Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Periodic Table

By Primo Levi

(5)

| Paperback | 9780140296617

Like The Periodic Table ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

'A book it is necessary to read' - Saul Bellow. In these haunting reflections, Primo Levi, a chemist by training, takes the elements of the periodic table as his starting point and inspiration. Written with understated eleoquence and shot through wit Continue

'A book it is necessary to read' - Saul Bellow. In these haunting reflections, Primo Levi, a chemist by training, takes the elements of the periodic table as his starting point and inspiration. Written with understated eleoquence and shot through with deep humanity, Levi ranges from young love to political savagery in this, one of his most famous works.

246 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    Levi non è uno scrittore. Lo dico nel senso in cui lo dice lui stesso, qui e là, e con l'intenzione di fargli un complimento, nel modo in cui lui l'avrebbe inteso come un complimento, e limitatamente a quello. Per quanto mi riguarda, lo considero uno ...(continue)

    Levi non è uno scrittore. Lo dico nel senso in cui lo dice lui stesso, qui e là, e con l'intenzione di fargli un complimento, nel modo in cui lui l'avrebbe inteso come un complimento, e limitatamente a quello. Per quanto mi riguarda, lo considero uno dei miei autori di riferimento.

    Forse, anzi certamente sarebbe diventato uno scrittore se il suo libro fosse stato subito accettato da Einaudi, o se l'edizione De Silva avesse avuto il successo che ebbe più tardi la seconda edizione Einaudi. Non l'ebbe, e Levi divenne un chimico, cosa che qui racconta in modo divertente e drammatico, con quella specifica sua commistione di ironia e serietà. O di serietà che il pudore lo induce a bilanciare con l'ironia. Invece che scrittore è diventato un professionista, un dirigente d'azienda che scrive, anche, in margine al tempo dedicato al lavoro, e a lato pure di quello richiesto dalla famiglia, altrettanto prioritario. E' questa scala di priorità che gli impedisce di essere scrittore.

    Non so se questo renda migliore la sua letteratura, come verrebbe da dire in un riflesso condizionato di antiintellettualismo inacidito dall'insofferenza per le caste che oggi occupa qualsiasi discorso pubblico (in modo asfissiante e insincero, cioè asfissiante perché insincero essendo portato avanti per lo più da membri di caste, votatori di caste, sostenitori di qualche casta in passarto e pure al presente per lo più). Però ci rende molto vicino Levi stesso, fa suonare sempre giuste le sue parole, Ci fa desiderare di ricevere da lui più giudizi, proprio perché lo si sente restio a darne, si sa che i suoi giudizi, pur ignari delle nostre povere cose, le illuminerebbero. Meglio di noi che le abbiamo tutti i giorni sott'occhio.

    Is this helpful?

    finO said on Aug 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "A scuola mi somministravano tonnellate di nozioni che digerivo con diligenza, ma che non mi riscaldavano le vene. Guardavo gonfiare le gemme in primavera, luccicare la mica nel granito, le mie stesse mani, e dicevo dentro di me "Capirò anche questo, ...(continue)

    "A scuola mi somministravano tonnellate di nozioni che digerivo con diligenza, ma che non mi riscaldavano le vene. Guardavo gonfiare le gemme in primavera, luccicare la mica nel granito, le mie stesse mani, e dicevo dentro di me "Capirò anche questo, capirò tutto, ma non come loro vogliono. Troverò una scorciatoia, mi farò un grimaldello, forzerò le porte". Era snervante, nauseante, ascoltare discorsi sul problema dell'essere e della conoscenza quando tutto intorno a noi era mistero che premeva per svelarsi[..]
    Saremmo stati chimici, Enrico ed io."

    Is this helpful?

    Martina Ilaria said on Jun 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Ferro" il racconto più toccante.

    Is this helpful?

