Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Second Coming

By John Niven

(17)

| Paperback | 9780434019564

Like The Second Coming ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

'God's coming - look busy!' God really is coming, and he is going to be pissed. Having left his son in charge, God treated himself to a well-earned break around the height of the Renaissance. A good time to go fishing. He returns in 2011 to find thin Continue

'God's coming - look busy!' God really is coming, and he is going to be pissed. Having left his son in charge, God treated himself to a well-earned break around the height of the Renaissance. A good time to go fishing. He returns in 2011 to find things on Earth haven't gone quite to plan...The world has been rendered a human toilet: genocide; starvation; people obsessed with vacuous celebrity culture, 'and', God points out, 'there are fucking Christians everywhere'. God hates Christians. There's only one thing for it. They're sending the kid back. JC, reborn, is a struggling musician in New York City, helping people as best he can and trying to teach the one true commandment: Be Nice! Gathering disciples along the way - a motley collection of basket cases, stoners and alcoholics - he realises his best chance to win hearts and minds may lie in a TV talent contest. "American Pop Star" is the number one show in America, the unholy creation of English record executive Steven Stelfox...a man who's more than a match for the Son of God.

378 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    STUPENDO!!!
    Cinque stelle non sono sufficienti!!!
    Irriverente, oltraggioso, blasfemo, divertente, triste, comico, caustico.
    Mi ha fatto piangere dalle risate e per la commozione.

    Is this helpful?

    Paoletta said on Sep 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ci vogliono 6 stelline

    Bella storia e alcuni paragrafi sono un capolavoro.

    Is this helpful?

    Marco Sola said on Sep 27, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Insomma, la Bibbia è quasi tutta una scemenza, ma non c'è altro modo per dirlo, ragazzi... voi non sapete quello che fate. Però cercate di ricordarvi questo: fate i bravi.

    Dio ci aveva detto una cosa sola: fate i bravi. Ma poi è arrivato Mosè a fare il cazzaro e con la sua libera interpretazione ci ha tirato su 10 interi comandamenti. Ma "cosa cazzo c'era da interpretare in "fate i bravi"?". Evidentemente molte cose, v ...(continue)

    Dio ci aveva detto una cosa sola: fate i bravi. Ma poi è arrivato Mosè a fare il cazzaro e con la sua libera interpretazione ci ha tirato su 10 interi comandamenti. Ma "cosa cazzo c'era da interpretare in "fate i bravi"?". Evidentemente molte cose, visto lo stato in cui Dio ritrova la Terra dopo essere tornato da una breve vacanza. Se ne va una settimana a pescare, lasciando l'umanità in pieno Rinascimento, e quando torna cosa trova? Guerre, inquinamento, preti che stuprano i bambini. Ma come è potuto succedere? A quanto pare, o almeno a detta di Satana, è stata colpa del libero arbitrio. Ma tant'è, ormai la frittata è fatta; ma come rimediare? C'è chi propone di cancellare tutto e ricominciare da zero (ma poi sai che palle passare di nuovo dal Big Bang e dalla Preistoria?!), ma a Dio questa soluzione non va tanto a genio. E allora la risposta può essere solo una: la seconda venuta di Cristo.

