The Stand

Das letzte Gefecht

By

Verleger: Bastei Lübbe

4.3
(4020)

Language: Deutsch | Number of Seiten: 1227 | Format: Paperback | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) English , Spanish , Chi simplified , Italian , French , Dutch , Russian , Czech , Portuguese , Polish , Hungarian

Isbn-10: 3404134117 | Isbn-13: 9783404134113 | Publish date: 

Translator: Joachim Körber ; Curator: Wolfgang Neuhaus

Auch verfügbar als: Mass Market Paperback , Hardcover

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like The Stand ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 5

    ..and ahead you go.

    This isn't a common novel. It has so many things inside that it is hard to describe it in few words. It has adventure, sci-fi, supernatural, poetry, politics, thrilling, love&hate, ethics, terror and ...weiter

    This isn't a common novel. It has so many things inside that it is hard to describe it in few words. It has adventure, sci-fi, supernatural, poetry, politics, thrilling, love&hate, ethics, terror and death a.s.o. For the reader it's a very long journey where till the end you don't know who, among those who entered "the plague era", you will find along with you at the "tunnel exit".
    King is a master writer and he knows how to push you ahead when you stall as you face the dark events you can foresee in the novel. And ahead you go.
    My rate would be 4.5 stars because I'm not a huge fan of supernatural without rules, and "rules" aren't very clear in the novel.
    Anyway it has been a very thrilling reading (listening actually) and I don't regret any of the 48 hours it took to listen to it all.

    gesagt am 

  • 3

    gli amici mi han detto che ho fatto una fesseria ad approcciare stephen king partendo da qua; lui stesso, nell'introduzione, ammette di aver scritto di meglio, e di queste QUATTROCENTO pagine in prece ...weiter

    gli amici mi han detto che ho fatto una fesseria ad approcciare stephen king partendo da qua; lui stesso, nell'introduzione, ammette di aver scritto di meglio, e di queste QUATTROCENTO pagine in precedenza tagliuzzate e poi resuscitate, mi chiedo quante fossero realmente utili. ammetto di aver provato la tentazione di mollare tutto, incagliato in un primo atto che sembrava non terminare mai. decisamente meglio la seconda parte, inquietante e carica di tensioni. struggente l'ultimo centinaio di pagine anche se, forse, le ultimissime non gratificano il lettore da un sforzo tanto sovrumano. comunque sia, se lost e the walking dead sono la vostra droga, buona overdose.

    gesagt am 

  • *** Dieser Kommentar enthält Spoiler! ***

    4

    Colla

    Siamo davanti alla classica opera di Stephen King, pura gioia di lettura. L'idea alla base del romanzo è fantastica: cosa accadrebbe se un intero ordine sociale venisse annientato in rapidissimo tempo ...weiter

    Siamo davanti alla classica opera di Stephen King, pura gioia di lettura. L'idea alla base del romanzo è fantastica: cosa accadrebbe se un intero ordine sociale venisse annientato in rapidissimo tempo? King ce lo descrive pian piano, facendolo emergere dai racconti dei suoi personaggi, magistralmente costruiti. Ecco, questo ultimo è uno dei punti salienti del libro, come quasi tutte le opere dello scrittore del resto, che renderebbe consigliato l'acquisto. Tuttavia, a mio parere, la trama presenta qualche falla ed l finale poteva essere pensato molto meglio. L'eterna lotta tra Dio e Satana è una bella idea, ma alla lunga si sente l'artificiosità di essa. Nonostante questo la lettura procede melliflua e veloce, tenendo incollato il lettore al libro fino all'ultima delle 929 pagine.

    gesagt am 

  • 4

    Il finale gli toglie la quinta stella

    Il libro è molto bello, e per i tempi (1978) molto innovativo. In questo romanzo fa la sua prima apparizione Randal Flagg, l'Uomo in Nero che poi sarà la nemesi principale dei libri di Stephen King, p ...weiter

