Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Spirit

Di

Editore: Rizzoli (Bur 24/7)

3.8
(77)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 220 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8817027553 | Isbn-13: 9788817027557 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Andrea Plazzi

Genere: Comics & Graphic Novels

Ti piace The Spirit?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Atmosfere noir mescolate a umorismo e ironia: un classico del fumetto nato dalla genialità di un maestro, Will Eisner. Raccolte in antologia le migliori storie del detective mascherato Danny Colt, travolto da un'esplosione mentre è sulle tracce del Dottor Cobra, un malvagio scienziato che vuole conquistare il mondo. Creduto morto, Colt continua a operare nell'ombra, in incognito, portando avanti le sue indagini con il volto coperto da una maschera. Solo il Commissario Dolan, l'eterna fidanzata Ellen e il fido Ebony conoscono la verità.
Pubblicate dal 1940 al 1952 sui supplementi domenicali dei quotidiani statunitensi, nelle storie di Spirit, racchiuse in appena sette pagine, Eisner dà vita a un intero universo variando di volta in volta il tono, dal dramma alla commedia, dalla fantascienza al western.
Alle avventure di The Spirit è ispirato l'omonimo film di Frank Miller, con Scarlett Johansson, Eva Mendes e Samuel L. Jackson.
Ordina per
  • 0

    The Spirit of pulp

    Mi ha ricordato i racconti di Cornell Woolrich più che i noir di Chandler, ma con molto più umorismo. E' un Cary Grant mascherato, di cui ovviamente tutte (figlie di commissari, infermiere, ladre, assassine) si innamorano e spesso sono anche ricambiate, ma le scene in cui è braccato dalle donne s ...continua

    Mi ha ricordato i racconti di Cornell Woolrich più che i noir di Chandler, ma con molto più umorismo. E' un Cary Grant mascherato, di cui ovviamente tutte (figlie di commissari, infermiere, ladre, assassine) si innamorano e spesso sono anche ricambiate, ma le scene in cui è braccato dalle donne sono le più divertenti! Alcune storie (anche grazie ai disegni) sono originali ancora oggi e poi c'è Ebony!

    ha scritto il 

  • 5

    Come si fa a non prendere qualunque libro di Eisner? Una bella raccolta di Spirit per avvicinarsi al mondo e alle opere di Will Eisner, uno dei maestri del Fumetto. Straordinaria l'ultima storia, L'assassino. Poi, di corsa a comprare l'opera omnia di Eisner.

    ha scritto il 

  • 4

    Spirit e le trovate grafiche di Eisner

    Consiglio di avvicinarsi alle storie di Spirit con un ottica storica piuttosto che ludica. Non che le storie di Eisner siano noiose, ma col passare del tempo appaiono sempre più ingenue, perdendo quindi gran parte dell'umorismo e del mordente che avevano sessanta anni fa. Quello che invece merita ...continua

    Consiglio di avvicinarsi alle storie di Spirit con un ottica storica piuttosto che ludica. Non che le storie di Eisner siano noiose, ma col passare del tempo appaiono sempre più ingenue, perdendo quindi gran parte dell'umorismo e del mordente che avevano sessanta anni fa. Quello che invece merita più di una visione, è la costruzione delle storie: Eisner inventa mille trovate narrative e grafiche che sono decisamente all'avanguardia. Ottimo il saggio che chiude il volume.

    ha scritto il 

  • 4

    quanto dura l'avanguardia?

    sì un classico del fumetto. un classicissimo.
    uno di quei fumetti che ogni appassionato di fumetti può dire di conoscere senza averlo mai letto.

    allora perché leggerlo?
    appunto.

    l'avanguardia è diventata storia, e ora è arduo trovare i cenni d'avanguardia in queste storie, ...continua

    sì un classico del fumetto. un classicissimo.
    uno di quei fumetti che ogni appassionato di fumetti può dire di conoscere senza averlo mai letto.

    allora perché leggerlo?
    appunto.

    l'avanguardia è diventata storia, e ora è arduo trovare i cenni d'avanguardia in queste storie, se non in un'ottica storicistica (forse quella giusta).
    oggi le storie appaiono affascinanti ma esili e ingenue.
    il tratto bellissimo e pieno ma... classico.
    la struttura delle vignette è l'inizio di un'innovazione.

