Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Time Traveler's Wife

Vintage 21

By

Publisher: Vintage

4.2
(7869)

Language:English | Number of Pages: 560 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Spanish , French , German , Chi simplified , Italian , Latvian , Swedish , Slovenian , Dutch , Portuguese , Polish

Isbn-10: 0099553988 | Isbn-13: 9780099553984 | Publish date: 

Also available as: Audio CD , Hardcover , Audio Cassette , Library Binding , Softcover and Stapled , Others

Category: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Do you like The Time Traveler's Wife ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
It is Vintage's 21st birthday and we are celebrating by publishing twenty-one of our most iconic books in a rainbow of beautiful colours. Treat yourself and make your bookshelves happy. This is the extraordinary love story of Clare and Henry who met when Clare was six and Henry was thirty-six, and were married when Clare was twenty-two and Henry thirty. Impossible but true, because Henry suffers from a rare condition where his genetic clock periodically resets and he finds himself pulled suddenly into his past or future. In the face of this uncontrollable force, Henry and Clare's struggle to lead normal lives is both intensely moving and entirely unforgettable.
Sorting by
  • 5

    Fantastico!!

    La storia è molto bella, forse leggermente prevedibile il finale, ma è proprio qui che sta la genialità: nonostante a cento pagine dalla fine venga raccontata la conclusione, non si riesce comunque a ...continue

    La storia è molto bella, forse leggermente prevedibile il finale, ma è proprio qui che sta la genialità: nonostante a cento pagine dalla fine venga raccontata la conclusione, non si riesce comunque a smettere di leggere. Davvero un gran libro!!

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Ho acquistato questo libro perché mi sono fidata del giudizio di un'amica che mi ha detto quanto fosse eccezionale la storia d'amore raccontata.
    In effetti, non posso darle completamente torto. La sto ...continue

    Ho acquistato questo libro perché mi sono fidata del giudizio di un'amica che mi ha detto quanto fosse eccezionale la storia d'amore raccontata.
    In effetti, non posso darle completamente torto. La storia che si dipana - in modo piuttosto ingarbugliato - è senza dubbio eccezionale poiché decisamente fuori dalla norma, non posso dire altrettanto però per l'amore che contempla perché lo trovo abbastanza "normale".

    Il protagonista viaggia nel tempo, e questa capacità sarebbe una cosa fantastica, se non fosse che il nostro povero amico subisce questa caratteristica ed è costretto a farlo senza alcun controllo.
    Si ritrova purtroppo, quasi inaspettatamente, catapultato in un tempo indefinito, privo di indumenti, danaro, possibilità di spiegare in modo plausibile il suo stato un po' "eccentrico" e per sopravvivere è costretto ad ingegnarsi in mille peripezie.
    Ma durante questi suoi attraversamenti inaspettati della barriera del tempo ha la fortuna d'incontrare la sua futura compagna di vita e d'avventura.
    Il loro amore diventa subito molto forte e, anche se messo a dura prova da tante, troppe incertezze, resiste e sfida ogni regola comune.
    Nel complesso è una storia molto dolce resa interessante da tutte le complicazioni che sorgono, ma è anche un po' troppo confusa e a tratti noiosa perché ripetitiva. Ciò accade soprattutto nella parte centrale del libro quando i protagonisti decidono di sposarsi.

    C'è anche un particolare che non capisco: come può Henry viaggiare nel futuro una volta morto? Perché l'autrice gli consente di viaggiare oltre il tempo della sua esistenza?
    Se la vita è come una bobina che si avvolge e si srotola per incepparsi in certi punti e riprendere da capo oppure per fare salti in avanti, ha comunque un solo tragitto da percorrere, non può convogliare in altri nastri avvolti che non le appartengono.
    Tutto questo mi ha lasciato perplessa; anche in un mondo fantastico si dovrebbero porre delle regole e non lasciare che la fantasia galoppi senza freno; anche in un mondo fantastico tutto dovrebbe avere comunque un senso.
    Ecco: questo è per me è stato un grave errore che non si avrebbe dovuto compiere.
    Per il resto ho trovato molto buono tutto il lavoro.
    Tre stelline.

    said on 

  • 3

    3+

    Le 500 pagine volano in un attimo ma ce ne sono circa 300 di troppo all'inizio che rendono il tutto molto denso ma anche un po' frammentato. Il romanzo è strutturato in modo che a parlare siano le voc ...continue

