The Restaurant at the End of the Universe

By

Publisher: Pocket

4.0
(5251)

Language: English | Number of Pages: | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Portuguese , German , French , Italian , Dutch , Japanese , Latvian , Chi traditional , Czech , Polish , Greek , Slovenian , Hungarian

Isbn-10: 0671532642 | Isbn-13: 9780671532642 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio Cassette , School & Library Binding , Library Binding , Others , Audio CD , eBook

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like The Restaurant at the End of the Universe ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
"DOUGLAS ADAMS IS A TERRIFIC SATIRIST."
--The Washington Post Book World
Facing annihilation at the hands of the warlike Vogons is a curious time to have a craving for tea. It could only happen to the cosmically displaced Arthur Dent and his curious comrades in arms as they hurtle across space powered by pure improbability--and desperately in search of a place to eat.
Among Arthur's motley shipmates are Ford Prefect, a longtime friend and expert contributor to the Hitchhiker's Guide to the Galaxy; Zaphod Beeblebrox, the three-armed, two-headed ex-president of the galaxy; Tricia McMillan, a fellow Earth refugee who's gone native (her name is Trillian now); and Marvin, the moody android who suffers nothing and no one very gladly. Their destination? The ultimate hot spot for an evening of apocalyptic entertainment and fine dining, where the food (literally) speaks for itself.
Will they make it? The answer: hard to say. But bear in mind that the Hitchhiker's Guide deleted the term "Future Perfect" from its pages, since it was discovered not to be!
"What's such fun is how amusing the galaxy looks through Adams' sardonically silly eyes."
--Detroit Free Press
Sorting by
  • 2

    un viaggio surreale nel nostro passato FORSE.........

    Carino ma molto meno scorrevole del primo e con alcuni passaggi a mio modo di vedere un poco forzati, comunque si riprende nel finale.
    Lascia il desiderio di continuare con la lettura della "trilogia ...continue

    Carino ma molto meno scorrevole del primo e con alcuni passaggi a mio modo di vedere un poco forzati, comunque si riprende nel finale.
    Lascia il desiderio di continuare con la lettura della "trilogia in cinque parti" come l'ha definita l'autore, con la speranza che il terzo capitolo sia più avvincente e più vicino al primo capitolo della saga!!!
    Però vale a pena, e permette comunque di distaccarsi dalla realtà e immaginare un "passato" del nostro pianeta un pò particolare !!!! chi saranno stati i nostri antenati i gliforchiani o ........
    Mah al prossimo capitolo l'ardua sentenza forse!!!!!!

    said on 

  • 4

    Continuazione de Guida Galattica per autostoppisti, dove l'autore riconferma la sua geniale ironia e riesce a costruire una nuova assurda ma spassosa avventura tra le stelle.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Proseguono le avventure di Arthur Dent, Ford Prefect, Tricia “Trillian” McMillan, Zaphod Beeblebrox e dell’androide Marvin, di nuovo alle prese col comandante Vogon Jeltz che si scopre vuole farli fuo ...continue

    Proseguono le avventure di Arthur Dent, Ford Prefect, Tricia “Trillian” McMillan, Zaphod Beeblebrox e dell’androide Marvin, di nuovo alle prese col comandante Vogon Jeltz che si scopre vuole farli fuori per conto della Società di Psicanalisi per eliminare gli ultimi due superstiti dell’”esperimento Terra” che dovrebbe dire qual è la “domanda fondamentale”. Per salvarsi dal nuovo attacco Beeblebrox rievoca dalla morte lo spirito di suo nonno che gli conferma che ha una missione da compiere e che il piano è, come sospettava, sigillato nella parte resa inaccessibile del suo cervello. Alla fine, dopo aver cenato nel Ristorante al termine dell’universo il gruppetto si divide, a causa di un teletrasporto senza coordinate di destinazione: Trillian e Bebblebrox riescono ad arrivare su un remoto pianeta, dove vive proprio l’uomo che cercavano, ovvero il vero governatore dell’Universo, che scoprono essere un ometto inoffensivo che vive tutto solo con il suo gatto in una casupola in riva al mare; Arthur e Ford invece vengono teletrasportati a bordo di un’astronave carica di persone esiliate, a loro insaputa, dal proprio pianeta perché ritenute inutili, che finisce per schiantarsi contro una nuova Terra, ancora alla preistoria, da cui cercano, per ora senza successo, un modo per andarsene.

    said on 

  • 3

    Molto ma molto meno geniale del primo, a mio modesto parere. Nel primo c'era una perla praticamente ad ogni pagina, in questo c'è la stessa atmosfera ma le parti geniali sono eredità del primo. Carino ...continue

    Molto ma molto meno geniale del primo, a mio modesto parere. Nel primo c'era una perla praticamente ad ogni pagina, in questo c'è la stessa atmosfera ma le parti geniali sono eredità del primo. Carino.

    said on 

  • 5

    Deliziosamente folle e paradossale.
    Sembra che succeda di tutto in un arco di tempo brevissimo e al tempo stesso non succede assolutamente nulla in un arco di tempo lunghissimo.
    Sembra che non sia alc ...continue

    Deliziosamente folle e paradossale.
    Sembra che succeda di tutto in un arco di tempo brevissimo e al tempo stesso non succede assolutamente nulla in un arco di tempo lunghissimo.
    Sembra che non sia alcun filo conduttore, con un'infinità di notizie sui diversi mondi dell'Universo e invece tutto scorre perfettamente liscio nel tempo e nello spazio.
    ... E in tutto questo? Qual è la Domanda alla Risposta Definitiva? Ce ne possono essere tante di valide. E una di queste è: cosa ottieni moltiplicando sei per sette? 42.

    said on 

  • 3

    Monty Python, Galaxy Song

    - Sei per nove... quarantadue.
    - Deve essere così. Non c'è nient'altro. [p. 241]

    Stiamo divertendoci da matti, qui. Pietanze squisite, vino, un po' di eccessi, e l'Universo che va in vacca. [p. 132] ...continue

    - Sei per nove... quarantadue.
    - Deve essere così. Non c'è nient'altro. [p. 241]

    Stiamo divertendoci da matti, qui. Pietanze squisite, vino, un po' di eccessi, e l'Universo che va in vacca. [p. 132]

    said on 

  • 2

    The Restaurant at the End of the Universe - Hitchhiker's Guide, #2

    A differenza della “Guida” non mi ha entusiasmato per niente, anzi.
    Mentre il primo era geniale e folle, questo secondo capitolo sembra solo un elenco di assurdità senza mordente e fine a se stesse.
    H ...continue

    A differenza della “Guida” non mi ha entusiasmato per niente, anzi.
    Mentre il primo era geniale e folle, questo secondo capitolo sembra solo un elenco di assurdità senza mordente e fine a se stesse.
    Ho trovato l’ultima parte leggermente migliore.
    L’unica cosa degna di nota è l’idea che l’unico problema dei viaggi nel tempo è la grammatica ^^

    said on 

Sorting by