The Things We Used to Say

(Carcanet Fiction)

Average vote of 5492
| 14 total contributions of which 3 reviews , 8 quotes , 0 images , 3 notes , 0 video
'I have written only what I remember'. Natalia Ginzburg insists that this book, in which she has invented nothing, should be read 'without asking more or less of it than a novel can give'. In it, she turns a novelist's devastatingly observant eye on ...Continua
Ha scritto il 27/07/13
Ritratto di un'Italia fiabesca in cui la guerra e il fascismo sono fattacci da superare parlando. E parlate gergali che puntellano una prosa cantilenante che con quattro pennellate rende ancor più di fiaba i luoghi e i personaggi. Eppure c'è ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 24/10/12
Language as cohesion and recognition
It is the family history of the writer in a Turin beginning of the century, namely the period from the twenties to the fifties. Natalia, the last of five children, is the narrator who, with the magic of childhood and respect for the truth, relives ...Continua
Ha scritto il 23/01/10
divertente e commovente

Ha scritto il Feb 09, 2012, 17:26
-Il baco del calo del malo- ,. Era un suo scherzettino e gli piaceva molto, lo ripeteva insaziabilmente. -Il baco del calo del malo. Il beco del chelo del melo. Il bico del chilo del milo. -Mario!-urlava mio padre. -Non dir parolacce!
Pag. 38
  • 1 commento
Ha scritto il Feb 09, 2012, 17:19
... e la nostra infanzia e giovinezza, legata indissolubilmente a quelle frasi, a quelle parole.Una di quelle frasi o parole ci farebbe riconoscere l'uno con l'altro, noi fratelli, nel buio di una grotta , fra milioni di persone.Quelle frasi sono il ...Continua
Pag. 22
Ha scritto il Feb 07, 2012, 22:50
Continuò tuttavia ad avere paura della guerra, anche dopo che la guerra era da gran tempo finita: come, del resto noi tutti. Perchè questo ci accadde, che appena finita la guerra ricominciammo subito ad aver paura di una nuova guerra, e a pensarci ...Continua
Pag. 199
  • 1 commento
Ha scritto il Feb 07, 2012, 22:45
Acoltava.., .., con vivo piacere. Aveva sempre, nei rapporti con noi suoi amici, un fondo ironico ...; e questa ironia, che era forse tra le cose più belle che aveva, non sapeva mai portarla nelle cose che più gli stavano a cuore, non nei suoi ...Continua
Pag. 197
  • 1 commento
Ha scritto il Feb 07, 2012, 22:37
ma poi avvenne che la realtà si rivelò complessa e segreta, indecifrabile e oscura non meno che il mondo dei sogni, ... Così molti si ritrassero presto sconfortati e scorati; e ripiombarono in un amaro digiuno e in un profondo silenzio.Così il ...Continua
Pag. 166

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi