Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Thorn Birds

By ,

Publisher: Books on Tape

4.0
(1475)

Language:English | Number of Pages: | Format: Audio Cassette | In other languages: (other languages) Chi traditional , Italian , German , Spanish , French , Portuguese , Chi simplified , Dutch , Polish

Isbn-10: 0736650601 | Isbn-13: 9780736650601 | Publish date:  | Edition Unabridged

Also available as: Hardcover , Paperback , Library Binding , School & Library Binding , Unbound , Audio CD , Others , eBook

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like The Thorn Birds ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    corposamente romantico

    Letto molti anni fa, ne conservo un piacevole e romantico ricordo, così come ricordo l'eccellente scrittura descrittiva e nel contempo delicata.
    Consigliato (più del film).

    said on 

  • 3

    Lento

    Il libro all'inizio mi aveva presa molto, bellissima la storia d'amore tra Maggie e Raph. Poi nella parte finale diventa un polpettone lentissimo, la vita di Justine è stata davvero difficile da diger ...continue

    Il libro all'inizio mi aveva presa molto, bellissima la storia d'amore tra Maggie e Raph. Poi nella parte finale diventa un polpettone lentissimo, la vita di Justine è stata davvero difficile da digerire.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    1

    Un polpettone immondo

    L'adolescenza è un'età stupida, e la mia lo è stata, e anche molto. Tra i punti più bassi della medesima metto la lettura e la visione di quest'operina per casalinghe depresse, una lagna pazzesca, che ...continue

    L'adolescenza è un'età stupida, e la mia lo è stata, e anche molto. Tra i punti più bassi della medesima metto la lettura e la visione di quest'operina per casalinghe depresse, una lagna pazzesca, che banalizza un tema comunque importante come la mancata osservazione del voto di castità da parte dei preti. Come agnostica preferisco don Ciotti e don Gallo a quell'idolo per donnette di padre Ralph, insopportabile sia nel romanzo che nel telefilm. Ecco, Uccelli di rovo rappresenta in pieno quello che mi sono lasciata indietro e che non leggerei o guarderei più. Non mi stupisce che Richard Chamberlain, interprete anche di uno splendido film biografico su Ciaikovski, dello sceneggiato storico Shogun e di vari film indipendenti a tematica gay, e l'autrice Mc Collough del libro, poi autrice di splendidi thriller e romanzi storici, non vogliano più sentire parlare di questo libro e telefilm. E ci sarebbe da parafrasare Fantozzi ma non voglio essere volgare. Da evitare. Consiglio, se si ha nostalgia degli anni Ottanta, il libro e il telefilm La figlia di Mistral, molto più bello, interessante e non una lagna per casalinghe.

    said on 

  • 4

    COINVOLGENTE

    Un romanzo intergenerazionale bellissimo, raccontato attraverso gli occhi di tre donne che rappresentano la loro generazione. Una storia ricca di passione, dolore, amore, profonda sofferenza, tracciat ...continue

    Un romanzo intergenerazionale bellissimo, raccontato attraverso gli occhi di tre donne che rappresentano la loro generazione. Una storia ricca di passione, dolore, amore, profonda sofferenza, tracciata sulla trama di dinamiche familiari che si ripetono come per una struggente maledizione. L'amore per l'uomo sbagliato, la preferenza per i figli prediletti, la lotta contro qualcosa più grande di noi...e l'inesorabile punizione divina che si abbatte su chi ha osato sfidare Dio. Alla fine di tutto però, il cerchio si ricongiunge, si giunge alla comprensione profonda della verità, anche se il prezzo pagato è la vita, proprio come narrato nella leggenda degli uccelli di rovo: "Al meglio si perviene solo con grande dolore". E' una storia davvero emozionante, da leggere e rileggere per vivere con i personaggi le emozioni profonde che trasudano dal libro come se fossero realmente vive di fronte a noi. Un capolavoro epico!

    said on 

  • 2

    Un buon inizio, con belle caratterizzazioni, che si spegne man mano in un polpettone sempre più noioso, con protagonisti antipatici e artefatti, sullo sfondo di un affresco storico piuttosto superfici ...continue

    Un buon inizio, con belle caratterizzazioni, che si spegne man mano in un polpettone sempre più noioso, con protagonisti antipatici e artefatti, sullo sfondo di un affresco storico piuttosto superficiale e di maniera.

    said on 

  • 5

    mi ha stupito

    Ovviamente ero piena di pregiudizi,ma me lo sono praticamente ritrovato in mano e quindi mi sono detta "Leggiamolo!". E' veramente un bel romanzo, che ti cattura dalla prima pagina e ti fa piangere e ...continue

