Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Walking Dead: Best Defense v. 5

The Best Defense

By

Publisher: Image Comics

4.3
(350)

Language:English | Number of Pages: 136 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) German , Spanish , Italian

Isbn-10: 158240612X | Isbn-13: 9781582406121 | Publish date: 

Illustrator or Penciler: Charlie Adlard ; Colorist: Cliff Rathburn

Category: Comics & Graphic Novels , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like The Walking Dead: Best Defense v. 5 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
As the survivors settle into their prison home something has drawn them out into the open... out of the prison... out of their sanctuary. This is a major turning point for the overall story of The Walking Dead, setting the stage for years to come.
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Il Governatore

    E finalmente arriva il Governatore. Il cattivo simbolo della serie a fumetti e di quella TV. Ma le due versioni del Governatore sono ben diverse almeno nell'atteggiamento iniziale. La versione televisiva è più subdola, quella cartacea si rivela immediatamente per quello che è e procede con una "o ...continue

    E finalmente arriva il Governatore. Il cattivo simbolo della serie a fumetti e di quella TV. Ma le due versioni del Governatore sono ben diverse almeno nell'atteggiamento iniziale. La versione televisiva è più subdola, quella cartacea si rivela immediatamente per quello che è e procede con una "operazione" che non si è vista nella serie TV ma che avrà sicuramente delle interessanti ripercussioni. La serie di Kirkman è decollata, i personaggi sono ormai ben delineati, le trame sono sempre più interessanti. Un must da leggere!

    said on 

  • 5

    Finalmente entra in scena il Governatore, in questo fumetto è un vero cattivo; si smuovono le acque per Rick e compagno alle prese con un nemico che pensa e agisce senza pietà.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Tutti in prigione senza passare dal via e Rich da una mano al Governatore...letteralmente

    said on 

  • 4

    Muy fuerte este quinto volumen de la serie, ahora me doy cuenta de que la adaptacion a la pequeña pantalla es casi de horario infantil comparado con esto. Ahora se ha puesto la trama realmente interesante

    said on 

  • 5

    The Walking Dead Volume 5: La Miglior Difesa

    2. La questione è semplice, Robert Kirkman sa scrivere, gestire una trama con tanti personaggi non è semplice, ancora meno semplice è caratterizzarli tutti come si deve, con questa serie di storie però Kirkman ha fatto un salto di qualità, ha iniziato ad “Ascoltare” i suoi personaggi, e alcuni di ...continue

    2. La questione è semplice, Robert Kirkman sa scrivere, gestire una trama con tanti personaggi non è semplice, ancora meno semplice è caratterizzarli tutti come si deve, con questa serie di storie però Kirkman ha fatto un salto di qualità, ha iniziato ad “Ascoltare” i suoi personaggi, e alcuni di essi si sono presi il proscenio, come Michonne ad esempio, facendo così la storia si sta spostando in una direzione tutta sua...

    Se la vita nella prigione trova il suo Status Quo dopo gli sconvolgimenti del volume precedente, ancora qualche segno si nota, tutta la sottotrama tra Lori e Carol lascia intendere che si evolverà ancora in futuro, e a questo punto non si sa davvero cosa potrebbe accadere...

    Ecco, i colpi di scena inattesi, Kirkman decide di portare un pò tutto alle origini solo Rick e Glenn in esplorazione, con le loro nuove tute anti-sommossa (Favoloso contro gli Zombie ), a loro si aggiunge Michonne, l’unica che è talmente tosta che non ha bisogno della tuta corazzata per sopravvivere fuori dalla mura delle prigione, ecco appunto... Come Romero insegna la vera minaccia non arriva dai Non-Morti ma dai Non-Vivi, gli umani sopravvissuti della comunità in cui si imbattono i nostri...qui succede letteralmente di tutto, e nessun personaggio è immune, si perchè istintivamente si pensa che il protagonista della serie, ne uscirà sempre bene, i buoni troveranno sempre un modo, qui Kirkman infrange totalmente questa regola, c’è almeno una scena che ti fa gridare, letteralmente gridare “Noooo!”

    Il modo di suggerire le cose di Kirkman è letale, non ci mostra cosa accade, c’è lo fa vedere attraverso il volto di Glenn, le matite ottime di Charlie Adlard, e le voci fuori campo dall’altra parte del muro, è sufficiente questo a renderci consapevoli di cosa sta accadendo ai personaggi a cui ci siamo affezionati...e non è niente di bello, no proprio per niente....