    Il libro è molto bello, e per i tempi (1978) molto innovativo. In questo romanzo fa la sua prima apparizione Randal Flagg, l'Uomo in Nero che poi sarà la nemesi principale dei libri di Stephen King, personaggio carismatico e seducentemente malvagio, che ruba la scena a tutti gli altri protagonisti, forse alcuni un po' troppo "macchiettistici".
    Lo sviluppo è molto buono, purtroppo l'accelerazione finale (troppo veloce e caratterizzata da un deus ex-machina) non gli consente di arrivare allo status di capolavoro/5 stelle.

    gesagt am 

  • 5

    Nonostante la pessima traduzione (New England NON si può tradurre Nuova Inghilterra!), l’arte di Stephen King di tessere una trama complessa emerge pienamente in questo voluminoso romanzo. Mai un mome ...weiter

    Nonostante la pessima traduzione (New England NON si può tradurre Nuova Inghilterra!), l’arte di Stephen King di tessere una trama complessa emerge pienamente in questo voluminoso romanzo. Mai un momento di noia, mi ha tenuto con il fiato sospeso fino alla fine. (Italian Book Challenge)

    gesagt am 

  • 4

    Con l'Ombra dello Scorpione King si scopre antropologo, psicologo, sociologo, uomo di religione ancor prima che eccelso narratore. I personaggi sono completi, ritoccati all'estremo, pieni e vitali, fr ...weiter

    Con l'Ombra dello Scorpione King si scopre antropologo, psicologo, sociologo, uomo di religione ancor prima che eccelso narratore. I personaggi sono completi, ritoccati all'estremo, pieni e vitali, fragili e complessi. Qui c'è tutto lo spettro umano confezionato, visto e rivisto per ogni tipo di lettore - non si può non partecipare emotivamente alle oscure vicende qui narrate. La storia apocalittica, concentrica, a spirale è ricca, così ricca da diventare infinita, ellittica, da perdersi tra le pieghe del tempo. Se volete un romanzo complesso ma accessibile, prolisso e passionale, emozionante e pieno di fede, lotta, odio e speranza qui c'è da morirci affogati. Si tratta in fin dei conti della ancestrale lotta tra Dio e il Diavolo, in versione kinghiana, con tutto quello che ne consegue.

    gesagt am 

  • 5

    Favourite quote:

    “Show me a man or a woman alone and I'll show you a saint. Give me two and they'll fall in love. Give me three and they'll invent the charming thing we call 'society'. Give me four and they'll build a ...weiter

    “Show me a man or a woman alone and I'll show you a saint. Give me two and they'll fall in love. Give me three and they'll invent the charming thing we call 'society'. Give me four and they'll build a pyramid. Give me five and they'll make one an outcast. Give me six and they'll reinvent prejudice. Give me seven and in seven years they'll reinvent warfare. Man may have been made in the image of God, but human society was made in the image of His opposite number, and is always trying to get back home.”

    gesagt am 

  • 3

    Un virus mortale sfugge...

    ...al controllo di un laboratorio segreto negli USA, l'epidemia che ne consegue sarà devastante e sterminerà la maggior parte della popolazione della Terra (perché nel frattempo hanno pensato bene di ...weiter

    ...al controllo di un laboratorio segreto negli USA, l'epidemia che ne consegue sarà devastante e sterminerà la maggior parte della popolazione della Terra (perché nel frattempo hanno pensato bene di diffonderlo in tutto il mondo, della serie: Perché deve toccare solo a me?). I pochi sopravvissuti dovranno non solo riprendere una vita normale o quasi ma soprattutto dovranno fare i conti con una forza oscura rappresentata dall'Uomo che cammina contrapposta ad una forza benevola rappresentata da Mother Abagail. L'eterna lotta tra il bene e il male, o meglio tra una forza che vuole creare e preservare e una forza che vuole distruggere e soggiogare. King segue le vicende di un piccolo gruppo di personaggi (dell'una e dell'altra parte) dal primo diffondersi della malattia fino all'apoteosi finale. Anche se meno riuscito del magnifico IT la trama è solida, i personaggi ben costruiti (a me sta simpaticissimo il sociologo Glenn) e ben descritti i problemi e le difficoltà da affrontare in un mondo post-epidemia (con o senza antagonisti ed emissari di Dio).

    gesagt am 

Sorting by