    Le 500 pagine volano in un attimo ma ce ne sono circa 300 di troppo all'inizio che rendono il tutto molto denso ma anche un po' frammentato. Il romanzo è strutturato in modo che a parlare siano le voci alternate di Clare ed Henry e i salti temporali sono continui come ovviamente si deduce dal titolo. Ci sono alcune scene molto ben descritte e commoventi che alla fine rimangono impresse a lungo e rendono il romanzo molto intenso e qui sta la sua forza. Le pagine superflue forse sono necessarie per arrivare a costruire la storia completa di questo amore particolare ma comunque mi hanno impedito di dare un giudizio più alto. La grande ricchezza di dettagli e avvenimenti narrati comunque rende il disegno complessivo molto aprezzabile. Ho voluto anche guardare il film e, nonostante io l'abbia trovato stringatissimo e troppo concentrato sull'aspetto commedia (d'altra parte è molto difficile trasporre 500 pagine in 90 minuti), è riuscito a strapparmi una lacrima finale.

    said on 

  • 5

    Il tema di fantasia, che solitamente non avvicino molto volentieri, in questo caso ha ottenuto tutte le stelline disponibili! Nonostante non sia nulla di reale, mi son sentita molto vicina a Claire, a ...continue

    Il tema di fantasia, che solitamente non avvicino molto volentieri, in questo caso ha ottenuto tutte le stelline disponibili! Nonostante non sia nulla di reale, mi son sentita molto vicina a Claire, ai suoi giorni, alle sue sensazioni, alle sue attese, al suo amore e al suo essere mamma. Fantasticamnete romantico.

    said on 

  • 2

    ...3 stelline (con la vecchia valutazione)

    E' stata una DELUSIONE!
    L'inizio è alquanto "incasinato",ci vuole un po' per riuscire a capire la dinamica dei bizzarri viaggi nel tempo di Henry e tra presente, passato e futuro ci si confonde spesso ...continue

    E' stata una DELUSIONE!
    L'inizio è alquanto "incasinato",ci vuole un po' per riuscire a capire la dinamica dei bizzarri viaggi nel tempo di Henry e tra presente, passato e futuro ci si confonde spesso.
    La prima metà del libro tutto sommato è carina, scorrevole ed assai fruibile, poi il ritmo rallenta, si fa noioso, per poi divenire angoscioso ed in fine drammatico e tutto ciò che si è letto di bello viene spazzato via.
    Il capitolo finale è una piccola zolletta di zucchero che cerca di rendere meno amara una storia che in realtà a pensarci bene è una tragedia.
    Senza contare che nonostante la storia sia una sorta di racconto a due voci narrato a turno dai due protagonisti, che volta per volta esprimono i loro pensieri e i loro sentimenti, non sono riuscita a capire ed immedesimarmi in nessuno dei due.
    Sinceramente non saprei dire se la trama così come è strutturata sia troppo disordinata per riuscire a trarne qualcosa di buono o è l'autrice che non l'ha saputa gestire a dovere.
    MI SPIACE proprio! Il trailer del film aveva fatto nascere in me molte aspettative! :o(

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    1

    Senza senso

    Non mi aspettavo di certo un capolavoro, ma una storia gradevole e dalle premesse interessanti, una sorta di sfida tra amore e tempo...di materiale per ispirare uno scrittore ce ne sarebbe stato in ab ...continue