    insomma una pietra miliare.
    ma sente il suo tempo.
    altre cose di eisner meno: molto meno (sì lo so i contesti e le epoche sono diversi...)

    ha scritto il 

  • 3

    i fumetti mi piacciono, ma non sono una autorità in materia...devo dire, quindi, che dopo un inizio un po' stentato, le storie e i disegni di The Spirit mi hanno conquistato. le tavole di apertura di ogni avventura sono splendide, i colori vividi, e ci sono anche due scritti sull'autore e la sua ...continua

    i fumetti mi piacciono, ma non sono una autorità in materia...devo dire, quindi, che dopo un inizio un po' stentato, le storie e i disegni di The Spirit mi hanno conquistato. le tavole di apertura di ogni avventura sono splendide, i colori vividi, e ci sono anche due scritti sull'autore e la sua opera, che fanno molto piacere e soddisfano i palati di coloro che, come me, sono semplici amanti "occasionali" del genere. sarà che l'estetica noir-prima metà del Novecento sta tornando di moda....

    ha scritto il 

  • 4

    Spirit Of The Aged

    La quantità e qualità dell'innovazione iniettata da Will Eisner nel fumetto americano e mondiale può essere solo minimamente compresa da questi primi, acerbi, spiritati, lavori seriali. Eppure la varietà delle inquadrature, dei registri narrativi, delle soluzioni grafiche nella composizione della ...continua

    La quantità e qualità dell'innovazione iniettata da Will Eisner nel fumetto americano e mondiale può essere solo minimamente compresa da questi primi, acerbi, spiritati, lavori seriali. Eppure la varietà delle inquadrature, dei registri narrativi, delle soluzioni grafiche nella composizione della splash page iniziale lascia stupiti, se raffrontata alle coeve strips, ingabbiate spazialmente e temporalmente in un formato obiettivamente troppo "constraining" per le notevoli potenzialità del medium.

    ha scritto il 

  • 2

    Non ci riesco

    Mi piace Will Eisner ma Spirit no.
    Certo è stato innovativo, forse rivoluzionario, nella costruzione delle pagine, nelle sequenze delle vignette, nelle prospettive, però riesco a "guardarlo" solo come un saggio sul fumetto ma non a "leggerlo".
    Mi sento eretico a scriverlo ma non mi pi ...continua

    Mi piace Will Eisner ma Spirit no.
    Certo è stato innovativo, forse rivoluzionario, nella costruzione delle pagine, nelle sequenze delle vignette, nelle prospettive, però riesco a "guardarlo" solo come un saggio sul fumetto ma non a "leggerlo".
    Mi sento eretico a scriverlo ma non mi piace.

    ha scritto il 

  • 4

    Un capolavoro. Degno di uno dei massimi fumettisti che la nostra civiltà abbia mai avuto la fortuna di annoverare tra le proprie celebrità, di cui andare fieri. 645 episodi in 12 anni di attività, storie che iniziano e si esauriscono in appena 7 pagine ma che ti appassionano notevolmente, un perf ...continua

    Un capolavoro. Degno di uno dei massimi fumettisti che la nostra civiltà abbia mai avuto la fortuna di annoverare tra le proprie celebrità, di cui andare fieri. 645 episodi in 12 anni di attività, storie che iniziano e si esauriscono in appena 7 pagine ma che ti appassionano notevolmente, un perfetto stile noir sviscerato con grande maestria.
    Anche qui, come in Batman, Superman c'e' un eroe, un ex poliziotto, che si autoelegge paladino della giustizia, che non si fa scrupolo alcuno a trasgredire la legge se cio' significa ripulire la società dalle sue nefandezze piu' pericolose. Ma mescolate al noir, si riesce a trovare anche momenti di grande ironia e umorismo, con cui spesso tratteggia situazioni, personaggi e dialoghi. Tra personaggi fidati (il commissario Dolan, la fidanzata Ellen e il suo fido Ebony) e giri malavitosi e splendide donne affascinanti tanto quanto senza scrupoli e astute, Danny Colt, ovvero The Spirit, dovrà darsi molto da fare per estirpare, almeno momentaneamente, il male che è perpetrato e presente ovunque, anche nei personaggi e in luoghi insospettabili. Bellissimo.

    ha scritto il