Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Simpsons

By

Publisher: Greystone Books

3.7
(43)

Language:English | Number of Pages: 432 | Format: Others | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 1553655036 | Isbn-13: 9781553655039 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Paperback , eBook , Audio CD

Category: Non-fiction , Reference , Textbook

Do you like The Simpsons ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 0

    The Simpsons

    Un libro sui Simpson: certo non una novità. “The Simpsons” (Isbn, 2009) di John Ortved, non tratta un tema diverso dal solito, ma lo fa con un piglio ed un taglio differenti dal solito. L’autore americano va direttamente alla base della storia. Tramite colloqui con persone che tutti i giorni lavo ...continue

    Un libro sui Simpson: certo non una novità. “The Simpsons” (Isbn, 2009) di John Ortved, non tratta un tema diverso dal solito, ma lo fa con un piglio ed un taglio differenti dal solito. L’autore americano va direttamente alla base della storia. Tramite colloqui con persone che tutti i giorni lavorano alla realizzazione del famoso cartone, centinaia di incontri con chi sta nel “backstage” della famiglia gialla più famosa d’America.

    said on 

  • 4

    Devo ammettere di aver comprato questo libro senza aver letto prima nemmeno una recensione, senza essermi informata su quali aspetti de I Simpson fossero trattati. Pur essendo fiera del mio acquisto, grazie soprattutto alla bella edizione di ISBN, con le pagine dai bordi gialli, la carta ...continue

    Devo ammettere di aver comprato questo libro senza aver letto prima nemmeno una recensione, senza essermi informata su quali aspetti de I Simpson fossero trattati. Pur essendo fiera del mio acquisto, grazie soprattutto alla bella edizione di ISBN, con le pagine dai bordi gialli, la carta elegante e tutto il resto, il volume ha sostato per un po' nella mia libreria, dimenticato in un angolo perchè, dopo averlo sfogliato velocemente mi ero chiesta se l'acquisto d'impulso fosse stato intelligente o meno. Effettivamente mi aspettavo tutta un'altra cosa, ma non per questo sono dispiaciuta. Un dietro le quinte di un cartone animato che è molto più di uno spettacolo di intrattenimento.
    Forse bisogna essere veramente appassionati per apprezzarlo (o anche solo per giustificare la lettura), ma non credo si debba necessariamente essere come quei fan che conoscono il nome di ogni sceneggiatore per poterlo leggere. Io non sono tra questi ultimi, ma ho trovato il libro interessante e certe curiosità sugli autori/sceneggiatori/produttori e chi più ne ha più ne metta, così come il sapere quanto tempo e quanti soldi vale un episodio dei miei beneamati di sicuro valgono la lettura del volume.

    said on 

  • 4

    behind The Simpsons

    Il libro è molto interessante: ci spiega il lato industriale della produzione che sta dietro al cartone. In particolare fa chiarezza sul diverso ruolo svolto dai tre personaggi che compaiono da vent'anni sulla sigla di apertura: James L. Brooks, Matt Groening e Sam Simon. Si parla anche dei più i ...continue

    Il libro è molto interessante: ci spiega il lato industriale della produzione che sta dietro al cartone. In particolare fa chiarezza sul diverso ruolo svolto dai tre personaggi che compaiono da vent'anni sulla sigla di apertura: James L. Brooks, Matt Groening e Sam Simon. Si parla anche dei più importanti show runner ovvero delle persone che "fanno funzionare" la serie.
    Alcune volte il libro appare non troppo lineare e si perde su alcuni dettagli poco interessanti, ma nel complesso lo consiglio

    said on 

  • 0

    Se proprio devo dare un voto: 8

    In tempi cupi e tristi come questi non so proprio cos'altro consigliarvi insomma. Non che questo sia un libro che faccia ridere ci mancherebbe, quello che fa è svelare il lato nascosto (quello degli scrittori per dire) che con i Simpsons hanno creato un posto felice per le nostre povere e malinco ...continue

