Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Unconsoled

By

Publisher: Random House Value Publishing

3.6
(157)

Language:English | Number of Pages: | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) German , French , Italian , Spanish , Catalan , Turkish , Polish , Chi simplified , Portuguese

Isbn-10: 0517174189 | Isbn-13: 9780517174180 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Audio Cassette , eBook

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like The Unconsoled ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
From the universally acclaimed author of The Remains of the Day comes a mesmerizing novel of completely unexpected mood and matter--a seamless, fictional universe, both wholly unrecognizable and familiar. When the public, day-to-day reality of a renowned pianist takes on a life of its own, he finds himself traversing landscapes that are by turns eerie, comical, and strangely malleable.
Sorting by
  • 3

    Inconsolabilmente inconsolabili

    C'è un pianista famoso, che si ritrova in una città per un importante concerto ma ha perso la memoria, e noi non sapremo mai quando, come e perché. E non sapremo mai la verità sul suo rapporto con la ...continue

    C'è un pianista famoso, che si ritrova in una città per un importante concerto ma ha perso la memoria, e noi non sapremo mai quando, come e perché. E non sapremo mai la verità sul suo rapporto con la città in cui si ritrova e una pseudo-famiglia che lo aspetta come ogni volta dopo ogni trasferta. Ma conosceremo le pene degli abitanti di questa comune cittadina inglese, che sembra più il set di una commedia che deve far ridere gli spettatori, ma che lascia in bocca (e nel cuore) il sapore aspro di un'esistenza vuota. Ryder combatte costantemente con l'inconsolabilità degli altri, ma anche di sé stesso, cercando invano di trovare un equilibrio tra le necessità e le aspettative di tutti. Nella sua mente si alternano e si accavallano emozioni opposte e contrastanti, con le quali il pianista è impegnato a fare a pugni per non crollare, in una sorta di danza grottesca che lo tiene lontano dalla realtà. Lo definirei un romanzo surrealista, dove tutto è esasperato al limite dell'improbabile, ma a rifletterci bene l'assurdo è costantemente presente nella nostra vita, tanto da diventare banale e ordinario e non accorgercene neanche più. La "ballata dell'egoismo" è lo show principale della rappresentazione, e i protagonisti danzatori termineranno la loro performance egregiamente, soli e lontani gli uni dagli altri, pronti per il prossimo spettacolo.

    said on 

  • 2

    Romanzo inconcludente (effetto voluto). Ma la trama tenuta su con lo sputo, diciamo così, non è salvata dallo stile senza sbalzi né sorprese di sorta di Ishiguro. L'ho dovuto mollare dopo quasi 200 pa ...continue

    Romanzo inconcludente (effetto voluto). Ma la trama tenuta su con lo sputo, diciamo così, non è salvata dallo stile senza sbalzi né sorprese di sorta di Ishiguro. L'ho dovuto mollare dopo quasi 200 pagine, esperienza purtroppo frustrante. E credo che se a Ishiguro l'ambizione non manca, di certo non c'è così tanta originalità né stile a supportarla.

    said on 

  • 5

    Un romanzo sospeso, una storia senza tempo e senza spazio. Un romanzo intenso e delicato che cambierà il vostro modo di vedere, sentire e pensare.
    Continua qui: http://nonriescoasaziarmidilibri.blogsp ...continue

    Un romanzo sospeso, una storia senza tempo e senza spazio. Un romanzo intenso e delicato che cambierà il vostro modo di vedere, sentire e pensare.
    Continua qui: http://nonriescoasaziarmidilibri.blogspot.it/2014/10/nostalgici-raffinati-curiosi-o.html

    said on 

  • 5

    Semplicemente fantastico!

    Un libro bellissimo, surreale, dove lo spazio ed il tempo si sovrappongono....ogni situazione è paradossale e a suo tempo magica. Ishiguro ha costruito un libro davvero fantastico!

    said on 

  • 1

    Una lagna totale! L'ho finito solo perché ho applicato una delle regole del decalogo del lettore di Pennac, ovvero saltare qualche pagina. E non credo proprio di essermi persa qualcosa di importante.
    ...continue

    Una lagna totale! L'ho finito solo perché ho applicato una delle regole del decalogo del lettore di Pennac, ovvero saltare qualche pagina. E non credo proprio di essermi persa qualcosa di importante.
    Pensavo che almeno alla fine se ne uscisse con un colpo di scena che facesse capire qualcosa in più e invece niente.

    said on 

  • 1

    Del 1995.
    Lasciato a pagina 90 su 550.
    Non ho capito perché il personaggio si trova in un paese dopo aver perso la memoria e alcuni lo trattano da amico e altri sembrano non conoscerlo affatto, entran ...continue

    Del 1995.
    Lasciato a pagina 90 su 550.
    Non ho capito perché il personaggio si trova in un paese dopo aver perso la memoria e alcuni lo trattano da amico e altri sembrano non conoscerlo affatto, entrando ed uscendo dalla storia come da un sogno. Innervosente (per me).

    said on 

  • 2

    dopo aver apprezzato "Non lasciarmi", sono rimasta piuttosto delusa da questo libro. L'ho continuato a leggere sperando che prima o poi arrivasse al "punto", ma è come un girovagare inconcludente e se ...continue

    dopo aver apprezzato "Non lasciarmi", sono rimasta piuttosto delusa da questo libro. L'ho continuato a leggere sperando che prima o poi arrivasse al "punto", ma è come un girovagare inconcludente e senza meta.. ma forse la vita degli inconsolabili è proprio questo..

    said on 

  • 2

    Mah

    Premesso che e' ovviamente una questione di gusti, ho trovato questo libro del tutto insipido, sconclusionato, di poca sostanza. Qualcuno forse potrebbe dire che manco di profondita', visto che gli in ...continue

    Premesso che e' ovviamente una questione di gusti, ho trovato questo libro del tutto insipido, sconclusionato, di poca sostanza. Qualcuno forse potrebbe dire che manco di profondita', visto che gli intenti sembrano esser stati molto ambiziosi (non potrebbe essere giustificata in altro modo una prosa cosi' atipica), ma io non ho sentito nulla, purtroppo, se non una leggera noia, e le uniche cose che mi hanno fatto arrivare alla fine sono la mia determinazione e il fatto che comunque la scrittura e' fluida e leggera. Ho intuito, a dir la verita', come una serie di tentativi di dare messaggi di grande elevatezza, ma poi tutto si e' perso. Forse, sforzandomi molto, posso dare un senso al libro dicendo che si parla di ansia, di ansia e di sogni, intersecati l'uno sull'altro, che la portano a galla.

    said on 

Sorting by