    Questo romanzo irriverente si apre nella maniera più frizzante possibile, regalandoci divertenti spezzoni su Dio (che, per la cronaca "ama i froci") e sul Paradiso (dove se vuoi puoi avere un lavoro e dove, soprattutto, si fuma un sacco di erba), su Gesù e anche su Satana, con un bel giro all'Inferno. Dalla prima parte del libro, si direbbe un romanzo divertente, leggero e un po' blasfemo.
    Ma poi si entra nel vivo della storia. Gesù scende di nuovo sulla Terra, in mezzo a noi, nel bel mezzo del 2011, e le immagini del Paradiso all'improvviso sbiadiscono e rimangono un luminoso ricordo, mentre l'autore ci scaraventa, insieme a Gesù, nella crudeltà di un mondo che non è pronto ad accoglierlo. Ci si para così davanti uno spaccato della realtà incredibilmente crudo, descritto con una semplicità estrema ma comunque in grado di farci riflettere su quello che il mondo e l'umanità sono diventati.
    Nel 2011, neanche Gesù riesce a tirare avanti. Povero in canna e amante della vera musica rock, viene subito etichettato come un fricchettone del cavolo, ribelle e pacifista. Ovviamente nessuno crede alla sua storia, e lui non riesce a far arrivare il suo messaggio al mondo. Si limita allora a un piccolo gruppetto di sbandati nei bassifondi di New York, che cerca di aiutare a sopravvivere, ma sulla sua strada sembrano esserci solo ostacoli. Come riuscirà Gesù a farsi ascoltare dal mondo?
    Ho trovato la storia di Gesù sulla Terra qualcosa di incredibilmente profondo e complesso. Senza rinunciare all'ironia e alle parti divertenti, l'autore riesce davvero a dipingere alla perfezione quanto il mondo sia diventato un posto di merda, popolato da gente di merda. Nel 2011 non c'è spazio per i miracoli, ma il Messia non si butta mai giù e dice cose come "Non è uno strippo rendere gli altri felici?", accontentandosi di quel poco che riesce a fare: cosa di cui noi uomini non siamo più capaci, accontentarci. Alcune azioni compiute dai personaggi di questa storia mi hanno lasciata quasi senza fiato, per il semplice fatto che, pensandoci, ho realizzato che sono azioni che gli uomini di oggi sarebbero (e sono stati) davvero in grado di fare.
    Avrei ancora molto da dire, ma mi dilungherei troppo sulla trama e non voglio fare spoiler.
    Mi limito a concludere dicendo che questo libro è stata una sorpresa incredibile, che ha preso di molto le distanze da quell'inizio frizzante in Paradiso con un Dio divertente e alla mano per trasformarsi in una storia molto profonda e in grado di far riflettere il lettore, ma senza mai risultare pesante e senza rinunciare a un po' di sana blasfemia (che poi, è davvero questa la blasfemia?) e a tanta, tanta ironia.
    Che dire allora? Beh, leggete il libro e... Imparate a fare i bravi.

    Is this helpful?

    MrsShadow said on Sep 24, 2014 | 1 feedback

  • 3 people find this helpful

    Ogni tanto bisogna pur leggere una simpatica cazzata

    Is this helpful?

    Friski70 said on Sep 24, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    S-T-U-P-E-N-D-O

    Uno non si può distrarre un attimo che questi uomini ti combinano un casino!
    Ma vogliamo parlare di quel mitomane di Mosè!?
    Come si fa a introdurre sesso violenza desiderio nell'unico comandamento che ho lasciato?!
    Eppure era chiaro, semplice, crista ...(continue)

    Uno non si può distrarre un attimo che questi uomini ti combinano un casino!
    Ma vogliamo parlare di quel mitomane di Mosè!?
    Come si fa a introdurre sesso violenza desiderio nell'unico comandamento che ho lasciato?!
    Eppure era chiaro, semplice, cristallino: fate i bravi!
    Mi tocca rimandare mio figlio, giù alla baraonda.

    Papà ti ricordo che duemila anni fa non è finita benissimo giù dabasso!

    Non importa! Io li amo quegli schizzati! Va e fa quel che devi: diffondi il verbo!

    Diventando un rocker strafatto e finendo in finale di American Idol?!

    Fa quel che devi!!

    Is this helpful?

    Paola D'Argenio said on Sep 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    eccezionale

    Un libro fantastico, uno dei pochi che ti fanno rimpiangere di averlo finito.
    Le battute e freddure sono esilaranti e non volgari, magari un po' sul genere di una moderna situation comedy di classe.
    Le critiche agli estremismi della nostra epoca no ...(continue)

    Un libro fantastico, uno dei pochi che ti fanno rimpiangere di averlo finito.
    Le battute e freddure sono esilaranti e non volgari, magari un po' sul genere di una moderna situation comedy di classe.
    Le critiche agli estremismi della nostra epoca non sono certo velati ma mai banali.
    Sa far ridere ma anche commuovere. La sua irriverenza smuove la coscienza più di tante prediche.
    Unica controindicazione:sconsigliato ai baciapile ed ai bacchettoni.
    Fate i bravi, ragazzi!

    Is this helpful?

    Marmy said on Sep 21, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book