Average vote of 118
| 3 total contributions of which 3 reviews , 0 quotes , 0 images , 0 notes , 0 video
Michael Cunningham’s luminous novel begins with a vision. It’s November 2004. Barrett Meeks, having lost love yet again, is walking through Central Park when he is inspired to look up at the sky; there he sees a pale, translucent light that
Ha scritto il 05/10/16
la scrittura di Micheal Cunningham è sempre meravigliosa, ricca e immaginifica. ti lascia incantato. ma al livello di trama e personaggi mi ha convinto meno, peccato.
Ha scritto il 19/10/14
Sarà (anche) colpa del nuovo traduttore?
Bello, ma non fantastico di certo lontano dai primi romanzi! Per non abbattermi e pensare che ormai Cunningham abbia già dato quello che poteva dare, mi viene da dare la colpa al nuovo traduttore che non mi sembra all'altezza di Cotroneo. Magari lo ...Continua
  • 3 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 16/09/14
Quando mi entrerà in testa che ogni autore può scrivere un solo capolavoro? Ogni volta che leggo qualcosa di meraviglioso (come Le ore) mi vado a cercare qualcos'altro dello stesso autore. Ma il fatto che un autore abbia avuto un colpo di genio ...Continua
  • 4 mi piace

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi