The Shadow of the Wind

By

Publisher: Orion

4.2
(34900)

Language: English | Number of Pages: 512 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) German , Chi traditional , Spanish , Italian , Chi simplified , Catalan , Dutch , French , Swedish , Polish , Portuguese , Russian , Danish , Finnish , Croatian , Slovenian , Czech , Greek

Isbn-10: 0752859544 | Isbn-13: 9780752859545 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Hardcover , Audio CD , Audio Cassette , Softcover and Stapled , eBook , Others

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like The Shadow of the Wind ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
  Hidden in the heart of the old city of Barcelona is the ’cemetery of lost books’, a labyrinthine library of obscure and forgotten titles that have long gone out of print. To this library, a man brings his 10-year-old son Daniel one cold morning in 1945. Daniel is allowed to choose one book from the shelves and pulls out ’La Sombra del Viento’ by Julian Carax.

  But as he grows up, several people seem inordinately interested in his find. Then, one night, as he is wandering the old streets once more, Daniel is approached by a figure who reminds him of a character from La Sombra del Viento, a character who turns out to be the devil. This man is tracking down every last copy of Carax’s work in order to burn them. What begins as a case of literary curiosity turns into a race to find out the truth behind the life and death of Julian Carax and to save those he left behind. A page-turning exploration of obsession in literature and love, and the places that obsession can lead.
Sorting by
  • 4

    Essere Zafon ...

    "Nel mondo c'è bisogno di più gente cattiva e di meno rimbambiti".

    Non conoscevo questo autore, ma un giorno mi è successa una cosa ...
    E' stato quest'anno, mi trovavo alla manifestazione "Libri Come ...continue

    "Nel mondo c'è bisogno di più gente cattiva e di meno rimbambiti".

    Non conoscevo questo autore, ma un giorno mi è successa una cosa ...
    E' stato quest'anno, mi trovavo alla manifestazione "Libri Come Confini" all'Auditorium a Roma con un copioso elenco di incontri ai quali volevo assistere, in compagnia di una cara amica. Mentre eravamo seduti in sala, in attesa che iniziasse uno di questi incontri e stavamo chiacchierando ... si avvicina un ragazzo, visibilmente emozionato, che con grande imbarazzo si rivolge alla mia amica guardando nella mia direzione, e le chiede: mi scusi, mi permette di salutare il "maestro"? Lo guardo, mi giro credendo di essermi seduto inavvertitamente a fianco di chissà chi ... non c'è nessuno. Mi rigiro, lo guardo ancora, questa volta sono imbarazzato io: Maestro? Quale maestro? Il ragazzo mi fissa, interdetto: Ma come, lei ... il Maestro Zafon ...
    Lo guardo, e credo di non essere mai stato così dispiaciuto per qualcuno, dispiaciuto di non poter realizzare quello che forse era uno dei suoi sogni ... ma io non sono Carlos Ruiz Zafon.
    Anche se è vero, devo dire che gli somiglio veramente molto (sto leggendo in questi giorni "Essere Nanni Moretti, di Giuseppe Culicchia ... ecco, un'esperienza simile ...).
    Tutto questo racconto per dire che un fatto così casuale, certamente divertente, sicuramente non voluto ... si è trasformato per me nella fortunata occasione di imbattermi nell'opera di un autore conosciutissimo (non da me, fino a poco tempo fa) e amatissimo al quale mi sono subito affezionato anch'io. Il romanzo ha per tema il mondo dei libri e di quegli scrittori un po' maledetti e un po' misteriosi che rendono magiche le storie che si accompagnano alla loro traiettoria. E' la storia di una ricerca ... che come spesso accade in questo tipo di vicende, diventa la ricerca di se stessi. Un romanzo a suo modo "di formazione", una crescita legata alla parola narrata e scritta, alla magia del raccontare. Una saga che, so, si dipanerà anche nelle opere successive (che sicuramente leggerò presto) e che mi ha preso facilmente, lasciandomi la curiosità degli sviluppi successivi. Le atmosfere di Barcellona, la magia del racconto ... sì, Zafon è davvero un maestro. Ma Zafon non sono io ... per fortuna.

    said on 

  • 5

    Bellissimo....

