Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Strain

By Chuck Hogan,Guillermo del Toro

(19)

| Paperback | 9780007311293

Like The Strain ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

223 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un libro che si ispira all'antica figura mostruosa del vampiro, ben lontana dai canoni più moderni ma anche da quelli di Stoker, con l'aggiunta di caratteristiche che ben si sposano con l'immaginario fantasioso di Del Toro.
    Nel complesso il libro è m ...(continue)

    Un libro che si ispira all'antica figura mostruosa del vampiro, ben lontana dai canoni più moderni ma anche da quelli di Stoker, con l'aggiunta di caratteristiche che ben si sposano con l'immaginario fantasioso di Del Toro.
    Nel complesso il libro è molto valido benchè, purtroppo, non sia esente da qualche pecca. La prima è da ricercare nella piattezza dei personaggi, che sono decisamente stereotipi poco approfonditi, la seconda nella scrittura che non è particolarmente ricercata ma a volte neppure buona.
    Nonostante ciò, non mi sento di dare meno di quattro stelle a questo primo libro della trilogia, sia per le interessanti soluzioni che propone per la figura del vampiro, sia per il modo in cui è affrontata la narrazione, ossia indagando non solo ciò che succede ai protagonisti, ma cercando di ricreare un quadro più complesso, con accurate descrizioni di eventi legati anche a personaggi minori. I protagonisti non hanno una gran personalità, è vero, ma sono gli eventi a farla da padrone e questa piattezza viene in parte compensata dal fluire della storia.
    Ho particolarmente apprezzato inoltre la capacità di portare avanti la storia con realisticità, senza scorciatoie, ma procedendo passo a passo e sempre seguendo fili logici.
    Molto bella l'introduzione che cita palesemente l'arrivo in Inghilterra del Dracula di Stoker, ma in chiave del tutto moderna.

    Is this helpful?

    Lamia said on Oct 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Divertente, splatter. Personaggi tagliati un po' con l'accetta.

    Tiene bene il ritmo e si chiude in modo coerente, senza lasciare troppi filoni aperti.

    Is this helpful?

    Renato Brazioli said on Sep 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Leggero, gradevole e con diversi spunti che lo rendono, almeno nella prima parte, originale e coinvolgente. poi però davvero vira nei clichè più triti e ritriti del genere vampiresco con ovvio finale sospeso. Apprezzato il breve approccio horror-tech ...(continue)

    Leggero, gradevole e con diversi spunti che lo rendono, almeno nella prima parte, originale e coinvolgente. poi però davvero vira nei clichè più triti e ritriti del genere vampiresco con ovvio finale sospeso. Apprezzato il breve approccio horror-technothriller in salsa apocalittica anche se il proliferare delle sottotrame dei personaggi secondari risulta alla fine un pò ripetitivo. Godibile per gli amanti del genere, non so quanto per i lettori occasionali.

    Is this helpful?

    Amv451 said on Aug 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho letto il libro prima di vedere l'omonima serie. Libro che incalza e ti prende. Veloce e dalla scrittura piacevole. La storia d'altronde è un po la solita.

    Is this helpful?

    Anga said on Aug 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Interessante il soggetto, discreto il ritmo narrativo e l'intreccio, va però fatto notare come l'approccio moderno e bioterroristico alla vecchia tematica horror dei vampiri sfumi in una carrellata di stereotipi che non esclude nemmeno i personaggi p ...(continue)

    Interessante il soggetto, discreto il ritmo narrativo e l'intreccio, va però fatto notare come l'approccio moderno e bioterroristico alla vecchia tematica horror dei vampiri sfumi in una carrellata di stereotipi che non esclude nemmeno i personaggi principali, discretamente caratterizzati ma schiavi dei cliché; il finale frettoloso e a tratti poco coerente è insoddisfacente.
    Un lavoro onesto ma incapace di uscire dalla sua dimensione commerciale (sembra già scritto apposta per la serie televisiva uscita quest'anno e probabilmente è proprio così), vedremo gli altri due libri della trilogia se invertiranno la tendenza oppure no.

    Is this helpful?

    Blacktia said on Aug 25, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book