The Name of the Wind

The Kingkiller Chronicle: Day One

By

Publisher: DAW Hardcover

4.4
(2803)

Language: English | Number of Pages: 662 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian , Spanish , German , Portuguese , French , Chi traditional , Catalan , Chi simplified , Polish

Isbn-10: 075640407X | Isbn-13: 9780756404079 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Softcover and Stapled , Paperback , eBook , Others

Category: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Do you like The Name of the Wind ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
NOT TO BE MISSED: THE POWERFUL DEBUT NOVEL FROM FANTASY'S NEXT SUPERSTAR Told in Kvothe's own voice, this is the tale of the magically gifted young man who grows to be the most notorious wizard his world has ever seen.The intimate narrative of his childhood in a troupe of traveling players, his years spent as a near-feral orphan in a crime-ridden city, his daringly brazen yet successful bid to enter a legendary school of magic, and his life as a fugitive after the murder of a king form a gripping coming-of-age story unrivaled in recent literature. A high-action story written with a poet's hand, The Name of the Wind is a masterpiece that will transport readers into the body and mind of a wizard.
Sorting by
  • 4

    Mi sono avvicinato a questo fantasy con aspettative altissime, un po' per i consigli degli amici, un po' perchè sul web è considerata una delle saghe migliori per questo genere. Le aspettative sono st ...continue

    Mi sono avvicinato a questo fantasy con aspettative altissime, un po' per i consigli degli amici, un po' perchè sul web è considerata una delle saghe migliori per questo genere. Le aspettative sono state soddisfatte? Sinceramente non l'ho ancora capito... Proviamo a ricapitolare... Mi è piaciuto il libro? Sì, molto. Rothfuss scrive dannatamente bene, la sua prosa è una delle più belle che abbia mai lette accostate al genere fantasy. La storia in sè è abbastanza classica, ma la narrazione fa la differenza. Abbiamo il protagonista nel presente, con accenno a cose che innescano una curiosità incredbile, e il racconto della vita del protagonisto da quando è un bambino. Tutto molto bello, nonostante il kvothe-centrismo dell'opera, che lascia poco spazio agli altri personaggi (che comunque ameremo\odieremo). Il mio dubbio rimane a cosa porterà la saga. Mi spiego: per ora mi sembra di aver letto un 5\10% di quello che l'autore sembra promettere. La storia si svela lentamente (ma mai annoiando), facendo improvvisamente salire l'hype negli ultimi capitoli e la promesa di affrontare la parte più avventurosa del vita del protagonista dal prossimo libro. Quindi Il nome del vento mi è piaciuto molto, ma non saprei ancora dire se la saga sarà davvero così imperdibile. Vedremo con il secondo libro, attendendo anche la pubblicazione dell'ultimo atto di questa trilogia

    said on 

  • 3

    Il nome delle cose

    Un libro interessante e ben strutturato. L'autore non introduce nessuna novità al genere, ma non bisogna essere innovativi per scrivere qualcosa di buono, anche se nel fantasy non è sempre così sconta ...continue

    Un libro interessante e ben strutturato. L'autore non introduce nessuna novità al genere, ma non bisogna essere innovativi per scrivere qualcosa di buono, anche se nel fantasy non è sempre così scontato. Gli ingredienti di genere ci sono tutti, compresa magie e creature strane. I personaggi sono ben caratterizzati e il protagonista è sufficientemente carismatico. A volte un pò scontato, a volte fresco e inedito. Consigliato solo agli amanti del genere.

    said on 

  • 2

    Noiosissimo, con un protagonista insopportabile, oltre che improbabile, e una prosa piena di autocompiacimento. Francamente non capisco il successo di questo libro, di cui non leggerò il secondo e di ...continue