    Si merita 5 stelle. La scrittura è molto semplice e qualcuno, proprio per questo, potrebbe considerarlo un po' sempliciotto e banale ma la storia è avvincente. Sono stata subito catturata ed è strano ...continue

    Si merita 5 stelle. La scrittura è molto semplice e qualcuno, proprio per questo, potrebbe considerarlo un po' sempliciotto e banale ma la storia è avvincente. Sono stata subito catturata ed è strano per me visto che solitamente comincio ad appassionarmi dopo un numero considerevole di pagine lette. Riesci ad immergerti a tal punto che tutto ciò che hai intorno svanisce. Quindi attenzione a leggerlo sui mezzi pubblici ;))

    said on 

  • 2

    L'ho letto anni fa e ricordo che non mi piacque. Però è piaciuto a tutti...Forse mi è sfuggito qualcosa. Se avrò tempo lo rileggerò.

    said on 

  • 5

    Un libro meraviglioso scritto da un autore con grande capacità narrativa. Tanti personaggi le cui vicende si intrecciano, legate dal libro "L'ombra del vento" scritto da un autore "maledetto". Ho lett ...continue

    Un libro meraviglioso scritto da un autore con grande capacità narrativa. Tanti personaggi le cui vicende si intrecciano, legate dal libro "L'ombra del vento" scritto da un autore "maledetto". Ho letto questa storia in pochi giorni, facendo spesso tardi la notte, persa nei misteri di Barcellona. L'inizio di una saga che ho nel cuore.

    said on 

  • 0

    Capiente e accattivante

    Sto leggendo questo libro in Spagnolo e quindi vado molto più lento. Finora mi è piaciuto moltissimo: personaggi interessantissimi, trama tessuta con arguzia e ricchezza di dettagli. Sono a circa due ...continue

    Sto leggendo questo libro in Spagnolo e quindi vado molto più lento. Finora mi è piaciuto moltissimo: personaggi interessantissimi, trama tessuta con arguzia e ricchezza di dettagli. Sono a circa due terzi. Se continua così, si meriterà le 5 stelline

    said on 

  • 4

    Mi fa molto piacere quando scopro che un libro che ha venduto tantissimo è anche un libro scritto da Dio. L'ho letto in spagnolo quindi il rischio di perdere il filo c'era. La trama è sì complessa ma ...continue

    Mi fa molto piacere quando scopro che un libro che ha venduto tantissimo è anche un libro scritto da Dio. L'ho letto in spagnolo quindi il rischio di perdere il filo c'era. La trama è sì complessa ma ben congeniata. Sicuramente leggerò il seguito.

    said on 

  • 0

    Maestro dell'affabulazione.

    Zafón, del resto con un romanzo sulla magia dei libri, si sforza talmente di affabulare e affascinare il lettore, di irretirlo con la sua narrazione, che ho trovato doveroso abbandonarlo.

    http://disas ...continue

    Zafón, del resto con un romanzo sulla magia dei libri, si sforza talmente di affabulare e affascinare il lettore, di irretirlo con la sua narrazione, che ho trovato doveroso abbandonarlo.

    http://disaster.over-blog.com/2017/04/pillole-di-biechitudine.html

    said on 

  • 4

    Scritto con grande mestiere, riesce ad appassionare col giusto mix di mistero, passioni e suspense. Non sono mai stato a Barcellona, ma la città nebbiosa e oscura qui descritta sembra molto diversa da ...continue

    Scritto con grande mestiere, riesce ad appassionare col giusto mix di mistero, passioni e suspense. Non sono mai stato a Barcellona, ma la città nebbiosa e oscura qui descritta sembra molto diversa da come l'ho sempre immaginata. E tanto più affascinante.

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by