Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Perks of Being a Wallflower

By

Publisher: MTV Books

4.0
(2800)

Language:English | Number of Pages: 224 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , Chi traditional , Portuguese , Spanish

Isbn-10: 0671027344 | Isbn-13: 9780671027346 | Publish date: 

Also available as: School & Library Binding , Audio Cassette , Audio CD , Unbound , Library Binding , eBook , Hardcover , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Teens

Do you like The Perks of Being a Wallflower ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
It is the story of what it's like to grow up in high school. More intimate than a diary, Charlie's letters are singular and unique, hilarious and devastating. we may not know where he lives. We may not know to whom he is writing. All we know is the world he shares. Caught between trying to live his life and trying to run from it puts him ona strange course through uncharted territory. The world of first dates, family dramas, and new friends. The world of sex, drugs, and The Rocky Horror Picture Show, where all you need is that perfect song on that perfect drive to feel infinite.
Sorting by
  • 2

    Sapevo che non era il mio genere.....ma.....

    Mamma mia che fatica questo libro. Come è possibile annoiarsi tanto? Noioso dalla prima all'ultima pagina e poi banale banale banale.

    said on 

  • 5

    Un libro da leggere tutto d'un fiato.
    Charlie è un ragazzo come tanti: timido, impacciato, curioso, con una passione sconfinata per i libri; ha appena iniziato le scuole superiori e comincia a scrivere un diario. Una bella e numerosa famiglia, pochi amici, nessuna ragazza all'orizzonte, tante dom ...continue

    Un libro da leggere tutto d'un fiato. Charlie è un ragazzo come tanti: timido, impacciato, curioso, con una passione sconfinata per i libri; ha appena iniziato le scuole superiori e comincia a scrivere un diario. Una bella e numerosa famiglia, pochi amici, nessuna ragazza all'orizzonte, tante domande che affolano la sua testa;a scuola conosce Sam e Patrick, due fratelli, che lo prendono sotto la propria ala e lo accompagnano alla scoperta dell'adolescenza: Charlie così scopre l'amicizia, l'amore, la paura e la sofferenza, gli eccessi... Charlie si crede un adolescente come tanti, ma così non è: il suo passato torna prepotente rivelando dolorosi ricordi e rischiando di spezzare ciò che egli ha faticosamente scoperto e conquistato in un anno. Il candore di questo normale, unico ragazzo della provincia americana contagioso e verrebbe voglia di conoscerlo...Se non fosse solo il protagonista di un romanzo. O forse no?!? Da leggere e da far leggere alle mamme e ai papà.

    said on 

  • 1

    A.k.a known as "noi siamo infinito" (per chi non lo sapesse)

    Esiste una grande differenza tra un ragazzo più riflessivo e introverso della media e un completo imbecille, ma sembrerebbe che l'autore di questo libro non la conosca. Il protagonista, infatti, dovrebbe appartenere alla prima categoria, ma è in realtà uno stupido così tonto, così ottuso, così su ...continue

    Esiste una grande differenza tra un ragazzo più riflessivo e introverso della media e un completo imbecille, ma sembrerebbe che l'autore di questo libro non la conosca. Il protagonista, infatti, dovrebbe appartenere alla prima categoria, ma è in realtà uno stupido così tonto, così ottuso, così superficiale, che ti fa prudere le mani a ogni pagina che giri. Per non parlare del fatto che scrive come un bambino di dieci anni e non uno di quelli svegli eh, un bambino di dieci anni NORMALE. Questo ragazzo scrive lettere piene di nulla e di fatti che vorrebbero essere fondamentali per il suo sviluppo, ma che si rivelano pressochè inutili. Tra queste la rivelazione che lo sconvolge, dopo appena venti pagine (quando io mi sono finalmente decisa a gettare il libro contro il muro e ad abbandonarlo). Il suo professore di inglese avanzato (perchè lui è bravo eh, fa inglese avanzato, per sentirsi dire di usare frasi brevi. Brevi? Ma se le accorcia ancora di più scrive usando monoverbi criptici stile Settimana Enigmistica!), uomo intelligente, colto e adulto responsabile, gli rivela che "ognuno ha l'amore che si merita". Cavolo, che rivelazione! L'ho letta su Cioè nel 1994 e già suonava scontata. Basta, la smetto. Se questo libro è tarato sull'intelligenza media di un quindicenne americano, siamo messi male.

    said on 

  • 3

    Avevo grandi aspettative quando ho iniziato a leggere questo libro... aspettative che però non sono state soddisfatte.
    La storia ci viene raccontata attraverso delle lettere, scritte da Charlie ad un destinatario, a noi sconosciuto, che lui definisce come "uno che ascolta e capisce". E lui sente ...continue

    Avevo grandi aspettative quando ho iniziato a leggere questo libro... aspettative che però non sono state soddisfatte. La storia ci viene raccontata attraverso delle lettere, scritte da Charlie ad un destinatario, a noi sconosciuto, che lui definisce come "uno che ascolta e capisce". E lui sente proprio il bisogno di sfogarsi con una persona così, difficile da trovare ormai. Charlie è un ragazzo di 15 anni, molto timido e chiuso in se stesso, che sta per iniziare il liceo. La sua vita cambia quando incontra due fratelli più grande di lui, Sam e Patrick, che lo avvicinano al mondo adulto. Nelle sue lettere Charlie si confida in tutto per tutto, apre il suo cuore e racconta ogni cosa, anche episodi del passato. Da queste lettere traspare un ragazzo fragile, che si sente solo e non accettato dagli altri. A parte Sam e Patrick, è consapevole di non essere amico di nessun altro, e sa che quando loro finiranno l'ultimo anno di liceo, lui si ritroverà senza amici.

    CONTINUA SU http://lettoreungransognatore.blogspot.it/2013/08/recensione-noi-siamo-infinito-ragazzo.html

    said on 

  • 4

    我希望每個人都上相、照片永遠不會變老、也不會有人車禍身亡。(p.211)

    比起小說我比較喜歡電影。 話是這麼說,但無論是看電影還是小說,我都哭了啊。:'(

    said on 

  • 4

    A wallflower

    Trama avvincente e molto ricca, davvero un buon libro! Mi ha colpita soprattutto perché temi come l'insicurezza, la timidezza e l'eccessivo timore di affrontare le situazioni che la vita ci pone davanti, sono trattati scorrevolmente in questa storia dove anche l'amore fa la sua comparsa.

    said on 

  • 5

    «Don't dream it, be it»


    Cinque stelle sono troppe? Decisamente SI, lo ammetto.
    Ma io ho un problema: ho un debole per le persone buone.
    Ma intendiamoci, non quelle buone per convenzione, per educazione, per gentilezza. Non quella bontà stucchevole.
    Avete presente quelle pers ...continue

    «Don't dream it, be it»

    Cinque stelle sono troppe? Decisamente SI, lo ammetto. Ma io ho un problema: ho un debole per le persone buone. Ma intendiamoci, non quelle buone per convenzione, per educazione, per gentilezza. Non quella bontà stucchevole. Avete presente quelle persone buone nell'anima, buone non perchè è giusto così, ma perchè non conoscono altro modo di essere? Ecco, mettetemene una davanti e io perdo completamente il senso della misura. Forse perchè anch'io vorrei essere così? Forse. Beh, il piccolo Charlie è una di quelle persone, e io l'ho adorato dall'inizio alla fine del romanzo. Avrei voluto averlo vicino a me in carne ed ossa per abbracciarlo, consolarlo, incoraggiarlo. Ho sofferto e gioito con lui e per lui. Serve altro?

    said on 

Sorting by