    Non mi aspettavo di certo un capolavoro, ma una storia gradevole e dalle premesse interessanti, una sorta di sfida tra amore e tempo...di materiale per ispirare uno scrittore ce ne sarebbe stato in abbondanza. Invece questo romanzo non mi è piaciuto proprio per niente :(
    Partiamo dalla lunghezza, 500 pagine dove le parti salienti del racconto possono essere ridotte a circa 150. Tutto il resto è un elenco inutile di cene, pranzi, colazioni con caffè e altre banalità, pagine e pagine pressoché inutili e noiose, ma che si leggono rapidamente proprio perché vuote.
    Per quanto riguarda come è scritto, beh...nell'alternanza tra i 2 io narranti (Clare e Henry), sinceramente io spesso mi domandavo CHI fosse a parlare, lui o lei? Quindi questo la dice tutta sulla scarsa caratterizzazione che io ho ritrovato nei personaggi del libro. Per non dire che mi sono entrambi antipatici: lui un belloccio tutto sesso, droga e alcol, lei sospesa in una eterna attesa, passiva in un modo irritante, un personaggio a dir poco immobile. Non parlo di quelli secondari perché mi sono sembrati poco più di ombre. Forse salverei Alba.
    E veniamo alla storia, quella che all'inizio mi sembrava affascinante, ma che mi ha deluso fin da subito...Clare è infatti solo una bambina quando fa la conoscenza di Henry, in circostanze quantomeno particolari: un tizio quarantenne le appare e le scompare improvvisamente davanti, completamente nudo, e lei gli procura dei vestiti (poverino, mi sembra ovvio!). Ecco, questa cosa di lui che racconta a lei, che è solo una ragazzina, che un giorno si sposeranno, e lei che da quel momento non fa altro che aspettarlo, mi fa cadere le braccia...ma quale storia può nascere sulla base di queste premesse, solo perché "tanto è così che va a finire"?
    C'è questo forte senso di predeterminato, di ineluttabile. Si sa già molte pagine prima cosa accadrà e l'autrice non si smentisce mai, rovinando il pathos di quei pochi colpi di scena. Per esempio, sapevamo che Henry sarebbe morto molte pagine prima rispetto a quando è accaduto. Vabé che non ho neanche compreso la scelta di fargli perdere i piedi per ipotermia, poveretto, dato che la sua morte avviene in circostanze completamente diverse.
    Insomma, semplicemente l'ho trovato senza senso. Oltre che molto volgare in alcuni punti...cito ad esempio una frase
    "Se il coito orale fosse una disciplina olimpionica senza dubbio vincerei una medaglia"

    said on 

  • 2

    Una storia d'amore insolita, tormentata e triste.
    Altro? No... e questo dettaglio rende il libro insopportabilmente lungo e inevitabilmente palloso.
    Le prime 150 pagine mettono a dura prova la lettura ...continue

    Una storia d'amore insolita, tormentata e triste.
    Altro? No... e questo dettaglio rende il libro insopportabilmente lungo e inevitabilmente palloso.
    Le prime 150 pagine mettono a dura prova la lettura delle successive, perché viene da chiedersi "Ma 'sto libro è tutto così?". E fondamentalmente lo è.

    L'angosciante e claustrofobico discorso sul libero arbitrio (che, a quanto pare, non sarebbe altro che l'illusione di volere che le cose vadano come devono andare) ci spinge lentamente (leeentameeeeeenteee) fino all'epilogo, tragico ma già annunciato.

    Sembrerà strano a dirsi ma, per quanto mi riguarda, non sono riuscita ad affezionarmi molto ai due protagonisti, sebbene siano loro i due narratori/centri nevralgici della storia.
    Spesso e volentieri la loro reciproca devozione mi è sembrata al limite del patologico.
    Henry e Clare cominciano ad amarsi perché sì, e questo è il presupposto peggiore che una storia d'amore possa avere. Quei due si amano perché tanto sanno già che passeranno il futuro insieme... insomma, è come se si fossero innamorati dell'idea di essere destinati ad essere una coppia, più che dell'altra persona. Un amore indotto.
    Per quanto appaia indissolubile, quindi, il loro amore così estremo e ridondante non mi ha convinta fino in fondo. E' esasperante.

    Ho trovato molto più genuini e interessanti i personaggi secondari, come Gomez, Alicia, Ingrid o Kimy, ai quali sarebbe stato interessante vedere dedicato più spazio e una caratterizzazione meno stereotipata.

    said on 

  • 4

    Inizialmente volevo assegnare tre stelle e mezza perché in fin dei conti si tratta di una lettura di puro intrattenimento, sotto la superficie della storia di Henry e Clare non è che vengano affrontat ...continue

    Inizialmente volevo assegnare tre stelle e mezza perché in fin dei conti si tratta di una lettura di puro intrattenimento, sotto la superficie della storia di Henry e Clare non è che vengano affrontati temi di particolare profondità, per esprimere il concetto "all you need is love" bastano quattro minuti di canzone, lo sappiamo tutti… D'altra parte devo riconoscere all'autrice di aver ben eseguito il suo lavoro: questa vuole essere una lettura di intrattenimento, magari in alcuni dettagli un po' controversa, ma comunque fatta per il piacere di leggere una bella storia: mi ha ben intrattenuto, alla fine mi ha lasciato una sensazione decisamente vibrante. Il finale, non arrivo a dire che mi abbia commossa, ma comunque coinvolta, questo sì. Dunque alla fine della riflessione opto per le quattro stelle.

