Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Uncommon Reader

By Alan Bennett

(59)

| Paperback | 9780312427641

Like The Uncommon Reader ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

From one of England's most celebrated writers, the author of the award-winning "The History Boys," a funny and superbly observed novella about the Queen of England and the subversive power of reading
When her corgis stray into a mobile library Continue

From one of England's most celebrated writers, the author of the award-winning "The History Boys," a funny and superbly observed novella about the Queen of England and the subversive power of reading
When her corgis stray into a mobile library parked near Buckingham Palace, the Queen feels duty-bound to borrow a book. Discovering the joy of reading widely (from J. R. Ackerley, Jean Genet, and Ivy Compton-Burnett to the classics) and intelligently, she finds that her view of the world changes dramatically. Abetted in her newfound obsession by Norman, a young man from the royal kitchens, the Queen comes to question the prescribed order of the world and loses patience with the routines of her role as monarch. Her new passion for reading initially alarms the palace staff and soon leads to surprising and very funny consequences for the country at large.

1061 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Libro sottile e che si legge molto rapidamente, ma non per questo una velina: mi è piaciuta molto l'idea di Bennet di rendere la regina un'assidua lettrice e mandare così in crisi tutto l'establishment intorno alla sua persona, perché non sta bene ch ...(continue)

    Libro sottile e che si legge molto rapidamente, ma non per questo una velina: mi è piaciuta molto l'idea di Bennet di rendere la regina un'assidua lettrice e mandare così in crisi tutto l'establishment intorno alla sua persona, perché non sta bene che una sovrana abbia un hobby così solitario e le tante sciocchezze che le ripete il primo ministro (LOL, è davvero Tony Blair). È bellissimo come viene descritto il potere della lettura e il percorso di crescita della regina come lettrice, che mette su dei gusti personali, impara a comprendere sfumature e sottigliezze che a causa della sua educazione le sfuggivano, a riflettere su molte cose a cui prima di cominciare a leggere non notava nemmeno. Ed è frustrante (ma anche spettacolare) vedere come l'atto di leggere volontariamente e per passione sia preso come segno di demenza: un libro è davvero uno strumento potentissimo.
    Il tutto in uno stile molto british davvero divertente.

    Bella scoperta, ora devo vedere che altro c'è di Bennett in biblioteca.

    Is this helpful?

    Rowena said on Sep 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    I libri sono democratici

    https://leggerepermestiere.wordpress.com/2014/08/20/i-libri-sono-democratici

    Is this helpful?

    Leggere per mestiere said on Aug 31, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    好多成語,好多作者和書名,覺得讀起來有點困難。

    Is this helpful?

    Molly said on Aug 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    una chicca.
    Sul potenziale deflagrante della lettura, delizioso fino alla fine.Da consigliare

    Is this helpful?

    maroufle said on Aug 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Una banale combinazione di eventi fa sì che la regina d’Inghilterra (una mai nominata ma riconoscibilissima Elisabetta II) scopra i libri: da quel momento la lettura diventerà la sua passione neanche tanto segreta: segretari, valletti, consiglieri e ...(continue)

    Una banale combinazione di eventi fa sì che la regina d’Inghilterra (una mai nominata ma riconoscibilissima Elisabetta II) scopra i libri: da quel momento la lettura diventerà la sua passione neanche tanto segreta: segretari, valletti, consiglieri e primi ministri assisteranno esterrefatti alla metamorfosi della sovrana, sempre meno attenta all’etichetta di corte e sempre più immersa nella biografia di Proust o dei personaggi di “Casa Howard”. Schivando con la proverbiale eleganza i tentativi di guarirla da ciò che il suo entourage considera una fissazione senile, Sua Altezza sorprenderà tutti con un colpo di scena che si rivela solo nell’ultima riga e che dimostrerà come niente, neppure il trono d’Inghilterra, è al di sopra della letteratura.
    Lettura piacevole, caratterizzata da un britannicissimo sense of humour, molto lontano in vero dalle “irrefrenabili risate” promesse dalla quarta di copertina …

    Is this helpful?

    Loredana Mancini said on Aug 27, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Collection with this book