Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Lovely Bones. Film Tie-In

By

Publisher: Picador

4.0
(8953)

Language:English | Number of Pages: 256 | Format: Others | In other languages: (other languages) Spanish , Chi traditional , French , German , Italian , Catalan , Portuguese , Dutch , Swedish , Russian , Czech , Chi simplified

Isbn-10: 0330466615 | Isbn-13: 9780330466615 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Hardcover , Audio CD , Audio Cassette , Library Binding , Mass Market Paperback , eBook

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like The Lovely Bones. Film Tie-In ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 2

    Non posso dire che non mi sia piaciuto del tutto, ma non è un libro che mi è entrato nell'animo.
    La prima parte è buona, scritto veramente bene, il dolore e il modo di viverlo di ogni componente famil ...continue

    Non posso dire che non mi sia piaciuto del tutto, ma non è un libro che mi è entrato nell'animo.
    La prima parte è buona, scritto veramente bene, il dolore e il modo di viverlo di ogni componente familiare è stato ben rappresentato, la figura del padre soprattutto. Nella seconda parte scade, un romanzetto ho persino fatto fatica a leggere le ultime 50 pagine, la scena della reincarnazione e del sesso davvero imbarazzante per il cattivo gusto.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    L'idea è molto, molto interessante, ma è stata sviluppata, a mio modo di vedere, abbastanza male. All'inizio sono stato molto preso, il racconto era "crudo", ma allo stesso tempo l'idea era così orig ...continue

    L'idea è molto, molto interessante, ma è stata sviluppata, a mio modo di vedere, abbastanza male. All'inizio sono stato molto preso, il racconto era "crudo", ma allo stesso tempo l'idea era così originale (diciamo così) di raccontare il tutto dal punto di vista della povera Susie, che le pagine scorrevano veloci. Non mi aspettavo di certo un giallo o chissà cos'altro, ero consapevole di star leggendo più una cronaca del dolore, però alcune parti mi hanno lasciato veramente poco convinto; ma non sto qui ad elencarle tutte, mi limiterò alle più importanti.

    A) Andava tutto bene, lo stile era particolare, la Sebold stava trattando il tema della morte della povera Susie con grande maestria, con una dolcezza infinita. D'un tratto però leggo queste parole: "In quel momento caddi sulla Terra". Non volevo credere ai miei occhi. 'No, non è vero, ho interpretato male", mi sono detto. Poi incomincio a leggere il capitolo successivo e i miei timori si rivelano fondati. La povera Susie, stuprata e fatta a pezzettini, ritorna sulla Terra: o meglio, la sua anima trova dimora nel corpo di Ruth, una sua "amica", che (guarda caso) è stata investita dall'auto del signor Harvey.
    E cosa fa Susie? Fa sesso con il ragazzo che le piaceva.
    Insomma, io veramente... posso capire tutto: l'età non conta dopo morti e tutto il resto, ma no. Per favore. Stava andando tutto abbastanza bene, perché rovinare tutto con una così """bizzarra""" scelta narrativa?

    B) Personalmente, e come credo tutti coloro che hanno avuto modo di leggere questo libro, ho seguito con un certo 'ardore' la vicenda dell'assassino, il signor Harvey. E' un mostro, mi pare scontato questo. La Sebold però (questo glielo riconosco) è riuscita, quasi come un'impressionista, a dipingere una personalità molto, molto complessa. Ci sono dei flashback e delle digressioni sul suo personaggio che sono molto interessanti (soprattutto quelle che riguardano il suo passato e di come, presumibilmente, si sia formata la sua indole malata, glaciale).
    Però non posso accettare, anche in questo caso, che me lo si faccia morire mentre cerca di compiere l'ennesimo stupro\omicidio. Ma non è tanto il fatto che sia morto, ci mancherebbe. Può capitare. E' la modalità con cui la Sebold ha deciso di farlo morire. Un ghiacciolo. Cade il ghiacciolo e puff, il maniaco Harvey non c'è più.
    Sì, va bene, sono d'accordo che dietro questa disgrazia (neanche tanto) c'è lo zampino della piccola Susie. Ci può stare. Ma non lo so, sinceramente mentre leggevo le ultime pagine mi chiedevo che fine avesse fatto Harvey, come avrebbe scelto l'autrice di utilizzare il personaggio nel finale. E leggo questa cosa. No, niente, mi ha lasciato l'amaro in bocca, tutto qui.

    Quindi, per non farla lunga, un finale veramente deplorevole, a mio avviso.

    Bene.
    Quello che penso è che l'idea iniziale (quella di trattare di un tema così delicato attraverso l'angolo visuale della vittima) è veramente ottima, innovativa, con un grande potenziale. Ma il contenuto, la ciccia, nonché le scelte stilistico-narrative della Sebold hanno fatto un po' cilecca.
    Poi non saprei.

    said on 

  • 3

    Sconvolgente...