    In tempi cupi e tristi come questi non so proprio cos'altro consigliarvi insomma. Non che questo sia un libro che faccia ridere ci mancherebbe, quello che fa è svelare il lato nascosto (quello degli scrittori per dire) che con i Simpsons hanno creato un posto felice per le nostre povere e malinconiche anime. Che ci mancherebbe poi che fosse un libro che svela come far ridere, no non fa neppure quello. A meno che non crediate che il segreto risieda nelle riunioni che gli sceneggiatori fanno per produrre qualche idea decente per lo show, beh rimarreste sorpresi nello scoprire che in realtà cazzeggiano molto, fanno giochetti idioti e per lo più si grattano. E curiosamente sono le stesse condizioni (più che altro grattarsi) che a volte mi permettono di inventare qualche buona battuta divertente da dire e di non poterla dire a nessuno, accidenti a me a al mio desiderio assoluto di solitudine. Forse me le dovrei scrivere le battute e tirarle fuori quando sono circondato di persone. Secondo me farebbe un effetto ironico anche il tirare fuori tipo in pizzeria dei foglietti stropicciati dalle tasche e leggere il contenuto ad alta voce e se poi nessuno ride beh affari loro, dei comici come me bisognerebbe tenerne in gran conto. E poi c'è una tale inflazione di comici nel presente che sembrerebbe che se non dici che tra le tue qualità è contemplata la simpatia non ti rivolgono neppure la parola o ti guardano come si guarda una mosca che non si decide ad uscire da una enorme finestra aperta. Che diavolo, ecchesarà mai 'sta cosa della simpatia, meglio allora il sapersi sedere a tavola o l'intelligenza emotiva, forse. A questo punto dopo attenta riflessione forse per principio non tirerò mai fuori i foglietti dalle tasche, si arrangino tra di loro, tanto uno su due è un comico e l'altro si sta allenando. Ancora peggio poi dire che una delle qualità personali più apprezzate è l'ironia. Non la simpatia, l'ironia. L'ironia si porta dietro un corso di laurea, state attenti. Dio ne scampi poi dall'autoironia che come minimo si deve aver vinto un premio nobel per la letteratura. Allora a quel punto meglio la simpatia. Allora a quel punto meglio i Simpsons. Oh, secondo me se guardate questo show e conoscete parecchie puntate e mentre li guardate vi viene da credere che in fondo si riesce a galleggiare nonostante tutto la mia opinione è che il meccanismo che c'è dietro vi piacerebbe conoscerlo. Cioè se siete delle persone simpatiche. Gli altri si astengano.

    said on 

  • 4

    PUBBLICATO IN ITALIA DA ISBN

    The Simpsons
    Autore: John Ortved
    ISBN- pp.gg. 313- € 18,50 – 2009

    La famiglia più dissacrante d’America, attaccata quanto amata, nomi impressi nella testa di ognuno di noi insieme a modi di dire e battutacce varie. I Simpson rappresentano tutto questo e molto di più e John Ortv ...continue

    The Simpsons
    Autore: John Ortved
    ISBN- pp.gg. 313- € 18,50 – 2009

    La famiglia più dissacrante d’America, attaccata quanto amata, nomi impressi nella testa di ognuno di noi insieme a modi di dire e battutacce varie. I Simpson rappresentano tutto questo e molto di più e John Ortved svela ogni minimo trascorso storico unendo il racconto orale al saggio, senza essere mai pedante e con uno stile quasi cinematografico.
    Sono le pagine gialle dei cinque di Springfiel ( che portano i nomi dei familiari del loro creatore) di tutto il gruppo di creativi, disegnatori che sono stati dietro questo cartone animato che ha rappresentato una rivoluzione per la tv e per gli americani. Soprattutto è il canto corale delle persone che hanno conosciuto fin dall’inizio Matt Groening e raccontano insieme a lui la sua storia da prima del 1987 quando attirò l’attenzione di Brooks (un importante produttore e regista) segnando così il primo passo verso una notorietà mondiale.
    Assolutamente imperdibile per i fans ma anche per chi vuole constatare che a volte le rivoluzioni nascono da una matita al liceo.

    said on 

  • 3

    speravo meglio

    interessante, ma fino ad un certo punto: molte frasi senza senso (penso per errori di traduzione), citazioni di altri show probabilmente usciti solo in america, e un sacco di dietro le quinte per addetti ai lavori ma poco interessanti per i semplici appassionati.

    said on 

  • 4

    La bibliografia sui Simpsons è ampia quanto quella su padre Pio e, anche se il mio testo di riferimento resta Planet Simpson, è benvenuto il recentissimo The Simpsons di John Ortved (con prefazione di Douglas Coupland!), una “biografia non autorizzata” che racconta la genesi del cartone, lo svilu ...continue

    La bibliografia sui Simpsons è ampia quanto quella su padre Pio e, anche se il mio testo di riferimento resta Planet Simpson, è benvenuto il recentissimo The Simpsons di John Ortved (con prefazione di Douglas Coupland!), una “biografia non autorizzata” che racconta la genesi del cartone, lo sviluppo e l'inevitabile crisi (quand'è stata l'ultima GRANDE puntata che avete visto?).

    Dalla lettura risulta che dietro lo show vi sono persone non propriamente equilibrate, che Matt Groening non è poi il genio che si crede e che Michael Jackson ha davvero partecipato ad un episodio e ha scritto Happy birthday, Lisa.

    (il video sta qua: http://cheremone.ilcannocchiale.it/2010/01/26/prova.html)

    said on 

  • 4

    Una panoramica completa sui Simpson, specialmente sul gruppo di persone che sta dietro alla loro creazione. Interessante se siete fan della serie, forse a volte fin troppo dettagliato.

    said on 

  • 2

    interessante, mica no. ma un po' troppo da addetti ai lavori, per i miei gusti, con un utilizzo abbastanza estremo del namedropping applicato al mondo dello spettacolo a stelle a strisce.

    consigliato soltanto ai completisti della famiglia più gialla d'america.

    said on