    Ovviamente ero piena di pregiudizi,ma me lo sono praticamente ritrovato in mano e quindi mi sono detta "Leggiamolo!". E' veramente un bel romanzo, che ti cattura dalla prima pagina e ti fa piangere e ridere... La storia di una bambina poco amata, che cresce e trova l'amore della sua vita in un uomo che non potrà mai renderla felice. Perchè è lei la vera protagonista, la passione che muove questa storia. Padre Ralph non esiste, è solo un uomo egoista e un cattivo prete che capisce l'amore solo alla sua morte.

    said on 

  • 4

    Una historia de amor preciosa con moraleja cuya primera parte, en mi opinión, es sublime, pero que hacia la mitad va decayendo llegando a un final bastante insulso. Recomendable en todo caso. ...continue

    Una historia de amor preciosa con moraleja cuya primera parte, en mi opinión, es sublime, pero que hacia la mitad va decayendo llegando a un final bastante insulso. Recomendable en todo caso.

    said on 

  • 5

    Meravigliosa sorpresa!

    Anch'io, come molti altri, pensavo che Uccelli di rovo fosse soltanto una storia d'amore, ed essendo questo uno dei generi che meno apprezzo non ho mai sentito il bisogno di avvicinarmi a questo libro ...continue

    Anch'io, come molti altri, pensavo che Uccelli di rovo fosse soltanto una storia d'amore, ed essendo questo uno dei generi che meno apprezzo non ho mai sentito il bisogno di avvicinarmi a questo libro.
    Fino a poco tempo fa.
    Un giorno mia mamma, che come me detesta le love stories e l'eccessivo romanticismo, cominciò a parlarmi entusiasta della miniserie che ne fu tratta negli anni '80, confidandomi di averla amata a tal punto da aver comprato il videoregistratore soltanto per registrarla quando davano la replica in TV. E dopo aver aggiunto che persino il mio babbo, un tipo decisamente freddo, si commosse fino alle lacrime, mi sono detta che avrei dovuto procurarmi la causa di tutte queste "stranezze" al più presto.
    Chiusa parentesi personale, sono contentissima di aver scoperto questo romanzo meraviglioso!
    E no, non è una storia d'amore, o almeno, non soltanto questo: è una bellissima saga familiare, ricolma di personaggi così realistici e umani, affascinanti, angosciati, ambiziosi, pavidi, ma anche coraggiosi, buoni, umili...c'è Paddy, il capostipite della famiglia, burbero ma buono, ciecamente innamorato di sua moglie e della sua famiglia; la cinica e intuitiva Mary; Fee, donna stoica e misteriosa, assolutamente anticonformista per la sua epoca; i fratelli Bob, Jack e Hughie, teneramente timidi e grandi lavoratori come il padre; gli inseparabili gemelli Patsy e Jims, che sembrano vivere in simbiosi; l'impulsivo e sanguigno Frank (forse il mio preferito!); i protagonisti, gli incantevoli e tormentatissimi Padre Ralph e Maggie, naturalmente; l'ambizioso e insensibile Luke; l'incompresa e stravagante Justine, intelligentissima, ironica e sensibile, che buca le pagine forse più di tutti gli altri; e l'amabile, dolcissimo Dane. Ma non solo: anche i personaggi secondari, come Anne e Luddie, le domestiche Cat, Minnie e la signora Smith, l'arcivescovo Vittorio, Rain, tutti loro ti lasciano un segno. E alla lista non può mancare lei, ovviamente: l'Australia. Terra selvaggia e maestosa, con le sue creature strambe o spaventose, la bellezza e il profumo della sua natura, la furia e gli eccessi del suo clima...mi è venuta una gran voglia di andarci!
    Colleen McCullough ha creato una storia magnifica, magnifica come la vita, pur con tutti i suoi dolori e i suoi tormenti, tessendo una trama fatta di amori che non possono essere vissuti, se non per brevi momenti che basteranno per cambiare un'intera esistenza, segreti, sentimenti inespressi, e tanta, tanta umanità, in tutti i sensi.
    Scritto magnificamente, è stata dura non restare incollata alle pagine (persino le descrizioni riguardanti la tosatura delle pecore e le piantagioni delle canne da zucchero mi hanno affascinata), ma è bene provarci, perché questo romanzo andrebbe gustato lentamente per goderselo il più possibile. L'ho letto quasi in una settimana, che pur essendo volata in fretta mi ha lasciato la sensazione di aver vissuto una vita intera. Anzi, ben più di una.
    Drogheda mi mancherà.

    said on 

Sorting by