    Tinni said on May 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' una singolare raccolta di racconti, singolare perchè ognuno dei 21 racconti prende il titolo da un elemento della tavola periodica.
    Non immaginavo che potesse piacermi così tanto, è vero che "Se questo è un uomo" è il suo capolavoro in assoluto no ...(continue)

    E' una singolare raccolta di racconti, singolare perchè ognuno dei 21 racconti prende il titolo da un elemento della tavola periodica.
    Non immaginavo che potesse piacermi così tanto, è vero che "Se questo è un uomo" è il suo capolavoro in assoluto non per questo un opera "minore" come questa non possa avere il suo perchè.
    Innanzitutto è stato un piacere ritrovare la scrittura nitida e lineare di Levi, il modo colloquiale con cui racconta di sè, la capacità di raccontare un dramma con toni contenuti al massimo asciutti, ma mai melodrammatici.
    I vari racconti percorrono episodi della vita di Levi, dalla scuola superiore, all'università, la prigionia, la ricostruzione post conflitto, quello che mi ha colpito tantissimo è "Vanadio" dove ritrova uno dei suoi carcerieri che Levi riconosce attraverso un comune scambio di lettere commerciali, l'ho letto con il fiato sospeso.
    Un altro racconto, poetico a mio avviso è "Ferro" dove racconta di una bella amicizia universitaria, e ho apprezzato tantissimo i due racconti di fantasia contenuti in uno dei racconti.

    Is this helpful?

    Itaca said on May 14, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Mi accingo a leggere "Il sistema periodico" proprio nei giorni in cui sto guardando la serie tv "Breaking Bad": due pianeti diversi ma in entrambi si coglie come la chimica - e per estensione la scienza - non sia un elenco di formule aride bensì un m ...(continue)

    Mi accingo a leggere "Il sistema periodico" proprio nei giorni in cui sto guardando la serie tv "Breaking Bad": due pianeti diversi ma in entrambi si coglie come la chimica - e per estensione la scienza - non sia un elenco di formule aride bensì un mondo fortemente intrecciato alla vita e alle vicende umane.
    Gli elementi della tavola periodica di Mendeleev fanno da filo rosso a questi racconti sostanzialmente autobiografici che tracciano la vita di Levi superati i cinquant'anni, dall'esperienza del lager alle vicende, talvolta avventurose, della professione di chimico. E a quest'ultime Levi fa appello per dare un senso al ricordo dell'orrore di Auschwitz, la cui ombra lunga si avverte in ogni pagina.

    Che gioia tornare a leggere la prosa elegante, ricercata ma perfetta di Primo Levi. Che emozione leggere i suoi racconti, gli episodi della sua vita descritti in modo così efficace ma anche così poetico, come nel conclusivo "Carbonio". Ma fra tutti un racconto mi ha lasciato un segno indelebile: in alcuni spezzoni di "Fosforo" mi sono specchiato.

    Is this helpful?

    Federico said on Apr 17, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    racconti autobiografici di Primo Levi, episodi ed esperienze di studente, prima, e di chimico nell’industria, dopo.
    i primi racconti sono belli e affascinanti, vivaci esperienze di amicizia durante gli anni delle scuola superiore, dell’università e d ...(continue)

    racconti autobiografici di Primo Levi, episodi ed esperienze di studente, prima, e di chimico nell’industria, dopo.
    i primi racconti sono belli e affascinanti, vivaci esperienze di amicizia durante gli anni delle scuola superiore, dell’università e dei primi precari impieghi.
    racconti di amici, di ragazze, di biciclette e di gite in montagna.
    racconti affascinanti soprattutto per chi, come me, conosce i luoghi descritti: le aule e i palazzi delle facoltà scientifiche di via Giuria e le montagne e le palestre di roccia distanti pochi chilometri dal centro città.
    i racconti del dopoguerra, del dopo Auschwitz, invece sono più noiosi, più grigi. rispecchiano d’altronde il grigiore della vita di un chimico impiegato in una fabbrica di vernici e dedito solo al suo lavoro.

    Is this helpful?

    Paolo70 said on Apr 10, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book