Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Second Coming

By

Publisher: William Heinemann

3.9
(1448)

Language:English | Number of Pages: 304 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , German , Italian

Isbn-10: 0434019569 | Isbn-13: 9780434019564 | Publish date: 

Also available as: eBook

Category: Fiction & Literature , Humor , Religion & Spirituality

Do you like The Second Coming ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
'God's coming - look busy!' God really is coming, and he is going to be pissed. Having left his son in charge, God treated himself to a well-earned break around the height of the Renaissance. A good time to go fishing. He returns in 2011 to find things on Earth haven't gone quite to plan...The world has been rendered a human toilet: genocide; starvation; people obsessed with vacuous celebrity culture, 'and', God points out, 'there are fucking Christians everywhere'. God hates Christians. There's only one thing for it. They're sending the kid back. JC, reborn, is a struggling musician in New York City, helping people as best he can and trying to teach the one true commandment: Be Nice! Gathering disciples along the way - a motley collection of basket cases, stoners and alcoholics - he realises his best chance to win hearts and minds may lie in a TV talent contest. "American Pop Star" is the number one show in America, the unholy creation of English record executive Steven Stelfox...a man who's more than a match for the Son of God.
Sorting by
  • 4

    Gesù 2.0

    Ovviamente irriverente, bello e scorrevole si legge che è un piacere. Se il paradiso fosse così sarei più tentata di fare la brava. L'inizio è euforico, poi diventa un po' noiosetto, ma il finale di per sé non è poi così tanto scontato. In effetti viene da chiedersi: e se tornasse davvero, come s ...continue

    Ovviamente irriverente, bello e scorrevole si legge che è un piacere. Se il paradiso fosse così sarei più tentata di fare la brava. L'inizio è euforico, poi diventa un po' noiosetto, ma il finale di per sé non è poi così tanto scontato. In effetti viene da chiedersi: e se tornasse davvero, come sarebbe? Lo seguiremmo ancora? Come lo tratteremmo? Comunque una piacevole lettura da regalare a Natale a chi, del Natale, non importa poi molto.

    said on 

  • 0

    Romanzo irriverente e forse un po' blasfemo che racconta in maniera scanzonata di una seconda venuta di Gesù tra gli uomini. Ridendo e scherzando, si passano in rassegna i disastri ambientali e umanitari dell'ultimo secolo e si mettono in evidenza le contraddizioni e l'ipocrisia delle religioni ( ...continue

    Romanzo irriverente e forse un po' blasfemo che racconta in maniera scanzonata di una seconda venuta di Gesù tra gli uomini. Ridendo e scherzando, si passano in rassegna i disastri ambientali e umanitari dell'ultimo secolo e si mettono in evidenza le contraddizioni e l'ipocrisia delle religioni (con particolare attenzione al Cristianesimo).
    Decisamente da consigliare, anche se a volte ho trovato eccessivi l'uso di un linguaggio da scaricatore di porto (e pensate che son toscana !) e i frequentissimi riferimenti alle droghe.
    Quattro stelline, che però Anobii non mi fa più attribuire...

    said on 

  • 3

    Tra il Natale e la finale di X Factor, questa storia mi è sembrata stranamente attuale.
    Dopo una breve vacanza di qualche secolo, il Padreterno torna operativo e si accorge di quante orribili cose hanno combinato gli uomini in così poco tempo. Malvolentieri (considerando quello che gli è su ...continue

    Tra il Natale e la finale di X Factor, questa storia mi è sembrata stranamente attuale.
    Dopo una breve vacanza di qualche secolo, il Padreterno torna operativo e si accorge di quante orribili cose hanno combinato gli uomini in così poco tempo. Malvolentieri (considerando quello che gli è successo l'ultima volta che ha messo piede nel mondo di qua), Gesù Cristo è costretto a tornare sulla terra per ricordare agli uomini l'unico, autentico comandamento: "fate i bravi".
    Segue su http://dentroilcerchio.blogspot.it/2014/12/recensioni-in-10-righe-john-niven-volte.html

    said on 

  • 5

    Jesus Christ Superstar

    Come sarebbe Gesù se tornasse sulla terra nel XXI secolo? Una rockstar naturalmente!
    Il libro è una sorta di narrazione apocrifa della seconda volta di Gesù tra gli uomini, raccontata senza filtri e in maniera irriverente e solo in apparenza leggera. Ma il figlio di Dio non cambierà mai e d ...continue