    In più Kirkman introduce Il Governatore, uno che in poche pagina si impara ad odiare, lo caratterizza come un personaggio di una cattiveria allucinante, poi ci mostra la sua “vita” e capiamo che forse è pure peggio di come avevamo immaginato...la cosa fantastica, a livello di idea come scrittore, ma terribile se ti sei affezionato ai personaggi è il parallelismo tra Rick e Philip il Governatore, di fatto Philip è quello che Rick ha rischiato di diventare...o forse che diventerà....brrrrr

    Volume fantastico, letteralmente calci e pugni in bocca al lettore, non vedo l’ora di leggermi il prossimo, sono in ansia nera per i protagonisti....

    said on 

  • 5

    Quando la storia accenna a voler scivolare nell'ordinario, sempre ben scritto ovviamente ma, tendente alla circolarità: piccoli drammi sentimentali, dove piantiamo le carote, ripuliamo il blocco A, forse dovremmo far fuori qualche vagante oltre il recinto, scazzottate tra amici etc etc etc, il bu ...continue

    Quando la storia accenna a voler scivolare nell'ordinario, sempre ben scritto ovviamente ma, tendente alla circolarità: piccoli drammi sentimentali, dove piantiamo le carote, ripuliamo il blocco A, forse dovremmo far fuori qualche vagante oltre il recinto, scazzottate tra amici etc etc etc, il buon Kirkman catapulta i nostri eroi all'inferno.

    said on 

  • 5

    La verdad es que el guión supera con creces a los dibujos: los personajes e incluso los zombies pierden muchísima expresividad en comparación con los que dibujaba Tony Moore en el primer número, donde todo parecía más nítido, y a veces incluso me da la impresión de que las páginas pierden calidad ...continue

    La verdad es que el guión supera con creces a los dibujos: los personajes e incluso los zombies pierden muchísima expresividad en comparación con los que dibujaba Tony Moore en el primer número, donde todo parecía más nítido, y a veces incluso me da la impresión de que las páginas pierden calidad con los excesivos juegos de sombras de Charlie Adlard, el actual dibujante.

    Sin embargo, es el volumen que mayor acción y giros en la trama tiene, el mejor de los cinco primeros, sin ninguna duda. A partir de la mitad las páginas se devoran: sucesos inesperados, cargas emocionales al límite y tensiones en aumento continuo que hacen que la espera hasta poder leer el próximo número sea demasiado larga.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Nel telefilm mi sono sempre chiesta cosa fosse quell'elicottero che fa un passaggio fugace mentre Rick si sgola senza successo per farsi raccattare, dove andasse e chi lo guidasse. Dava anche un senso di speranza, se c'erano ancora elicotteri da qualche parte doveva esserci una resistenza armata ...continue

    Nel telefilm mi sono sempre chiesta cosa fosse quell'elicottero che fa un passaggio fugace mentre Rick si sgola senza successo per farsi raccattare, dove andasse e chi lo guidasse. Dava anche un senso di speranza, se c'erano ancora elicotteri da qualche parte doveva esserci una resistenza armata o qualcosa del genere. Se il serial segue la linea del comic non c'è niente di cui stare allegri dal momento che codesto elicottero televisivo ad altro non serve se non ad essere abbattuto e a fare da pappa agli zombie allevati dal Governatore, un pazzo che ha preso il controllo di una piccola comunità poco distante dal luogo in cui dimorano i nostri amici e usa gli zombie per il suo divertimento personale, nutrendoli con gli stranieri, tranciandone le teste per guardarle come davanti a una tv o indicendo delle lotte nell'arena tra viventi e zombie. Un personaggino ammodo.

    In questo numero Rick, Michonne (la quale scopriamo essere stata un avvocato nei bei vecchi tempi - la cosa non mi stupisce) e l'asiatico di cui non ricordo il nome (Dave?) vengono catturati da questo pazzo che in segno di saluto e amicizia trancia una mano a Rick, violenta a ripetizione Michonne (ribattezzata "Il sollievo scrotale della storia") e traumatizza a vita l'asiatico. Il suo scopo, invadere la prigione dei nostri eroi.

    Non appena qualcuno sarà così gentile da condurcelo.

    said on