Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Persian Boy

By

Publisher: Books on Tape

4.2
(237)

Language:English | Number of Pages: | Format: Audio Cassette | In other languages: (other languages) Spanish , Italian

Isbn-10: 555707743X | Isbn-13: 9785557077439 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Hardcover , Mass Market Paperback , Others

Category: Biography , Fiction & Literature , History

Do you like The Persian Boy ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
The beautiful young eunuch Bagos becomes Alexander’s lover and we see the last seven years of the great general’s life through his lover’s eyes.
Sorting by
  • 5

    Letto tipo vent'anni fa. Poi l'ho prestato e non è più tornato indietro!!! L'ho cercato tanto, volevo ricomprarlo, ma ormai è fuori catalogo. Spero un giorno o l'altro di scovarlo in qualche mercatino!! Mi ricordo che è meraviglioso. La breve vita di Alessandro il grande, vista dagli occhi del su ...continue

    Letto tipo vent'anni fa. Poi l'ho prestato e non è più tornato indietro!!! L'ho cercato tanto, volevo ricomprarlo, ma ormai è fuori catalogo. Spero un giorno o l'altro di scovarlo in qualche mercatino!! Mi ricordo che è meraviglioso. La breve vita di Alessandro il grande, vista dagli occhi del suo amante persiano.

    said on 

  • 5

    La moderatezza di un eroe.

    Di Alessandro Magno c'è così tanto da dire che non si finirebbe mai, ma il modo in cui ce lo racconta Mary Reanult per me non ha eguali.
    Di lui, uomo che viveva in una dimensione di immortalità, una cosa mi ha particolarmente colpito: la sua moderatezza.

    said on 

  • 0

    Es historia novelada: los últimos años de Alejandro Magno vistos por uno de sus esclavos sexuales, Bagoas. Ya que el protagonista es este personaje - real pero evidentemente secundario en la historia - la autora prima su relación con el rey antes que sus hazañas bélicas. Es una novela lírica, no ...continue

    Es historia novelada: los últimos años de Alejandro Magno vistos por uno de sus esclavos sexuales, Bagoas. Ya que el protagonista es este personaje - real pero evidentemente secundario en la historia - la autora prima su relación con el rey antes que sus hazañas bélicas. Es una novela lírica, no rigurosa como son las de Valerio Massimo Manfredi.

    said on 

  • 3

    Ho iniziato a leggere questo libro con estremo interesse, sapete perché? Perché io ho adorato il film Alexander diretto da Oliver Stone (mea culpa) quindi come potevo sottrarmi a questa storia che racconta le vicende storiograficamente documentate di Alessandro il Grande? Non potevo!
    Mary R ...continue

    Ho iniziato a leggere questo libro con estremo interesse, sapete perché? Perché io ho adorato il film Alexander diretto da Oliver Stone (mea culpa) quindi come potevo sottrarmi a questa storia che racconta le vicende storiograficamente documentate di Alessandro il Grande? Non potevo!
    Mary Renault (pseudonimo di Eileen Mary Challans) ha dato prova di un grande sforzo per intessere una storia che comprendesse il maggior numero di eventi che hanno segnato l’esistenza di Alessandro. Il ragazzo persiano infatti è il secondo libro di una trilogia; il precedente narra di come Alessandro divenne re della Macedonia, mentre il terzo racconta di come l’impero si disgregò dopo la sua morte. Questi due non sono mai stati tradotti in lingua italiana.
    Voce narrante è Bagoa (vi ricorda qualcuno?), figlio di un nobile che venne tradito e reso eunuco per poter essere venduto nelle grandi corti persiane, che entra a far parte del seguito del grande re Dario e dopo, stabilmente, come amante di Alessandro. Attraverso i suoi occhi veniamo messi al corrente non solo degli usi e dei costumi delle diverse popolazioni dell’Asia, ma anche degli aspetti più dettagliati e secondari di quell’epoca. Le differenze di cultura, i sottili giochi di potere, le reazioni che variavano a seconda di quale uomo le dimostrasse, e allo stesso modo facciamo conoscenza coi personaggi che hanno fatto la storia, i loro caratteri, il loro modo di comportarsi non solo in battaglia ma anche nelle tende o a contatto con gli eserciti e negli scontri coi nemici.
    Si tratta di un’intensa opera di ricerca e fusione, dalle numerosi fonti autentiche l’autrice ha cercato di romanzare un’epopea alimentandola con tutte le personalità che ne hanno fatto parte, definendo i loro caratteri in base alle ricostruzioni o in base alle parole più obiettive che avesse trovato, aggiungendo la passione, l’amore e la ricerca della grandezza per addolcire gli angoli del romanzo che a volte si fanno un po’ troppo meccanici.
    Devo dire che avrei preferito uno stile meno rigido. D’accordo, si tratta di un libro che aveva la ferma intenzione di raccontarci un importante frammento di storia d’occidente, ma gli elementi propriamente “romanzi” sono pochi, sono una cornice, e non perdono quella loro aura di austerità se non verso la fine dove Bagoa può abbandonarsi al dolore; gli affetti e l’emotività sono descritti in maniera poetica, potente e assoluta, abilmente esposti in modo che gli eccessi – sia positivi che negativi – non risultassero mai troppo, e questa è davvero prova di talento narrativo…

    Per leggere l'intera recensione: http://scrittevolmente.com/2013/02/03/recensione-il-ragazzo-persiano-mary-renault/

    said on 

  • 3

    Si tratta del romanzo che ha "ispirato" il recente film "Alexander".
    Il protagonista e narratore è Bagoas, eunuco persiano che diventa amante di Alessandro, e lo segue fino alla sua morte. Alessandro è visto con gli occhi di questo amante-adoratore, e così i suoi amici ed i suoi costumi mac ...continue

    Si tratta del romanzo che ha "ispirato" il recente film "Alexander".
    Il protagonista e narratore è Bagoas, eunuco persiano che diventa amante di Alessandro, e lo segue fino alla sua morte. Alessandro è visto con gli occhi di questo amante-adoratore, e così i suoi amici ed i suoi costumi macedoni.
    Non male, ma alla lunga tedia… Il problema, come sempre con Alessandro, è che c'è poco da dire (nel senso dei fatti storici), e ciò che dà realmente un'impronta è il taglio.

    said on 

  • 4

    Intenso, dettagliato, basato su fonti storiche.Belle descrizioni di abiti, giolielli, città, deserti,tempeste, riti. descrive con delicatezza i sentimenti, soprattutto quelli di Bagoa, il ragazzo persiano, ma anche quelli di Efestione.
    cercherò altri libri di questa scrittrice.Lettura funes ...continue

    Intenso, dettagliato, basato su fonti storiche.Belle descrizioni di abiti, giolielli, città, deserti,tempeste, riti. descrive con delicatezza i sentimenti, soprattutto quelli di Bagoa, il ragazzo persiano, ma anche quelli di Efestione.
    cercherò altri libri di questa scrittrice.Lettura funestata per buona parte del libro da flash della faccia insulsa dell'attore americano che ha interpretato Alessandro nel film. peccato

    said on 

  • 5

    Spettacolare

    è la parola che mi viene in mente per descrivere questo libro. L'autrice mi ha fatto innamorare di ogni singolo personaggio di questo romanzo, Alessandro e Bagoa su tutti naturalmente. Il suo modo di narrare la storia è così coinvolgente che mi ha fatto dimenticare il presente, incollata pagina p ...continue

    è la parola che mi viene in mente per descrivere questo libro. L'autrice mi ha fatto innamorare di ogni singolo personaggio di questo romanzo, Alessandro e Bagoa su tutti naturalmente. Il suo modo di narrare la storia è così coinvolgente che mi ha fatto dimenticare il presente, incollata pagina per pagina alle diverse avventure dei 2 protagonisti, col fiato sospeso nelle situazioni più drammatiche,col sorriso nei confronti di un Bagoa sbigottito per i modi "barbari" dei macedoni. Un libro che rileggerò con piacere tra qualche tempo, e consiglierò fino alla nausea a tutti.
    Quindi, Leggetelo!!! ;)

    said on 

  • 4

    Una fiaccola che diffonde una luce vivida sull'antichità

    Se per caso qualcuno dovesse supporre che io sia il figlio di un nessuno, venduto dal padre contadino in un anno di siccità, posso dire che il nostro lignaggio è antico, sebbene finisca con me. Mio padre era Antembare, figlio di Araxi dei Pasagardai, l'antica tribù regale di Ciro. Tre della no ...continue

    Se per caso qualcuno dovesse supporre che io sia il figlio di un nessuno, venduto dal padre contadino in un anno di siccità, posso dire che il nostro lignaggio è antico, sebbene finisca con me. Mio padre era Antembare, figlio di Araxi dei Pasagardai, l'antica tribù regale di Ciro. Tre della nostra famiglia combatterono per quest'ultimo, quando egli stabilì il dominio dei persiani sui medi. Conservammo le nostre terre per otto generazioni, sui monti a occidente di Susa. Io avevo dieci anni e stavo imparando l'arte del guerriero quando mi portarono via.
    Il nostro fortilizio sulla montagna era antico quanto la famiglia, annerito dalle intemperie assieme alle rocce, con la torre di scolta costruita contro una rupe. Di là, mio padre soleva mostrarmi il fiume che serpeggia tortuoso attraverso la verde pianura di Susa, città dei gigli. Additava il palazzo, splendente sul vasto terrapieno, e mi prometteva che a sedici anni sarei stato presentato a corte.

    "Se qualcuno ha il diritto di essere misurato con il metro dei suoi tempi, quello è Alessandro."

    E' meglio credere negli uomini avventatamente e pentirsene che credere in modo troppo meschino. Gli uomini potrebbero essere più di quello che sono, se ci provassero. Egli lo ha dimostrato. Quanti ci hanno preovato, grazie a lui? Non soltanto quelli che ho veduto io; ne verranno anche altri. Coloro i quali vedono nel genere umano soltanto la propria meschinità, e si persuadono che esso davvero sia meschino, uccidono più di quanto egli potrà mai fare in tutte le sue guerre. (Mary Renault) Voto: 8

    said on 

Sorting by