Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Tenants

By Bernard Malamud

(11)

| Paperback | 9780374521028

Like The Tenants ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

With a new introduction by Aleksandar Hemon

In The Tenants (1971), Bernard Malamud brought his unerring sense of modern urban life to bear on the conflict between blacks and Jews then inflaming his native Brooklyn. The sole tenant Continue

With a new introduction by Aleksandar Hemon

In The Tenants (1971), Bernard Malamud brought his unerring sense of modern urban life to bear on the conflict between blacks and Jews then inflaming his native Brooklyn. The sole tenant in a rundown tenement, Henry Lesser is struggling to finish a novel, but his solitary pursuit of the sublime grows complicated when Willie Spearmint, a black writer ambivalent toward Jews, moves into the building. Henry and Willie are artistic rivals and unwilling neighbors, and their uneasy peace is disturbed by the presence of Willie's white girlfriend Irene and the landlord Levenspiel's attempts to evict both men and demolish the building. This novel's conflict, current then, is perennial now; it reveals the slippery nature of the human condition, and the human capacity for violence and undoing.

49 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 9 people find this helpful

    Negritudine

    In una New York esangue, perduta in una notte siderale e di cui si intuiscono le ombre fragili dell'abbandono e le incombenti rovine, due sole lucine filtrano dagli infissi sconnessi di un palazzo in demolizione.
    Potrebbero essere il segno di una res ...(continue)

    In una New York esangue, perduta in una notte siderale e di cui si intuiscono le ombre fragili dell'abbandono e le incombenti rovine, due sole lucine filtrano dagli infissi sconnessi di un palazzo in demolizione.
    Potrebbero essere il segno di una residua e tenace speranza di vita e invece sono il riverbero bianco di una brace ardente che sotto una soffice cenere cova il seme di un perenne odio razziale e della sua irriducibile forza.
    Per ampi passi si gode di una scrittura smagliante che apre squarci ustionanti sulla natura dell'uomo e sui suoi profondi torrenti di lava, ma a tratti la storia, che ha una sua pregevole originalità, si accartoccia su stessa e si stenta ad uscirne.
    Si scovano però pagine di nitida bellezza.

    Is this helpful?

    sul Bonito di Jasper..un tempo... said on Jul 30, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Tre meno meno...

    Buona e originale l'idea, poco appassionante il trattamento.

    Is this helpful?

    _MeLa_ said on Jul 29, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    In una sit-com americana il protagonista ospita i genitori a casa. Il protagonista è di origini ebraiche e va a vedere Shindler's List al cinema. Il protagonista non passa del tempo da solo con la sua fidanzata da parecchio e quando sono al cinema se ...(continue)

    In una sit-com americana il protagonista ospita i genitori a casa. Il protagonista è di origini ebraiche e va a vedere Shindler's List al cinema. Il protagonista non passa del tempo da solo con la sua fidanzata da parecchio e quando sono al cinema se ne fregano del film e si accartocciano con passione. I genitori lo vengono a sapere e vanno su tutte le furie. Spesso quando vado a fare la spesa, raramente, faccio una lista di cose che dovrei comprare ma quasi sempre capita che scordo qualcosa. È un mondo di tentazioni in cui attenersi alla lista non credo sia divertente, la lista non può garantire l'esistenza, se scrivo latte nella lista non deve essere scontato che il latte sarà nel mio frigo. Tutto questo me l'ha raccontato l'amico che si è costruito la ragazza, Silvia. A te succederà spesso coi pop corn, immagino, ha detto lui, e io ho annuito. Io stavo leggendo ma mentre mi raccontava lo guardavo con interesse e sospetto
    http://popcornpopcornpop.tumblr.com/post/90550628200
    Che cosa mi stai dicendo?, gli ho chiesto. Ma niente sai stiamo organizzando per il trasferimento a Parigi e ci sono molte cose da comprare e Silvia su questa faccenda delle liste è un'enorme rottura di cazzi. Mi immagino, gli ho detto, quando vi trasferite? Ancora non lo sappiamo, io vorrei aspettare che sia tutto sistemato, vorrei anche trovarmi un lavoro prima, Silvia invece vorrebbe trasferirsi entro un paio di settimane, ha trovato un appartamento bellissimo vicino al Moulin Rouge, nella zona porno, e non vuole lasciarselo scappare. Come va per il resto?, vedo che hai un nuovo aggeggio sul braccio. Sì, mi fa lui, questo è per capire quando il massaggio che le faccio le sta piacendo. Le piacciono i massaggi?, chiedo io. Lascia stare, mi fa lui, è una questione di estrema delicatezza. Ma in sostanza che fa questo pannello?, chiedo io. Mi dice se sto troppo tempo sullo stesso punto, a lei non piace quando sto troppo spesso sullo stesso punto e il plug in è programmato in modo tale che attraverso un semplice calcolo mi dice quando devo cambiare. Ma perché?, dico io. Perché Silvia dice che io quando la massaggio mi distraggo troppo facilmente. In realtà ho delle idee per questo plug in, le ho dette a Silvia e lei dice che sono idee brillanti. Vedrò di svilupparle appena mi sono sistemato a Parigi. Ma ci sentiamo quando parti sì?, non è che sparisci?, chiedo io. Tranquillo, mi fa lui.

    Is this helpful?

    (skate) said on Jun 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il romanzo parte bene ma poi si avvita su se stesso: impossibile resistere alla tentazione di sovrapporre il protagonista Lesser, in crisi creativa e incapace di mettere un finale al romanzo "sull'amore" che sta scrivendo da dieci anni con lo stesso ...(continue)

    Il romanzo parte bene ma poi si avvita su se stesso: impossibile resistere alla tentazione di sovrapporre il protagonista Lesser, in crisi creativa e incapace di mettere un finale al romanzo "sull'amore" che sta scrivendo da dieci anni con lo stesso Malamud, che risolve il problema con un epilogo grottesco e improbabile.

    Is this helpful?

    Kiko said on Apr 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Libro curioso, non del tutto riuscito direi, ma da non buttar via. Mi ha subito creato quella fastidiosa sensazione che mi danno i libri in cui sin da subito si vede che i protagonisti sono destinati a sprofondare sempre più. Non che io cerchi il “li ...(continue)

    Libro curioso, non del tutto riuscito direi, ma da non buttar via. Mi ha subito creato quella fastidiosa sensazione che mi danno i libri in cui sin da subito si vede che i protagonisti sono destinati a sprofondare sempre più. Non che io cerchi il “lieto fine” , ma mi irrita un po’ quando tutto si svolge su un piano inclinato già segnato dal destino.

    Is this helpful?

    Celeste said on Nov 23, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    meraviglia pura. oltre che lettura obbligatoria per chiunque aspiri a diventare scrittore o anche solo a lavorare nell'editoria.

    Is this helpful?

    ex-lettrice said on Nov 22, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book