In ancient times the Rings of Power were crafted by the Elven-smiths, and Sauron, The Dark Lord, forged the One Ring, filling it with his own power so that he could rule all others. But the One Ring was taken from him, and though he sought it through Continue

In ancient times the Rings of Power were crafted by the Elven-smiths, and Sauron, The Dark Lord, forged the One Ring, filling it with his own power so that he could rule all others. But the One Ring was taken from him, and though he sought it throughout Middle-earth, it remained lost to him. After many ages it fell, by chance, into the hands of the hobbit, Bilbo Baggins.
From his fastness in the Dark Tower of Mordor, Sauron's power spread far and wide. He gathered all the Great Rings to him, but ever he searched far and wide for the One Ring that would complete his dominion.
On his eleventy-first birthday Bilbo disappeared, bequeathing to his young cousin Frodo the Ruling Ring and a perilous quest --- to journey across Middle-earth, deep into the shadow of the Dark Lord, and destroy the Ring by casting it into the Cracks of Doom. THE LORD OF THE RINGS tells of the great quest undertaken by Frodo and the Fellowship of the Ring: Gandalf the Wizard, Merry, Pippin, and Sam, Gimli the Dwarf, Legolas the Elf, Boromir of Gondor, and a tall, mysterious stranger called Strider.

1964 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    La trilogia che dovrebbe essere letta almeno una volta nella vita. Una piccola bibbia.

    Is this helpful?

    Carlotta Lezzi said on Aug 5, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Sauron, l’Oscuro signore della Terra di Mordor, forgiò in segreto un unico anello sul quale riversò tutta la sua malvagità. Quest’anello è stato travoto da una strana e innocua creatura, un hobbit Bilbo Baggins. Durante il suo centoundicesimo complea ...(continue)

    Sauron, l’Oscuro signore della Terra di Mordor, forgiò in segreto un unico anello sul quale riversò tutta la sua malvagità. Quest’anello è stato travoto da una strana e innocua creatura, un hobbit Bilbo Baggins. Durante il suo centoundicesimo compleanno, Bilbo lascia l’anella a Frodo, il quale dovrà compiere l’ardua missione di distruggerlo, gettandolo tra le fiammo del Monte Fato. In questo viaggio sarà accompagnato dai suoi più fidati amici: Sam, Merry, Pipino, Gandalf, Aragorn, Legolas e Gimli.

    Ma come ho potuto vivere 16 anni senza conoscere “Il signore degli anelli”… Sedici anni, senza scoprire questo fantastico mondo, popolato da Elfi, Hobbit, Nani, Uomini, Orchi o Alberi Parlanti, senza poter diventare amica di Pipino, Legolas Gimli o Aragorn…
    Vidi il film per la prima volta all’età di circa 15 anni e dopo essermene letteralmente innamorata, decisi di acquistare subito il libro..Così senza lasciarmi intimorire dalle mole del libro, iniziai il viaggio per condurre l’Anello fino al monte Fato.. Ebbi così l’occasione di esplorare a fondo il mondo di Tolkien e di incontrare nuovi amici che mi hanno guidato lungo tutta la lettura del libro. La storia racchiude in sé temi come l’Eterna lotta tra il Bene e il Male. L’invasione normanna del 1066 era stata percepita da Tolkien come un disastro per la cultura e nel suo intento, c’era la volontà di colmare le lacune sulla mitologia inglese. Fu così che, con “Il Signore degli Anelli” pose fine a questo problema creando una vera e propria mitologia: nuove razze con antenati e storie antiche, lingue diverse tra le varie stirpi, culti, tradizioni ecc.
    Lo stesso Tolkien devinisce l’opera come fondamentale per la religione cattolica: il <<non ci indurre in tentazione>> che risuonava nella mente di Tolkien allorchè componeva la figura di Frodo Baggins intento a lottare contro il potere dell’Anello. Tra i temi spiccano anche: la speranza, l’amicia, la lealtà, la morte, la misericordia e la salvezza.
    Nonostante alcuni passi possano sembrare pesanti, “Il Signore degli Anelli” ti tiene incollato alle sue pagine, facendoti entrare nel vivo della storia a tal punto da riuscire quasi a percepire il peso dell’Anello che lentamente tormenta Frodo… Con grande maestria e abilità Tolkien cura tutti i vari particolari, fornendo descrizioni particolareggiate di tutti i luoghi apparsi nella storia, dalla Contea, a Grand Burrone, Lothlorien, la foresta di Fargorn, Rohan e così via.

    PRIMO LIBRO: La compagnia dell’anello 4/5
    Il primo libro della saga ci immette nella storia, narrando la vicenda dell’anello e iniziando così il viaggio della Compagnia dell’Anello che terminerà, purtroppo, con la divisione di essa. Potrà sembrare piuttosto prolisso a causa, delle innumerevoli descrizioni, tuttavia non si può non amare la storia, che ti spingerà a “sopportare” la fatica della lettura di alcuni passi, invogliandoti ad andare avanti.

    SECONDO LIBRO: Le due torri 4/5
    La compagnia si è sciolta. Frodo e Sam dovranno continuare da soli il viaggio verso Mordor, mentre Aragorn, Gimli e Legolas partiranno all’inseguimento degli Orchi che hanno rapito i due piccoli Hobbit, Merry e Pipino. A questo punto il libro si divide: una metà narra le avventure di Aragorn, Legolas e Gimli alla ricerca di Pipino e Merry. L’altra metà narra invece le vicende di Frodo e Sam per condurre l’Anello a Mordor. Forse un punto in più rispetto alla “Compagnia dell’Anello” poiché la storia scorre più velocemente, è molto più fluida rispetto al precedente.

    Is this helpful?

    Anne said on Jul 14, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Un capolavoro

    Un librone che si divora.
    Impossibile definirlo,tecnicamente è un fantasy, ma parla di mito, di amore, di viaggi, di natura, di spiritualità, di gloria, di battaglie, del bene e del male.
    Un libro a cui ci si deve accostare quasi con sacralità.
    Impos ...(continue)

    Un librone che si divora.
    Impossibile definirlo,tecnicamente è un fantasy, ma parla di mito, di amore, di viaggi, di natura, di spiritualità, di gloria, di battaglie, del bene e del male.
    Un libro a cui ci si deve accostare quasi con sacralità.
    Impossibile per le dimensioni leggerlo d'un fiato, ma ogni sera era diventato il mio appuntamento fisso e tutt'oggi spesso lo rileggo.

    La saga per eccellenza, da non perdere.

    Trovo la trilogia di Peter Jakson molto ben fatta, ma ovviamente non può essere paragonata al libro,da cui differisce in molti punti e di cui ha sottolineato le scene più hollywoodiane, pur rimanendo un lavoro be fatto.
    Ma con il libro non possono esserci paragoni.

    Is this helpful?

    Novella Semplici said on Jul 6, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection