Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Uncommon Reader

By

Publisher: Picador USA

3.9
(4648)

Language:English | Number of Pages: 120 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , Spanish , Portuguese , German , Chi traditional , French , Catalan , Swedish , Chi simplified , Galego

Isbn-10: 0312427646 | Isbn-13: 9780312427641 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio CD , eBook

Category: Fiction & Literature , History , Humor

Do you like The Uncommon Reader ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

From one of England's most celebrated writers, the author of the award-winning "The History Boys," a funny and superbly observed novella about the Queen of England and the subversive power of reading When her corgis stray into a mobile library parked near Buckingham Palace, the Queen feels duty-bound to borrow a book. Discovering the joy of reading widely (from J. R. Ackerley, Jean Genet, and Ivy Compton-Burnett to the classics) and intelligently, she finds that her view of the world changes dramatically. Abetted in her newfound obsession by Norman, a young man from the royal kitchens, the Queen comes to question the prescribed order of the world and loses patience with the routines of her role as monarch. Her new passion for reading initially alarms the palace staff and soon leads to surprising and very funny consequences for the country at large.

Sorting by
  • 1

    La storia di per sè, è molto interessante, cioè la genesi di un lettore, che sia giovanissimo, adulto o anziano. Ma qui quello che stona è il, anzi la protagonista di questa genesi: La regina d'Inghil ...continue

    La storia di per sè, è molto interessante, cioè la genesi di un lettore, che sia giovanissimo, adulto o anziano. Ma qui quello che stona è il, anzi la protagonista di questa genesi: La regina d'Inghilterra, che alla soglia degli ottant'anni, TAC, diventa lettrice, appunto La sovrana lettrice. Mi spiace, ma mi è sembrata una presa per i fondelli!

    said on 

  • 4

    Divertente e sagace

    Bennet sa essere sagace e pungente come nessun'altro. Dissacrante descrizione di una sovrana (quella vera!) sedotta dal piacere delle letteratura quasi in maniera eccessiva.

    said on 

  • 4

    E' stato il mio primo audio libro e nonostante per me sia più faticoso seguire la storia rispetto al testo scritto, trovo sia stata una piacevolissima compagnia. Il finale mi ha lasciata un po' perpl ...continue

    E' stato il mio primo audio libro e nonostante per me sia più faticoso seguire la storia rispetto al testo scritto, trovo sia stata una piacevolissima compagnia. Il finale mi ha lasciata un po' perplessa come se l'autrice non sapesse come concludere il romanzo. Leggero, divertente, semplice e attento nell'uso delle parole. Un viaggio alla corte della regina con umorismo ed eleganza. Bello

    said on 

  • 4

    Una Piacevole Scoperta

    Prima di iniziare a raccontarvi il libro, devo anticiparvi che se avessi visto la copertina di questo libro in una
    libreria non lo avrei nemmeno guardato perché sicura che non fosse proprio il mio gen ...continue

    Prima di iniziare a raccontarvi il libro, devo anticiparvi che se avessi visto la copertina di questo libro in una
    libreria non lo avrei nemmeno guardato perché sicura che non fosse proprio il mio genere.

    Ecco la dimostrazione che un libro non si giudica dalla copertina.

    Mi ha parlato della trama mia mamma, e dopo avere sentito la storia in grandi linee sono andata subito a cercare il libro.

    La storia parla della regina d'Inghilterra, sua Maestá, che durante la ricerca dei suoi cani nel cortile reale si
    imbatte in una libreria itinerante dentro ad un furgone, e visto che l'etichetta le impone di essere gentile non se
    la sente di andarsene senza prendere in prestito un libro.

    E qui inizia la sua passione per la lettura.

    Inizialmente parte a leggere libri di autori che ha conosciuto, poi si dedica ad ogni settore e tema che le possa
    espandere gli orizzonti.

    Compagno delle sue letture é Norman, che lavora nelle cucine reali.

    La passione della lettura prende sempre più tempo alla regina, che diventa meno entusiasta nelle incombenze reali,
    e sempre più spesso rinuncia agli impegni reali per la lettura e per procurarsi nuovi libri.

    Questo non é affatto ben visto dai ministri di corte, che prima cercano di farla desistere da questa sua nuova passione,
    e poi tentano di metterle i bastoni tra le ruote in tutti i modi per farla smettere di leggere.

    Ma la regina non solo non rinuncia ma diventa una lettrice sempre più esigente, al punto di promuovere Norman a factotum
    direttamente al suo servizio, proprio per avere a diposizione non solo una persona che la rifornisce continuamente
    di libri, ma anche un valido amico con cui discutere delle sue letture.

    Ben presto la regina si rende conto che la lettura le apre la mente e le fa conoscere cose che non impara di certo
    nei suoi viaggi reali.

    Inizia a sviluppare un fattore umano che non avete mai considerato, e non riesce più a vedere i sudditi come semplice
    popolo, ma come singole persone.

    Bellissimo un passaggio del libro, dove la regina si rende conto di amare così tanto i libri perché a loro non interessa
    la classe sociale dei loro lettori.

    Adoro questa frase, e la trovo davvero molto vera.

    Intanto i consiglieri di corte cercano di continuare a convincere la regina a smettere di leggere per tornare ai soliti
    doveri di corte, ma come colpo di scena finale, la sovrana effettivamente inizierà a leggere molto meno,
    ma per dedicarsi a ben altro.

    Per concludere non posso che consigliarvi questo libro, corto e veloce da leggere, ma scritto in un modo talmente
    chiaro e coinvolgente che vi appassionerà fin dalle prime pagine.

    Divertente, leggero, ma anche tanto riflessivo, io vi dico solo che ora che ho scoperto questi autore sono
    alla ricerca di altri suoi libri.

    Non mi resta che augurarvi Buona Lettura!

    said on 

  • 0

    Ironico

    Cosa succederebbe se la Regina scoprisse che leggere e' più interessante della vita che fa? E che forse solo attraverso le pagine si possono conoscere realmente le dinamiche dell'essere umano? Con il ...continue

    Cosa succederebbe se la Regina scoprisse che leggere e' più interessante della vita che fa? E che forse solo attraverso le pagine si possono conoscere realmente le dinamiche dell'essere umano? Con il suo solito stile Bennet ci fa riflettere su quanto si creino a volte dei muri dovuti all'ignoranza, è come sia semplice buttarli giù se solo si vuole. Da leggere in un pomeriggio, per amare ancora di più la carta stampata.

    said on 

  • 4

    “La letteratura – scrisse – mi appare come un vasto paese dai confini remoti, verso i quali mi sono diretta ma che non mi sarà mai dato raggiungere. E ho cominciato troppo tardi. Non potrò mai recuper ...continue

    “La letteratura – scrisse – mi appare come un vasto paese dai confini remoti, verso i quali mi sono diretta ma che non mi sarà mai dato raggiungere. E ho cominciato troppo tardi. Non potrò mai recuperare. Poi (un pensiero a parte) L’etichetta sarà una cosa scomoda, ma l’imbarazzo è peggio.”
    “Eppure, infaticabili, quei castelli
    Insistono a infoltirsi a ogni maggio.
    Un altro anno è morto, sembrano dire,
    si ricomincia da capo, da capo, da capo.”7

    Questo romanzetto l’ho particolarmente gradito. E la sua lettura mi ha suscitato una serie di emozioni positive. E’ spiritoso infatti ho sorriso per diversi tratti, come ho sorriso per l’immagine bizzarra e simpatica che ne è stata data alla regina. Originale e sopra le righe.
    Si lascia leggere velocemente. Lo stile è sciolto ma il linguaggio è curato.
    Di lunghezza ottimale, proprio per rendere la storia senza appesantirla. Adatto a chi ama la lettura e ne fa una ragione di vita.

    said on 

  • 4

    讀起來就是一本輕鬆、可愛的小故事
    說的是英國女王伊莉莎白二世愛上閱讀後發生的一連串趣事
    書中列舉了非常多的作家以及著作
    我想應該是有目的性的
    可能是為了嘲諷或呼應故事情節
    但是無奈我根本沒看過書上舉出的任何一本書
    因此比較難有共鳴或深刻的印象

    said on 

  • 4

    〒文字獄〒

    愛閱讀的人,好像很有氣質﹔除此之外,別無長物。
    想法是否會過於偏執?
    還記得第一次的閱讀經驗,是臨幸哪一本呢?
    該不會是白雪公主又或者印度性經吧?
    無論是何類別,閱讀本身就具有打發時間與自我專注的成效。
    挑選冷門書來讀,大概是夢周公居多,可真要一字一句推敲又或許能讀出什麼異樣的火花,那是心靈層次的探索,沒人知曉接觸的瞬間會發生何事,總要勇於嘗試。

    讀到出神,這事怎會來發生?
    那是自然。
    ...continue

    愛閱讀的人,好像很有氣質﹔除此之外,別無長物。
    想法是否會過於偏執?
    還記得第一次的閱讀經驗,是臨幸哪一本呢?
    該不會是白雪公主又或者印度性經吧?
    無論是何類別,閱讀本身就具有打發時間與自我專注的成效。
    挑選冷門書來讀,大概是夢周公居多,可真要一字一句推敲又或許能讀出什麼異樣的火花,那是心靈層次的探索,沒人知曉接觸的瞬間會發生何事,總要勇於嘗試。

    讀到出神,這事怎會來發生?
    那是自然。
    因為文字就是感官的延伸,想像中的世界。一張綿密的網,一旦陷入,很難掙脫。

    一本書裡,機關滿佈,藏有秘辛。
    無論是誰讀到愛不釋手,當心中計,文字會把你困住,哪裡也去不得,只能是目不轉睛,深深著迷,心甘情願。

    said on 

Sorting by
Sorting by