The Snack Thief

(Inspector Montalbano Mysteries (Paperback))

By ,

Publisher: Penguin (Non-Classics)

4.1
(4544)

Language: English | Number of Pages: 304 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) German , Italian , French , Spanish , Portuguese , Catalan

Isbn-10: 0142003492 | Isbn-13: 9780142003497 | Publish date:  | Edition Reprint

Translator: Stephen Sartarelli

Also available as: Hardcover , Others , Audio CD , Audio Cassette , eBook

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like The Snack Thief ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
In the third book in Andrea Camilleri's Inspector Montalbano series, the urbane and perceptive Sicilian detective exposes a viper's nest of government corruption and international intrigue in a compelling new case. When an elderly man is stabbed to death in an elevator and a crewman on an Italian fishing trawler is machine-gunned by a Tunisian patrol boat off Sicily's coast, only Montalbano suspects the link between the two incidents. His investigation leads to the beautiful Karima, an impoverished housecleaner and sometime prostitute, whose young son steals other schoolchildren's midmorning snacks. But Karima disappears, and the young snack thief's life-as well as Montalbano's-is on the line . . .
Sorting by
  • 5

    This is the second novel of the Montalbano's series. It is not just a crime book, it has much more other than a mystery to be solve. The inspector is probably what makes this book amazing, the way he ...continue

    This is the second novel of the Montalbano's series. It is not just a crime book, it has much more other than a mystery to be solve. The inspector is probably what makes this book amazing, the way he thinks, how he behaves with his colleagues and his girlfriend, his sense of loyalty. I highly recommended to everyone, also whom doesn't read crime fiction.

    said on 

  • 3

    il terzo Montalbano. Un po' sorprende il finale, con l'dea di metter su famiglia. Avendo già letto alcuni di quelli successivi, so come non andrà a finire.

    said on 

  • 3

    Posso immaginare che il substrato linguistico possa risultare affascinante, ma il farci l’abitudine mi ha richiesto tempo ed il fatto di non sapere quanto il suo siciliano sia filologicamente corretto ...continue

    Posso immaginare che il substrato linguistico possa risultare affascinante, ma il farci l’abitudine mi ha richiesto tempo ed il fatto di non sapere quanto il suo siciliano sia filologicamente corretto mi ha infastidito...

    Continua qua: https://cheremone.wordpress.com/2016/01/06/8097/

    said on 

  • 5

    Avevo già incontrato Montalbano ma non avevo mai letto un intero romanzo, e adesso che l’ho fatto avrei voglia di leggerli tutti uno dietro l’altro! La scrittura di Camilleri è sempre estremamente coi ...continue

    Avevo già incontrato Montalbano ma non avevo mai letto un intero romanzo, e adesso che l’ho fatto avrei voglia di leggerli tutti uno dietro l’altro! La scrittura di Camilleri è sempre estremamente coinvolgente, la storia scorre che è un piacere, i personaggi convincono, divertono, affascinano. Insomma, un successo più che meritato quello di questa serie.

    http://www.naufragio.it/iltempodileggere/18647

    said on 

  • 4

    Slurp!

    Quest'anno per la prima volta ho assaggiato un po' di Sicilia e a Palermo ho comprato questo libro. È strano come pur conoscendo così poco questa terra, quando leggo Camilleri io mi senta così a mio a ...continue

    Quest'anno per la prima volta ho assaggiato un po' di Sicilia e a Palermo ho comprato questo libro. È strano come pur conoscendo così poco questa terra, quando leggo Camilleri io mi senta così a mio agio, nel capire i termini in dialetto senza cercarli e usandoli poi nel mio quotidiano, nel provare simpatia e quasi affetto verso i personaggi principali, nell'immaginare paesaggi meravigliosi e soprattutto sapori sublimi. Camilleri mi coccola l'umore e mi stuzzica l'appetito. Dovrebbe fare un libro di ricette dei piatti preferiti di Montalbano. Io intanto vado a cercare quella della spigola in salsa di zafferano...

    said on 

  • 3

    Pittoresco come un carretto siciliano

    Un nordafricano è ucciso dalla mitragliata di una motovedetta tunisina su un peschereccio di Mazara del Vallo. Un agiato commerciante è accoltellato a morte in ascensore. Un ragazzino ruba merendine a ...continue

    Un nordafricano è ucciso dalla mitragliata di una motovedetta tunisina su un peschereccio di Mazara del Vallo. Un agiato commerciante è accoltellato a morte in ascensore. Un ragazzino ruba merendine ai bambini che vanno a scuola. Un’anziana signora invalida soffre d’insonnia. Salvo Montalbano, commissario di Vigata, nella Sicilia occidentale, deve indagare sui due omicidi apparentemente scollegati. Una storia intrigante all’inizio, che s’ingarbuglia poi nei soliti servizi segreti. Il dialetto italo siculo, comprensibile anche a chi siciliano non è, sapientemente dosato da Camilleri non solo nei dialoghi, ma anche nella trama, vivacizza il racconto, colorandolo di una nota pittoresca come un carretto siciliano sullo sfondo di fichi d’India, mare azzurro e profumo di limoni. Come le storie di Maigret, le indagini di Montalbano vivono più sull’ambientazione e la caratterizzazione dei personaggi che sulla vicenda poliziesca. Il paese non troppo immaginario di Vigata è lo stereotipo della Sicilia rurale, fra mare e campagna, non toccato dal turismo; Montalbano è il tipico italiano amante della buona cucina che racconta innocenti bugie alla sua donna x godersi in santa pace una frittura di pesce. Forse un po’ troppo zuccherosa la figura del bambino e il suo rapporto con Livia. Storia piacevole da leggere sotto l’ombrellone, rinfrescante come una granita siciliana, dove il giallo non è dramma ma commedia di costume, l’antitesi dei racconti cupi, tetri, nerissimi, dell’inflessibile commissario milanese Lamberti di Scerbanenco. L’uso di termini dialettali costringe chi non è siciliano a rallentare la lettura gustandola così maggiormente. E’ il mio primo romanzo di Camilleri, e non m’invita, come in altri casi, a leggere tutte le opere di quest’autore: gradevole ma poco impegnativo, dovrò aspettare il momento giusto x leggerne un altro.

    said on 

  • 0

    Incipit

    S’arrisbiglio malamente: i linzuòla, nel sudatizzo del sonno agitato per via del chilo e mezzo di sarde a beccafico che la sera avanti si era sbafàto, gli erano strettamente arruvavugliate torno torno ...continue

    S’arrisbiglio malamente: i linzuòla, nel sudatizzo del sonno agitato per via del chilo e mezzo di sarde a beccafico che la sera avanti si era sbafàto, gli erano strettamente arruvavugliate torno torno il corpo, gli parse d’essere addiventato una mummia.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/l/il-ladro-di-merendine-andrea-camilleri/

    said on 

Sorting by