Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Sharing Knife, Volume Four

Horizon

By

Publisher: Eos

4.0
(5)

Language:English | Number of Pages: 448 | Format: Others

Isbn-10: 0061375373 | Isbn-13: 9780061375378 | Publish date: 

Also available as: eBook

Category: Science Fiction & Fantasy

Do you like The Sharing Knife, Volume Four ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
The concluding volume in the epic fantasy saga from a multiple Hugo Award-winningauthor. [Bujold's] eventful conclusion to the series proves that her talent ... A Lakewalker entrusted with protecting the populace from malices—terrifying remnants of ancient magic—Dag Redwing Hickory never expected to fall in love with Fawn Bluefield, the farmer girl he rescued. When they joined in marriage, defying their kin, they bridged the perilous split between their peoples. Now Dag's extraordinary maker abilities have grown—along with his fears about who and what he is becoming, and his frustration with the disdain in which Lakewalker soldier-sorcerers are expected to hold their farmer neighbors. Fawn and Dag's world is changing, and the traditional Lake-walker practices cannot continue to hold every malice at bay. At the end of their long journey home, the pair must at last answer the question they've grappled with for so long: When the old traditions fail disastrously, can their untried new ways stand against their world's deadliest foe?
Sorting by
  • 4

    L'ultimo romanzo della tetralogia 'The Sharing Knife' si innesta perfettamente nel solco dei primi tre, con una storia onesta e senza grandi colpi di scena: ad essere sinceri, è un po' più movimentato degli altri, con l'introduzione di un gran bel personaggio (Arkady), un'accentuata coralità e qu ...continue

    L'ultimo romanzo della tetralogia 'The Sharing Knife' si innesta perfettamente nel solco dei primi tre, con una storia onesta e senza grandi colpi di scena: ad essere sinceri, è un po' più movimentato degli altri, con l'introduzione di un gran bel personaggio (Arkady), un'accentuata coralità e qualche scontro in più (si ringrazia Terry Brooks per la palese ispirazione). Quello che lascia un po' delusi è l'assenza di spiegazioni ulteriori del mondo in cui ci muoviamo, ridotto a mero sfondo: tutto rimane al livello di quanto descritto/scoperto nel 2° romanzo, sia le conoscenze magiche che il substrato sociale, una regolarità monocorde che si nota pure nei personaggi principali, prevedibili fino all'ultimo nel loro idealismo non fastidioso. Ancora una volta, la Bujold fa largo uso della sua eccezionale ironia, ammalia il lettore con un rapporto uomo/donna abbastanza comune e senza sorprese utilizzando l'arma del sorriso, giocando sulle grandi differenze fra i due sessi e vincendo la sfida di non annoiare nonostante le innumerevoli dichiarazioni d'amore. Ma, viene da chiederci senza essere pentiti di aver letto anche solo una riga della tetralogia, per scrivere di una storia d'amore così grande e della ricerca della casa da parte di un uomo privo di radici, era proprio necessario un ciclo fantasy e in quattro libri?

    said on