    Noiosissimo, con un protagonista insopportabile, oltre che improbabile, e una prosa piena di autocompiacimento. Francamente non capisco il successo di questo libro, di cui non leggerò il secondo e di cui l'autore stesso non sembra minimamente intenzionato a scrivere il terzo. Ma ovviamente, è una questione di gusti

    said on 

  • 3

    Bella la trama, peccato per come l'autore la frutta

    E' davvero un peccato dover dare solamente tre stelline a un libro che ne meriterebbe anche cinque, se non fosse per il modo lento e noioso con cui spesso l'autore procede nella storia. L'idea di ques ...continue

    E' davvero un peccato dover dare solamente tre stelline a un libro che ne meriterebbe anche cinque, se non fosse per il modo lento e noioso con cui spesso l'autore procede nella storia. L'idea di questo fantasy è per molti versi abbastanza originale (ed è qualcosa davvero difficile al giorno d'oggi!), ma l'autore spesso si dilunga in descrizioni monotone ed inutilmente prolisse soprattutto in situazioni che meriterebbero molta più velocità, rendendo la lettura spesso e volentieri faticosa. L'ho portato a termine solo per l'estrema curiosità che avevo di vedere come continuasse la storia. Spero che il prossimo libro sia migliore!

    said on 

  • 5

    Comentario de "El nombre del Viento" de Patrick Rothfuss

    "Muchas son las voces que comparan esta obra con las de Ursula K. Leguin, David Day o J.R.R. Tolkien. Sin embargo, el autor nos deja tres vínculos: Narnia, Pern y la Tierra Media.
    Si iniciamos una com ...continue

    "Muchas son las voces que comparan esta obra con las de Ursula K. Leguin, David Day o J.R.R. Tolkien. Sin embargo, el autor nos deja tres vínculos: Narnia, Pern y la Tierra Media.
    Si iniciamos una comparación más profunda vemos que en el mapa se parece más a los de Tolkien o Martín que a los de Ursula K. Leguin. Mientras que en el número de capítulos el autor que más se acerca al menos incialmente es Tolkien. Si comparamos la forma de iniciar el primer capítulo quizá sería, al menos al inicio, mejor hablar de alguna ligera similitud a autores como Margaret Weis y Tracy Hickman. Sin embargo, el capítulo final recuerda claramente el estilo de Ursula K. Leguin o al final de "EL Hobbit" de Tolkien. (…)"
    Leer el resto en: http://annavalaina.blogspot.com.es/2010/03/en-el-nombre-del-viento-de-patrick.html

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Muy interesante

    Al principio cuesta seguir el hilo, ya que está ambientado en un mundo ficticio, con cultura, costumbres y creencias a las que no estamos habituados (el tema del dinero me deja confusa). Aparte de eso ...continue

    Al principio cuesta seguir el hilo, ya que está ambientado en un mundo ficticio, con cultura, costumbres y creencias a las que no estamos habituados (el tema del dinero me deja confusa). Aparte de eso, la historia es interesante y espero hacerme con el segundo libro pronto.

    said on 

  • 5

    Un libro muy hermoso, con unos cambios en tiempo que requieren un poco de paciencia al principio, para luego dejarte totalmente satisfecho con la velocidad de la historia. Mucha magia y fantasía, enca ...continue

    Un libro muy hermoso, con unos cambios en tiempo que requieren un poco de paciencia al principio, para luego dejarte totalmente satisfecho con la velocidad de la historia. Mucha magia y fantasía, encaminada en medio de comportamientos genuinos.

    said on 

  • 5

    Un debut sublime

    Ni siquiera sé cómo empezar a hablar de El nombre del viento. Es diferente a cualquier cosa que haya leído. Pero también es de las mejores cosas que he leído. Es una historia diferente y cotidiana, en ...continue

    Ni siquiera sé cómo empezar a hablar de El nombre del viento. Es diferente a cualquier cosa que haya leído. Pero también es de las mejores cosas que he leído. Es una historia diferente y cotidiana, en un mundo muy elaborado a la par que simple, con una fantasía y una visión de la magia nueva aunque ancestrales, todo ello con unos personajes que parecen tener vida propia, como si Rothfuss los hubiese soltado en un escenario y los hubiese dejado hacer. Un debut sublime.

    said on 

Sorting by
Sorting by