    Thriller atipico e storia sconvolgente...
    La storia si snoda attraverso la narrazione di una bambina, oramai deceduta, che è stata stuprata, uccisa e fatta a pezzi da un vicino di casa. Ma lei dal suo ...continue

    Thriller atipico e storia sconvolgente...
    La storia si snoda attraverso la narrazione di una bambina, oramai deceduta, che è stata stuprata, uccisa e fatta a pezzi da un vicino di casa. Ma lei dal suo cielo attua la sua missione di vicinanza e supporto ai familiari. aiuta il padre nelle sue indagini e tenta di consolare tutti per la sua perdita...
    Perchè perdere un figlio è la tragedia più terribile.
    Dedicato ai genitori, agli educatori, a coloro che lottano contro la pedofilia e la delinquenza.
    Da leggere assolutamente.
    Consigliatissimo.
    Complimenti all'autrice.
    Saluti.
    Ginseng666

    said on 

  • 4

    Una gran scrittrice

    E' la storia di una ragazzina di quattordici anni di nome Susie che viene assassinata da un serial killer suo vicino di casa.
    Quest'ultimo costruisce una trappola per lei dove verrà stuprata ed infine ...continue

    E' la storia di una ragazzina di quattordici anni di nome Susie che viene assassinata da un serial killer suo vicino di casa.
    Quest'ultimo costruisce una trappola per lei dove verrà stuprata ed infine fatta a pezzi.
    I genitori della ragazzina non si danno pace della sua scomparsa e sua sorella minore riesce a scoprire cose raccapriccianti nei confronti del loro vicino e fare in modo che venga smascherato.
    Il racconto viene narrato dalla stessa vittima, tutte le sue emozioni in questo modo vengono vissute anche dal lettore.
    Personalmente in alcuni passi del libro mi sono commossa per quello che è successo alla povera Susie, da come è stata adescata e trattata da quel mostro.
    Anche se in certi tratti appare un thriller davvero crudo lo straconsiglio agli amanti del genere.

    said on 

  • 5

    Commovente, struggente

    Avevo visto il film anni fa, ma pur non ricordandolo molto mi aveva distolta dal leggere il libro, poi ho provato a leggere qualche pagina, era un regalo non potevo non farlo. Una ha tirato l'altra e ...continue

    Avevo visto il film anni fa, ma pur non ricordandolo molto mi aveva distolta dal leggere il libro, poi ho provato a leggere qualche pagina, era un regalo non potevo non farlo. Una ha tirato l'altra e mi ha trascinato nella storia, nelle emozioni. L'ho finito in due giorni e ho dato il massimo delle stelline.Mi ha convinto persino a rivedere il fim perchè forse non l'avevo visto nel momento giusto, o forse il libro è molto più bello, ma se ha avuto questo potere qualcosa vorrà dire. Si dice che il libro è focalizzato sul rapporto padre/figlia, che sia quello che non permette il distacco, ma io credo sia semplicemnte tutto quel che si lascia e nn si vuol lasciare; la vita rubata; gli affetti lasciati soli. Bravura nello scrivere, nell'entrare nei particolari, ma anche nel portare avanti una storia che altri avrebbero girato al contrario. Banalmente ma efficacemente si sarebbe poturo raccontare dell'omicidio, fcendolo diventare un giallo, un thriller(come era avvenuto nel film se ben ricordo) ma la bravura della Sebold secondo me è superlativa perchè è riucita a raccontare la cosa più importante.. la perdita e non il come o il perchè, ma il dolore. Dopo pochi capitoli pensavo ed ecco il primo tesoro, e poi il secondo con le emozioni, e il terzo con le lacrime, e poi la magia, la realtà,.. A un certo punto si sfiora l'irreale e sembra che si giunga ad una "favola", ma non è così, anche l'autrice sta nella zona di mezzo senza mai superarla. PErsino nel 22esimo capitolo l'irreale ha il suo senso, la sua ragione e alla fine se ne coglie tutto e ci si passa sopra se per un'attimo ha deluso con l'impossibile. Insomma questo libro mi è davvero piaciuto, non ho ancora deciso se rientrerà fra i miei preferiti in assoluto ma nel frattempo le mie stelline le ha tutte!!! Grande romanzo, grande storia, grande autrice Mi piace!

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Molto bello, sicuramente non delude le aspettative. Tantissimi momenti strappalacrime che riescono a non cadere mai nel patetico, e gia' questo e' un gran pregio, un'idea abbastanza originale e una te ...continue

    Molto bello, sicuramente non delude le aspettative. Tantissimi momenti strappalacrime che riescono a non cadere mai nel patetico, e gia' questo e' un gran pregio, un'idea abbastanza originale e una tematica che non lascia indifferenti sommati a una scrittura fluida e scorrevole, mi hanno fatto apprezzare davvero questo libro. E' mancato pero' qualcosa che gli avrebbe permesso di passare dal semplice "bello" al "wow!", forse lo stile semplicistico o certe scelte di trama che non ho gradito, come il "ritorno" temporaneo di Susie o anche il finale con la morale della storia un po' troppo in evidenza, o almeno cosi' l'ho sentita io. In sintesi: bello, ma poteva essere meglio.
    Voto: 7

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Cosa succede a chi rimane dopo che in componente della famiglia è stato assassinato?
    Questo libro cerca di raccontarlo, prendendo il punto di vista della morta. Molto realistico nelle dinamiche famigl ...continue

    Cosa succede a chi rimane dopo che in componente della famiglia è stato assassinato?
    Questo libro cerca di raccontarlo, prendendo il punto di vista della morta. Molto realistico nelle dinamiche famigliari, anche se mi ha interdetta sul "ritorno".
    Consigliabile!

    said on 

Sorting by