    Come sarebbe Gesù se tornasse sulla terra nel XXI secolo? Una rockstar naturalmente!
    Il libro è una sorta di narrazione apocrifa della seconda volta di Gesù tra gli uomini, raccontata senza filtri e in maniera irriverente e solo in apparenza leggera. Ma il figlio di Dio non cambierà mai e dietro la sua malcelata sregolatezza nutre sempre gli stessi sentimenti d'amore e compassione di 2 mila anni fa e ancora una volta sacrificherebbe tutto pur di salvare quest'ingrata umanità.
    Ad eccezione della prima parte, quella più esagerata e a tratti eccessiva (tanto da avere più volte la tentazione di abbandonarlo), il libro scorre in fretta e lascia nel finale una certa sensazione di amarezza al pensiero che tutto sommato basterebbe soltanto fare i bravi per assicurare una vita serena agli uomini e alla loro Terra.

    said on 

  • 2

    E' che a me gli autori americani risultano un po' indigesti perché infondo mi manca sempre un po' di poesia. Però la trama è interessante, anche se a volte un po' banale e in alcuni punti si indovina troppo facilmente quale sarà il seguito. Tuttavia, un libro di grande verità e con spunti diverte ...continue

    E' che a me gli autori americani risultano un po' indigesti perché infondo mi manca sempre un po' di poesia. Però la trama è interessante, anche se a volte un po' banale e in alcuni punti si indovina troppo facilmente quale sarà il seguito. Tuttavia, un libro di grande verità e con spunti divertenti.

    said on 

  • 4

    Non mi sono scandalizzato per il ritratto irriverente di Gesù, Dio e santi in versione hipster (anche se Sant'Andrea che parla in scozzese fa piegare). Ci sono tuttavia due aspetti che mi hanno colpito:
    1- ho avuto l'impressione che il libro fosse scritto da un adolescente americano che ha ...continue

    Non mi sono scandalizzato per il ritratto irriverente di Gesù, Dio e santi in versione hipster (anche se Sant'Andrea che parla in scozzese fa piegare). Ci sono tuttavia due aspetti che mi hanno colpito:
    1- ho avuto l'impressione che il libro fosse scritto da un adolescente americano che ha una visione del mondo che non va oltre quella da che ti rifila Hollywood (talebani brutti, preti pedofili, ricchi irriverenti, gay emarginati, ingiustizie eclatanti...insomma, stereotipi da discount). Peccato che la realtà (perfino quella americana) sia molto più complessa...
    2- ho apprezzato che Niven abbia provato a proporre una soluzione mettendosi nei panni di Gesù. Quello che colpisce, oltre alla sintesi della sintesi -Be Nice-, è che allora come "adesso", Gesù non ha rivoluzionato il mondo con la bacchetta magica e i fuochi d'artificio. Ha "solo" cambiato la vita ad una dozzina di persone. E non credo che si possa aspirare a fare molto più di così in una vita.

    said on 

  • 4

    anobii mi cancella le recensioni e io non mi ricordo più cosa volevo scrivere

    Mi ricordo solo che ho riso un sacco con questa storia quindi dico solo che è bella e basta.

    said on 

  • 4

    Avevo sentito parlare molto bene di questo libro e devo dire che hanno ragione. È un libro divertente ma non banale. Riuscire ad immaginare come sarebbe il ritorno di Gesù ai tempi di oggi non è facile, ma ci è riuscito benissimo.
    Lo consiglio per i momenti di svago e relax.

    said on 

Sorting by