    Il viaggio nel tempo non mi ha mai entusiasmato, né come tema in sé, né come espediente attorno al quale costruire una trama avvincente e avventurosa. Ma qui l'avventura non c'entra, la capacità di viaggiare nel tempo da parte del protagonista maschile è presentata come un fatto quasi accidentale, viene proposta come una via di mezzo tra una mutazione genetica e una sorta di epilessia. Questa originale parte "tecnica" del racconto inizialmente risulta piuttosto contorta, per non dire cervellotica, ed il lettore può trovare una qualche difficoltà ad entrare in sintonia con il modo di vedere questa sorta di malattia da parte dell'autrice, e di capire i meccanismi che essa stessa gli ha assegnato. E' un po' complicato realizzare di poter seguire il protagonista maschile che si muove nel tempo come se fosse uno spazio ulteriore, una terza dimensione tranquillamente percorribile, mentre tutto il resto della storia e dei personaggi rimangono ancorati ad una cronologia tradizionale.
    La trama, cioè la storia dei due protagonisti Henry e Clare, è ben raccontata, magari un po' zuccherosa, interamente costruita sulla semplicità della loro vita quotidiana, che poi nel caso in questione tanto semplice non può essere, vista questa strana malattia di Henry. Questo escamotage del viaggio nel tempo ha permesso alla scrittrice, con un gusto molto hollywoodiano, di mettere insieme nello stesso personaggio sia il bravo ragazzo che il cattivo ragazzaccio. E a proposito di hollywood, bisogna osservare che in questo romanzo si trova un concentrato ai massimi livelli di usi e consuetudini americani: burro di arachidi a volontà, tacchino mostruoso per Natale, matrimonio con le damigelle tutte vestite uguali, palloncini che inondano la stanza di ospedale per la nascita del bebè, and so on...

    Come dicevo, sotto tutta questa superficie non è che si trovi la trattazione di temi particolarmente profondi. Però, a parte il fatto che l'intera storia si basa su un elemento di assoluta finzione, il finale non è esente da una qualche realistica e filosofica riflessione sulla effettiva relatività del concetto di tempo. Per un attimo mi è quasi sembrato di riuscire ad acciuffare, anzi a percepire l'idea che il tempo è per davvero una dimensione concreta e non un semplice istante presente con il vuoto davanti e dietro di sé.

    said on 

  • 4

    Che dire? Che mi ha stretto il cuore? Che pur essendo una storia di fantasia mi sono rivista in molti suoi aspetti?
    Bello. Davvero, l'ho adorato. Ho pianto, ho riso, ho arricciato il naso, ma soprattu ...continue

    Che dire? Che mi ha stretto il cuore? Che pur essendo una storia di fantasia mi sono rivista in molti suoi aspetti?
    Bello. Davvero, l'ho adorato. Ho pianto, ho riso, ho arricciato il naso, ma soprattutto mi sono sentita amica di Clare. L'ho capita, l'ho sostenuta, in ogni scelta, gesto, sospiro.

    said on 

  • 5

    bellissimo, bellissimo, bellissimo

    il vero voto è di 4 stelle e mezzo, a causa del finale. Io ho problemi con i finali, lo ammetto. Mi deludono sempre. Questo libro ha ottenuto le sue 5 stelle fin dall'inizio, e le ha mantenute fino a ...continue

    il vero voto è di 4 stelle e mezzo, a causa del finale. Io ho problemi con i finali, lo ammetto. Mi deludono sempre. Questo libro ha ottenuto le sue 5 stelle fin dall'inizio, e le ha mantenute fino a un centinaio di pagine dalla fine, dove è sceso a 4 e mezzo a causa di una conclusione che va scemando in sordina, e non regge il confronto con la tensione e la passione perfetta del resto del libro. Ma queste sono minuzie, perchè la storia in questione è semplicemente splendida, costruita benissimo, e tiene il lettore in uno stato di tensione costante. Il fatto è che la storia in sè, un uomo che viaggia nel tempo, è già un elemento di interesse, ma la Niffenegger riesce a costruire sopra questo una storia che di fantascientifico non ha nulla: amore, passione, vita quotidiana, e racconta cosi bene il tutto, da far sembrare, ad una analisi, che il viaggiare nel tempo sia l'elemento passato in secondo piano.

    said on 

Sorting by